i’m Watch, dopo il debutto le prime considerazioni

“Siamo sbalorditi dal numero di preordini online che abbiamo ricevuto e stiamo ricevendo giorno dopo giorno per imWatch – rivelano soddisfatti Bertolini e Zanella – Abbiamo infatti superato, a pochi mesi dalla presentazione ufficiale del nostro smartwatch, i 5 mila preordini on line, con oltre 200mila accessi al sito! D’altronde il sistema operativo di imWatch è davvero rivoluzionario e versatile, perché lascia aperta agli sviluppatori la possibilità di creare App di tutti i tipi. Nell’immediato futuro con imWatch si potranno accendere e spegnere il riscaldamento, la lavatrice, la lavastoviglie! In una casa del futuro dove la domotica gestirà molti elettrodomestici, imWatch si integrerà con loro alla perfezione. In tutto questo clamore, abbiamo ricevuto numerose richieste di creare una versione ‘entry level pricè, ovvero ad un prezzo più abbordabile rispetto alle iniziali versioni luxury con cui abbiamo presentato imWatch”.

Questa è la dichiarazione che è venuta ieri dai padri del progetto i’m Watch e i’m Color, Manuel Zanella, 34 anni, e Massimiliano Bertolini, 31 anni.
Li abbiamo visti nel video che proprio ieri in concomitanza con la presentazione mondiale dei loro prodotti, che pare davvero abbiano riscosso il successo sperato.
In questo senso cerco di riassumere qualche pensiero, ora che siamo in una fase sicuramente più reale di questa vicenda che, detto per inciso, mi aveva trovato un pò dubbioso per le modalità commerciali.
Infatti ho più volte tentato di contattarli senza avere mai risposta (e ci sta, TLR è un piccolo blog e avranno avuto altro da fare…), poi la richiesta di 50% del valore al momento del preordine mi è sempre parsa un pò eccessiva, ma come dicevo ieri può essere motivata dall’esigenza di avere fondi a disposizione per la produzione degli esemplari.
A questo punto però sono un pò pentito di non aver fatto l’ordine! In questo momento infatti non è più accessibile nulla sul sito di i’m watch, solo il nuovo video e un bel BACK SOON….
Ricordo che la fiera americana ARM TechCon 2011 è ancora in svolgimento per cui potrebbero arrivare in queste giornate altre notizie e informazioni importanti…soprattutto ai tempi di messa in commercio di i’m watch.
Allora, dicevo, qualche considerazione….
Innanzitutto le caratteristiche non svelano nulla di nuovo rispetto a quello che già si sapeva, ve le elenco nuovamente:

  • Dimensioni e Peso Altezza: 55 mm Larghezza: 40 mm Profondità: 9 mm Peso: circa 70 gr
  • Memoria Flash Drive: 4GB RAM: 64 MB
  • Processore CPU: IMX233
  • Display TFT a colori da 1,54” (diagonale) Risoluzione di 240×240 pixel 220 ppi (pixel per inch)
  • Tecnologia Wireless Bluetooth 2.1 + EDR
  • Colore Bianco, Rosa, Azzurro, Rsso Giallo, Verde, Nero
  • Alimentazione e batteria Batteria ricaricabile interna agli ioni di Li-Po da 600 mA. Ricarica tramite computer via usb o tramite alimentatore. Autonomia in standby senza collegamento Bluetooth: fino a 48 ore.
  • Autonomia in standby con collegamento Bluetooth: fino a 30 ore. Autonomia in conversazione in vivavove: fino a 2 ore. Autonomia in utilizzo vario: fino a 2 ore.
  • Riproduzione audio Formati supportati: tutti I formati.
  • Riproduzione Video Formati supportati: tutti I formati.
  • Connettori e ingressi/uscite Minijack da 3,5 mm per auricolari, connessio-ne e alimentazione Microfono Altoparlante integrato
  • Tasti e controlli esterni On/Off/Standby/Riattiva Volume + e –
  • Lingue Supporto per inglese (USA), inglese (GB), francese (Francia), tedesco, cinese tradizio-nale, cinese semplificato, olandese, italiano, spagnolo, portoghese (Brasile), portoghese (Portogallo), danese, svedese, finlandese, norvegese, coreano, giapponese, russo, polacco, turco, ucraino, ungherese, arabo, thailandese, ceco, greco, ebraico, indonesia-no, malese, romeno, slovacco, croato, catala-no e vietnamita.

La mia perplessità è legata soprattutto alla durata della batteria, davvero scarsa. Anche se semplicemente i’m watch rimane in standby la durata non supera le 30 ore (alla fine della fiera una giornata di utilizzo). Arriva a 48 ore senza il bluetooth….
Secondo, i’m watch mi piace molto ma non pare un fuscello al polso, ha comunque il suo ingombro anche perchè contiene l’hardware necessario per effettuare chiamate con e senza auricolare (è dotato di un plug standard da 3,5 mm), per cui parliamo di un microfono e evidentemente di uno speaker per il viva voce (altro argomento da approfondire, la qualità della chiamata in questa modalità). Manca come sapete il modulo telefonico, per cui non può alloggiare una SIM card e non ha antenne GSM o altro, fa tutto via bluetooth.
A proposito di questo, purtroppo non ha antenna WiFi (a differenza di WIMM One…) e per collegarsi a internet può sfruttare il tethering appunto via bluetooth che tutti i sistemi mobili moderni consentono di utilizzare, se non sbaglio per Android già da Froyo (2.2) è stata integrata questa possibilità di accesso alla rete.
Poi ultimo punto che volevo toccare riguarda il display: non è a filo della cassa come quello rappresentato nel rendering ma ha un pò di cornice. Mantiene però le specifiche di risoluzione 240×240 px davvero ottime e pare, da quello che ho potuto osservare, che abbia una grande leggibilità. In più è curvo per cui rende la superfice dell’orologio molto più armonica rispetto a qualsiasi altro (in questo caso WIMM One ha “solo” un display tradizionale).
Ripeto, i’m Watch mi piace davvero molto, soprattutto in versione nera.
Vediamo cosa ci aspetta per il futuro e speriamo che presto venga realizzato un hads on classico piuttosto che un unboxing anche per verificare la dotazione alla vendita.
Stay tuned!

Vota questo post
i’m Watch, dopo il debutto le prime considerazioni ultima modifica: 2011-10-26T11:21:32+00:00 da Stefano Ratto

2 Responses to i’m Watch, dopo il debutto le prime considerazioni

  1. Philsan scrive:

    Non scrivi nulla sulla mancanza di vibrazione?

    • Singsong scrive:

      Ne ho scritto piu’ volte, la ritengo una mancanza grave e in realta’ non capisco il perche’ di questa rinuncia….il motore a vibrazione e’ assolutamente necessario. Non capisco la ragione tecnica…mancanza di spazio? O eccessiva delicatezza dell’hardware? Non saprei!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -