Recensione completa WIMM One, l’orologio Android

Ho pensato che, visto l’alto interesse e l’attenzione dimostrata da molte persone, fosse bene proporre una bella recensione “a caldo”.
Anche se tante valutazioni hanno ragione di essere solo dopo un pò di tempo speso ad utilizzare questo WIMM One, è anche vero che le prime impressioni sono ugualmente interessanti e valide e che possono soddisfare magari le curiosità dei più.
Non vi nascondo che questo WIMM One ha fatto subito breccia nel mio cuore, semplice com’è da utilizzare e immediato nell’apprendimento e nella logica. Lascia solo trasparire quello che deve essere stato uno sviluppo non facile soprattutto dal punto di vista della filosofia. Non si tratta infatti di una semplice rivisitazione del nascostissimo Android 2.1 che lo anima, ma soprattutto la definizione di un sistema di utilizzo e di approccio radicalmente diverso da quelli che conosciamo.
Innanzitutto il WIMM One è un orologio, e svolge questa semplice funzione in maniera egregia e completa grazie al suo display bimodale che è in grado di passare a una modalità a basso consumo e leggibile in qualsiasi condizione di luce (a parte il buio pesto!).

A meno di non doverlo attivare, per accedere alla sua parte più interna, non avremo mai la necessità di toccarlo. Il WIMM One è infatti sempre acceso, il display non è mai spento.
A riposo, diciamo così, ci consente di scegliere tra le varie watchfaces, cioè interfacce a orologio tutte molto carine e che possono riportare altre info oltre all’ora e alla data, per esempio i dati meteo piuttosto che gli appuntamenti del calendario. A questo primo carosello di orologi si arriva tenendo premuto brevemente il dito sul display.
Scorrendo invece dalla parte alta del display verso il basso viene visualizzata una piccola barra che riporta lo stato di carica della batteria e tramite piccole icone, l’attivazione del bluetooth, la modalità aereo e gli allarmi se schedulati.
Al contrario, scorrendo dal basso verso l’alto potremmo far apparire il secondo carosello, quello delle applicazioni (che vedete in figura).
Vi rimando ora alla lettura della recensione completa dove cercherò di affrontare più temi possibili, anche se quello legato all’autonomia dovrà essere affrontato più avanti, almeno dopo qualche settimana di utilizzo e di cicli di carica.

SCHEDA TECNICA:

  • CPU 667MHz ARM11
  • 256MB RAM
  • 2GB memoria flash
  • Display 1.41-pollici per 160×160-pixel
  •  Touchscreen bi-modale in vetro capacitivo
  • Motore vibrazione
  • GPS  (per ora disattivato lato software, in attesa di attivazione nelle successive release)
  • Wi-Fi (802.11b/g)
  • Accelerometro
  • Bluetooth v2.1 + EDR
  • Peso 65 gr. completo di cinturino

CONFEZIONE:

7,5

  • WIMM One
  • Dock per ricarica da scrivania
  • Caricabatteria da viaggio
  • Cavo USB/MicroUSB
  • Cinturino e supporto rigido per il modulo

Breve libretto di istruzioni in inglese.
La scatola che contiene il WIMM One è ben realizzata e suddivisa a scomparti separati da materiale espanso che protegge molto bene il contenuto durante il trasporto, molto importante considerato che è possibile comprarlo on line solo sullo store americano di Amazon, di seguito lo specchietto dei costi sostenuti:

  • Acquisto su Amazon.com: 199$ (al momento il cambio è stato pari a 156,38 €). Nessuna spesa di spedizione nel territorio degli Stati Uniti
  • Servizi di smistamento di MyUs.com e spedizione DHL: 33,98 €
  • Spedizione DHL USA-Italia (oneri doganali dazio, IVA, Diritti amministrativi): 50,39 €
  • TOTALE: 249,75 €

 

