i’m Watch….perse le tracce e le speranze….

Qualche tempo fa mi sono riferito a un ottimo articolo scritto dalla redazione del famoso network DDay.it per descrivere la situazione piuttosto particolare in cui stavano versando i clienti di i’m spa, quelli che avevano ordinato (e pagato) il (tristemente?) famoso i’m Watch.
Era la fine di Marzo (!) e oltre a riassumere chiaramente la situazione, l’articolo riportava anche un’intervista audio all’amministratore delegato di i’m spa, Manuel Zanella, nella quale lo stesso Zanella dichiarava che dal 10 Aprile tutti gli ordini sarebbero stati evasi, senza ulteriori ritardi.
Tutti sappiamo com’è andata avanti la questione. O meglio, come non è andata avanti per nulla.
Dopo quell’articolo, che qualcosa deve aver smosso, sono arrivate comunicazione ai clienti che sarebbero iniziate le consegne dell’orologio vicentino, con una data ben precisa. Per tutti la data è arrivata e pure passata, ma al posto di un sorridente corriere alla loro porta con un bel pacco in mano, è stata recapitata un’altra mail di scuse con il messaggio che vedete sotto.

 

Oggi DDay.it cerca di riprendere il bandolo della matassa e scrive sulle proprie pagine un nuovo articolo, certamente meno rincuorante del primo.
E’ evidente anche ai più sprovveduti che qualcosa che non va c’è. Non ho mai visto nessun azienda che vende prodotti sulla rete non essere nemmeno in grado di comunicare una data certa per la spedizione stessa, non fornire qualche giustificazione seria per questa paradossale situazione ne alcun tipo di assistenza alle persone che ormai hanno versato tutto l’importo da mesi e ancora non hanno visto niente.
Io continuo a credere fermamente che non si tratti di una truffa (intendo del tipo prendi i soldi e scappa), ma che qualcosa sia andato terribilmente storto, ma proprio terribilmente. Al punto che nemmeno le persone di i’m spa siano in grado di indicare una data credibile. Quello che adesso viene comunicato al telefono, ai pochi che riescono a prendere la linea del centralino dell’azienda, che le consegne cominceranno la terza settimana di Maggio.
Chi ci crede alzi la mano.
Non sono tanto meravigliato del ritardo, ma della totale mancanza di comunicazione di un’azienda di questo tipo (che della comunicazione dovrebbe fare il proprio cavallo di battaglia) e di attenzione verso i suoi clienti. Sarebbe bastato un breve video, oltre a tutti quelli celebrativi e televisivi, con Zanella i mezzo ai suoi ragazzi, che spiegasse in poche parole cosa è avvenuto, e la natura del problema che si è verificato. Invece il silenzio fa più vittime della guerra! Sono nati in internet gruppi di denuncia che stanno raccogliendo i malumori di tante persone, senza che i’m spa muova un dito per spiegare, per motivare.
Ripeto, per conto mio non si tratta di una truffa, ma di eccesso di presunzione (altro che Steve Jobs italiani, ma va là….) e probabilmente di un clamoroso passo più lungo della gamba, però mi sento di unirmi all’appello che DDay.it diffonde dalle proprie pagine:

Resteremo vigili, in ogni caso ci sentiamo di sconsigliare a chiunque di ordinare un I’m Watch fino a quando non verranno consegnati i primi prezzi. Un comportamento di questo tipo da parte di una azienda è inamissibile

Chi si sente di confutare questa frase si faccia avanti….

i’m Watch….perse le tracce e le speranze….
Vota questo post