Citizen i:Virt M, l’orologio assistente-personale

Si stanno diffondendo sempre più spesso questi particolari orologi che si posizionano a metà strada tra i classici da polso e i “nostri” orologiofonini, sono dotati sempre di modulo bluetooth (ma non di radio GSM) che consente loro un controllo quasi completo sul nostro cellulare o smartphone. L’ultimo della serie, davvero molto bello, è venduto dalla famosa casa giapponese Citizen e ha un nome anch’esso particolare: i:Virt M
Si tratta di un modello completamente digitale dotato di un display AMOLED con contrasto elevato che permette una comoda lettura dei messaggi di testo e delle mail, possibilità di rifiutare una chiamata in arrivo e alcune altre cosucce che effettivamente potrebbero rendere la vita più facile a chi non sopporta di impugnare il proprio cellulare all’arrivo di un nuovo messaggio, di una mail o di una news.
Evidentemente il mercato degli orologi “semplici” non basta più. Sempre più persone decidono di non indossarlo perchè la sola informazione importante fornita (l’ora e la data) si trova su ogni tipo di cellulare, per cui rende davvero superflua la presenza al braccio di un orologio. Questo estenderne le funzioni e la possibilità di interfacciarlo al telefono (grazie appunt oall’onnipresente bluetooth) davvero dona nuova linfa vitale a questo mercato che, prevedo, non tarderà a far diffondere massicciamente la presenza di questi ibridi tecnologici. Da riconoscere al Citizen i:Virt M una qualità e presenza (grazie anche al bellissimo display) che pochi altri modelli di questo genere (compreso il Sony Ericsson MBW-200) possono vantare.
Da scoprire….il prezzo! A quanto sarà venduto questo “gioiello” di Citizen?

Vota questo post
Citizen i:Virt M, l’orologio assistente-personale ultima modifica: 2010-05-10T17:37:27+00:00 da Stefano Ratto

2 Responses to Citizen i:Virt M, l’orologio assistente-personale

  1. Alessandro scrive:

    E’ un bellissimo orologio, ma ha la grande pecca di funzionare solo con telefoni venduti solo per il mercato giapponese, o, solo parzialmente, con i palmari Windows Mobile, Android, Memeo, Palm e Blackberry installando un software gratuito :-(
    Almeno cosi’ mi risulta…
    Certo che se si potesse utilizzare appieno… Sarebbe davvero fantastico!

    • Singsong scrive:

      Non avevo notato questa cosa, grazie per avermela segnalata. Effettivamente il mini sito di Citizen sul Virt è esclusivamente in lingua giapponese. Peccato perchè i terminali che tu citi sono largamente presente anche da noi. Cercherò qualche informazione di più, speriamo ci sia la possibilità di averlo anche da noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -