Citizen i:Virt M, l’orologio assistente-personale

Si stanno diffondendo sempre più spesso questi particolari orologi che si posizionano a metà strada tra i classici da polso e i “nostri” orologiofonini, sono dotati sempre di modulo bluetooth (ma non di radio GSM) che consente loro un controllo quasi completo sul nostro cellulare o smartphone. L’ultimo della serie, davvero molto bello, è venduto dalla famosa casa giapponese Citizen e ha un nome anch’esso particolare: i:Virt M
Si tratta di un modello completamente digitale dotato di un display AMOLED con contrasto elevato che permette una comoda lettura dei messaggi di testo e delle mail, possibilità di rifiutare una chiamata in arrivo e alcune altre cosucce che effettivamente potrebbero rendere la vita più facile a chi non sopporta di impugnare il proprio cellulare all’arrivo di un nuovo messaggio, di una mail o di una news.
Evidentemente il mercato degli orologi “semplici” non basta più. Sempre più persone decidono di non indossarlo perchè la sola informazione importante fornita (l’ora e la data) si trova su ogni tipo di cellulare, per cui rende davvero superflua la presenza al braccio di un orologio. Questo estenderne le funzioni e la possibilità di interfacciarlo al telefono (grazie appunt oall’onnipresente bluetooth) davvero dona nuova linfa vitale a questo mercato che, prevedo, non tarderà a far diffondere massicciamente la presenza di questi ibridi tecnologici. Da riconoscere al Citizen i:Virt M una qualità e presenza (grazie anche al bellissimo display) che pochi altri modelli di questo genere (compreso il Sony Ericsson MBW-200) possono vantare.
Da scoprire….il prezzo! A quanto sarà venduto questo “gioiello” di Citizen?

Citizen i:Virt M, l’orologio assistente-personale
Vota questo post
  • Alessandro

    E’ un bellissimo orologio, ma ha la grande pecca di funzionare solo con telefoni venduti solo per il mercato giapponese, o, solo parzialmente, con i palmari Windows Mobile, Android, Memeo, Palm e Blackberry installando un software gratuito 🙁
    Almeno cosi’ mi risulta…
    Certo che se si potesse utilizzare appieno… Sarebbe davvero fantastico!

    • Non avevo notato questa cosa, grazie per avermela segnalata. Effettivamente il mini sito di Citizen sul Virt è esclusivamente in lingua giapponese. Peccato perchè i terminali che tu citi sono largamente presente anche da noi. Cercherò qualche informazione di più, speriamo ci sia la possibilità di averlo anche da noi.