WIMM One e i’m Watch, gli smartwatch rivali

Chi ci segue sa bene quanto ultimamente sia aumentata l’attenzione verso quella categoria di devices ad alta tecnologia che sono ormai conosciuti con il nome di smartwatch.

I migliori rappresentanti di questa nuova realtà, i più performanti e tecnologicamente avanzati, sono WIMM One e i’m Watch.
Sicuramente questa comparazione avrei potuto farla prima, ma solo adesso che anche il reale valore di i’m Watch è stato reso pubblico, possiamo davvero fare un paragone, sia di stile che di contenuti.
E’ indubbio il fatto che i’m Watch sia riuscito a mantenere il contenuto all’altezza della forte aspettativa che si era venuta a creare. A lungo infatti la società che ha ideato e che produce i’m Watch ha “permesso” la sola pubblicazione di rendering elaborati al computer, mantenendo un assoluto riserbo sulla reale sostanza del suo smartwatch.
Oltre a questo ha avviato una campagna di preordini richiedendo al cliente un cospicuo anticipo. Sostanzialmente chi ha proceduto all’ordine lo ha fatto senza sapere cosa effettivamente avrebbe acquistato. Questo può essere interpretato come segno di fiducia verso un’azienda giovane con un prodotto innovativo, per cui lo leggo positivamente.
Alla fine, due giorni fa, i’m Watch è stato presentato alla ARM TechCon 2011 di Santa Clara in California e, ripeto, secondo me non ha deluso. Lo abbiamo visto all’opera dal vivo e i tentennamenti che mostra in fase di scroll del display o nella velocità di risposta del touch potrebbero essere affrontati e risolti con una migliore ottimizzazione del sistema Android 1.6. Il grafico se segue mostra la logica di funzionamento di i’m Watch

Dall’altra parte abbiamo WIMM Labs.
WIMM Labs sta per lanciare sul mercato (lo farà a breve ma non c’è una data certa) un device, WIMM One che è molte cose insieme. In pratica è un modulo che si può adattare a diversi supporti tra cui, logicamente, un cinturino da orologi.
WIMM Labs ha adottato una politica diversa. Ha diffuso diversi filmati mostrando all’opera il WIMM One che, alle prese con diverse applicazioni, mostra come può essere versatile, potente e nello stesso tempo estremamente semplice da utilizzare.
Oltre alla politica commerciale io ho notato un approccio diverso anche nell’interpretare l’oggetto smartwatch. Per i’m Watch il taglio è molto sulla multimedialità e sulla cura stilistica dell’interfaccia (molto scuola Apple…), per WIMM molto sulla versatilità e le possibilità d’uso. Diverse, più di quello che si pensi, anche le differenze a livello hardware e software.
i’m Watch è mosso da Android 1.6 (a livello smartphone è ormai vetusto, ma lo hanno ritenuto evidentemente sufficiente), mentre il modulo WIMM One da un più recente Android 2.1
A livello hardware WIMM può vantare WiFi e GPS, mentre i’m Watch mic e speaker e un display curvo eccezionale da 1,5 pollici di diagonale per 240*240px
Insomma, il bello deve venire e i temi da trattare sono molti, vi lascio per ora con una tabella comparativa che può aiutare meglio a comprendere le differenze.
Voi cosa ne pensate? Quale dei due preferite?

 

  WIMM module I’m Watch
Apps processor 667 MHz Samsung ARM11 454 MHz i.MX233 ARM9 SoC
Microntroller yes no
RAM 256 MB 64 MB (256 MB future)
Flash memory 2.5 GB std (32.5 GB max) 4 GB std (16 GB max)
Display 160 x 160 px; 1 x 1 in 240 x 240 px; 1.54 in diag
Touch technology capacitive (bimodal) capacitive
USB on multi-I/O pins on multi-I/O jack
Bluetooth 2.1 + EDR 2.0 + EDR
WiFi yes (b/g) no
Audio I/O signals on multi-I/O pins on multi-I/O jack
Built-in speaker no yes
Built-in mic no yes
Beeper yes no
Vibrator yes no
Accelerometer yes (3-axis) no
Magnetometer yes no
GPS yes (initially unsupported) no
Battery 3.7V 230mAh Li-polymer 3.7V 450mAh Li-ion
Battery life 24 hrs (target: 48 hrs) 4 hrs in Android apps;
24 hrs watch display
Module size 36 x 32 x 12.5 mm 52.6 x 40 x 10 mm
Weight 22 gm (module only) 70 gm (watch + band)
Operating temp unspecified 0 to 50 deg C
Android vers 2.1 1.6 with 2.x/3.x backports

 

Vota questo post
WIMM One e i’m Watch, gli smartwatch rivali ultima modifica: 2011-10-31T00:34:41+00:00 da Stefano Ratto

4 Responses to WIMM One e i’m Watch, gli smartwatch rivali

  1. […] confronto che vi ho proposto ieri è stato solo un assaggio, considerato che non ci sono solo due attori in questa piccola nicchia, […]

  2. sheldon scrive:

    vabbè non c’è storia.. l’i’m watch è mille volte meglio!!

    • Singsong scrive:

      Tutto è opinabile, certo. Ma io ho una formazione forse più da tecnico e valuto le cose nella sostanza più che nella forma. L’One ha una dotazione hardware un po`superiore e mi ha fatto impressione sapere che i’m watch non ha il motore a vibrazione, elemento che reputo fondamentale in un oggetto di questo tipo. Se sei in mezzo al rumore e non senti suonare lo smartphone perchè dovresti sentire l’orologio? Io, con il Wimm al polso mi accorgo delle chiamate perchè vibra, non per il suono. Lasciamo perdere funzionalità come il viva voce, che sono comunque di difficile utilizzo. In ogni caso lo reputo un ottimo prodotto, in caso contrario non ne avrei parlato così spesso e con entusiasmo.. ……peccato che in giro ancora non se ne veda uno.. ….

  3. […] agli SMS. Certo, di fronte alle rivoluzioni alle quali stiamo assistendo (non dimentichiamoci di Android sbarcato su un orologio!) potrebbe sembrarvi davvero minimalista, ma credo che la forza del Burg 10 […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -