Le Mini guide: “W” PhoneWatch – batteria, sim e MicroSd

Come mi è stato espressamente chiesto sarebbe cosa gradita avere un focus relativamente alla disposizione interna dell’ hardware del “W” PhoneWatch di Kempler&Strauss. Ho deciso per cui di scrivere un mini guida corredata di qualche immagine per rendere più chiaro il concetto.
Intanto la teoria: come potete vedere la batteria è un pezzo unico e non è coperta da nessuna cover e questo permette innanzitutto di avere più solidità (quando è inserita la batteria non ha il minimo movimento) e un sistema di aggancio più solido. Sotto la batteria stessa troviamo alloggiati nelle loro sedi la sim card e la MicroSd. Se vogliamo proprio muovere un appunto, la sim card avrebbe potuto avere un sistema di aggancio leggermente migliore. E’ infatti trattenuta al suo posto da una piccola parpella metallica che non è comodissima da muovere ed è un pò delicata. Deve infatti scorrere fino ad agganciarsi al bordo della sim che, comunque, è tenuta ferma dalla pressione della batteria. La MicroSd vanta un sistema migliore che la chiude interamente e non permette nessun movimento.
La pratica: sostituire la batteria richiede pochi secondi di lavoro e non presenta nessun rischio di rottura, non ci sono precauzioni da adottare. Il sistema di blocco è solito e rattiene la batteria al suo posto anche se stiamo facendo una forsennata attività fisica 🙂
L’unico problema è appunto il sudore, considerato che il W” ha terrore dell’acqua è bene prendere qualche precauzione se si fa sport e magari lo si utilizza come lettore Mp3 facendo jogging.
Con la sim card bisogna appunto adottare qualche precauzione di più, mantenendola ferma nel suo alloggiamento in modo che la linguetta metallica si possa agganciare correttamente al bordo della sim. Fatto questo con una certa attenzione i problemi però finiscono lì. Come è invece chiaro dalle immagini è che la sede della MicroSd è coperta per tutta la sua superficie da un’unghia metallica che la ricopre interamente. Basterà sbloccarla e farla scorrere qualche millimetro verso l’interno del “W” per liberare la nostra T-Flash.