SOFTWARE-PRESTAZIONI

9

Sul software di questo WIMM One ci sarebbero da scrivere paginate di cose! Innanzitutto va detto che la presenza di Android si avverte, per la fluidità e la semplicità generale di utilizzo.
La versione è fortemente moddata per adattarsi a uno schermo di 1,4 pollici e la filosofia adottata è per conto mio vincente. Il WIMM One nasce già con la sua bella dote di piccole applicazioni, tra cui il meteo, il calendario (sincronizzabile con Google Calendar o un account Exchange), timer, allarmi, cronometro, orologio mondiale. logicamente possono essere installate applicazioni di terzi con una modalità molto semplice, in attesa che parta l’annunciato Market dedicato. Tra qualche mese le applicazioni saranno più numerose e potranno essere installate in OTA.
Le prestazioni da parte loro sono ottime, non ci sono inceppamenti o latenze, il tutto sta a prendere dimestichezza con i movimenti da fare in punta di dita sul piccolo display, che ha un’ottima risposta ed è dotato di multi touch a due punti. Logicamente è capacitivo e in vetro.

CONNETTIVITA’

9

Il reparto connettività può contare su WiFi, Bluetooth e GPS, oltre che alla possibilità di alloggiarlo sulla dock e collegarlo via cavo.
Il WiFi funziona perfettamente ed è molto sensibile al segnale. Sincronizzare il proprio WIMM One con WiFi è un’ operazione velocissima e totalmente automatica. Il bluetooth consente invece di tenere un’interfaccia attiva con il proprio smartphone e avere ribaltate le informazioni relative a chiamate e SMS. Verranno integrate nel corso del tempo anche altre tipologie di notifiche relative a mail e social network e a molto altro.
Sotto questo aspetto è necessario l’utilizzo di un’ applicazione dedicata di WIMM che consente di attivare/disattivare servizi, cambiare unità di misura o visualizzazioni varie e molto altro.
La trovate da scaricare dal Market ufficiale di Android seguendo il badge qui sotto:


logo-app
App Name
Developer
Free   
pulsante-google-play-store
pulsante-appbrain
qrcode-app

BATTERIA

7

Dovrebbe essere ancora senza voto, per cui mi mantengo basso. Non mi pare che possa vantare un’autonomia incredibile, diciamo che adesso (dopo tre soli giorni di utilizzo e relative ricariche) riesco a farci la giornata. Evidentemente pare soffrire l’utilizzo delle sue antenne, per cui il WiFi acceso ne accorcia notevolmente la durata, così come il bluetooth. Spero che dopo qualche ciclo di carica regolare riesca a durare un pò di più.

CONSIDERAZIONI FINALI

voto complessivo 9,5

Il voto complessivo non è assolutamente una media, ma tiene conto e considera l’insieme delle cose per quello che rappresentano. Siamo di fronte a un device di una famiglia completamente nuova, costruito ottimamente e sicuramente ricco di promesse che credo verranno mantenute. La community di sviluppatori che orbita intorno a WIMM Labs è davvero moto nutrita e aumenta di numero giornalmente, per cui l’aspettativa di vedere nascere tante applicazioni e interfacce diverse è sicuramente lecita ma la mia sensazione è positiva, considerata la passione che muove questa piccola azienda californiana.
Questo che vi ho proposto oggi vuole essere solo un piccolo assaggio giusto per soddisfare l’appetito ma seguiranno approfondimenti e video recensioni più accurate, magari delle piccole guide su come utilizzare al meglio questo WIMM One.

Per terminare eccovi la solita lista PRO/CONTRO e una piccola carrellata di immagini….
PRO:

  • Display bimodale
  • Touch ottimo
  • Software veloce, senza impuntamenti
  • Peso ridottissimo (65 gr. con cinturino)

CONTRO:

  • Durata batteria
  • Al momento poche apps disponibili
Recensione completa WIMM One, l’orologio Android
Vota questo post