Smartwatch a confronto: i’m Watch VS Wimm One

Eccoci qui per il primo (credo) confronto italiano tra due smartwatch della stessa generazione. I’m Watch VS Wimm One. Due prodotti radicalmente diversi, alternativi quasi in tutto, a partire dalla concezione.
Grande dispendio di energia ingegneristica e’ stato profuso per il display di i’m Watch, davvero entusiasmante quando acceso, chiarissimo nella lettura anche alla luce del giorno (meno sotto i raggi diretti del sole). Curvo e davvero particolare ha la capacita’ di alleggerire un po’ il disegno della cassa. Certo rimangono le dimensioni non tanto generose quanto….massicce! Infatti al polso i’m Watch si indossa con disinvoltura e non attira troppo gli sguardi (a meno di non tentare una chiamata in vivavoce in pubblico….cosa che sconsiglio comunque!).
La nota negativa paradossalmente e’ rappresentata dal display stesso, cosi’ performante da un lato da essere costretto a spegnersi quando non utilizzato perche’ troppo esoso in termini di consumo. Non amo avere al polso un display spento (ci sono momenti che e’ impossibile toccarlo per accenderlo, per esempio quando si va in moto). Avrei preferito una scelta piu’ modesta come disegno e un po’ piu’ utile. La seconda e ultima nota riguarda la (inspiegabile) mancanza del motore a vibrazione che avrebbe reso i’m Watch l’orologio piu’ discreto in assoluto. Invece ci si puo’ solo affidare agli avvisi sonori, peccato.
Soprattutto perche’ alla resa dei conti i’m Watch si rivela un oggetto di prim’ordine, in termini qualitativi ma anche di sostanza. i’m Droid (la versione di android 1.6 adottata per l’orologio) e’ stato customizzato come si deve e muoversi tra le app e la configurazione e’ un gioco alla portata davvero di tutti. Veloce, grazie a un touch piuttosto sensibile, non presenta rallentamenti o lag.
i’m Cloud e’ il servizio di sincronizzazione messo in piedi da i’m spa. Consente di registrare il proprio orologio per caricare OTA le piccole applicazioni, che adesso sono pochine. Certo sara’ notevole lo sforzo da fare in questa direzione, perche’ la creazione di contenuti e’ il core business di questo nuovo mercato.
Parlando di Wimm One (uno dei concorrenti possibili di i’m Watch) si capisce quanto invece la mancanza di aggiornamenti e di nuovi servizi, nonche’ di update di firmware (l’ultimo a aprile), possa affossare un buon progetto.
Perche’ Wimm One rimane l’unico rappresentante che puo’ vantare un SO completo come Android (come i’m Watch ma alla versione 2.1), con un display sempre acceso (come Pebble e Strata), e con un hardware completissimo in termini di sensori e antenne.
Uno standard non c’e’ ancora. Chi riuscira’ a imporre il proprio sugli altri? Per chi parteggiate?
Buona visione!

Vota questo post
Smartwatch a confronto: i’m Watch VS Wimm One ultima modifica: 2012-08-22T23:18:31+00:00 da Stefano Ratto

21 Responses to Smartwatch a confronto: i’m Watch VS Wimm One

  1. Fabio scrive:

    Come è possibile telefonare con questi smartwatch? hanno la possibilità di un alloggio simm oppure tramite interconnessione bluetooth con il proprio smartphone?

    GRAZIE PER LA RISPOSTA!

    • Singsong scrive:

      Ciao Fabio!
      Con i’m Watch è possibile telefonare in vivavoce o con le cuffiette collegate all’orologio stesso. Il collegamento è bluetooth. Wimm One riceve le chiamate in ingresso e gli sms, non è possibile effettuare la chiamata direttamente dall’orologio.

      ciao!

  2. Paolo scrive:

    Bel lavoro Stefano!
    Le tue impressioni le trovo obiettive e spassionate senza appunto andare a simpatie. Poi sei l’unico punto di riferimento in questo settore che al momento mi incuriosisce parecchio! :-)
    Come ti avevo già scritto io avevo sia un Sony Smartwatch che un Wimm One preso d’occasione… Ho poi venduto il Wimm perchè per mia utilità trovo più funzionale il Sony, ma questo è un mio parere strettamente personale, ed ho ordinato tempo fa il I’m Watch.
    Veniamo al dunque… quando farai una recensione completa dovresti per cortesia togliermi un dubbio… Quando ricevi una chiamata ed hai un auricolare bluetooth collegato, come si comporta il I’m watch? Cioè, si esclude il viva voce o è possibile escluderlo in modo da conversare direttamente dall’auricolare accettando la chiamata dall’orologio?
    Non so se sono riuscito a spiegare il dubbio :-)
    Grazie comunque e buon lavoro

    • Singsong scrive:

      Grazie Paolo :-)
      Il discorso legato al bluetooth è un pò complicato in realtà.
      Il Wimm deve essere semplicemente riconosciuto come dispositivo dallo smartphone, ma non deve essere collegato. A fare tutto ci pensa l’applicazione Wimm Companion. Per cui in questo caso puoi collegare un dispositivo a mani libere come un auricolare e utilizzarlo contemporaneamente all’ orologio (io lo faccio spesso).
      Invece i’m Watch usa una logica diversa.
      Viene visto dallo smartphone come dispositivo a mani libere, e per ricevere la chiamata deve essere sempre collegato (si comporta cioè come un auricolare bluetooth). Usa poi (purtroppo) l’interfaccia tethering bluetooth (che non tutti i telefoni hanno) per uscire in internet e aggiornarsi. Per cui non può coesistere con un auricolare, sarebbe come volerne collegare due diversi allo stesso telefono.
      Spero di aver chiarito :-)

      • Paolo scrive:

        Grazie per la velocissima risposta…
        Quindi… non posso avere collegato sia l’auricolare sia il ‘I’m watch al mio smartphone? Devo per forza rispondere con il vivavoce o collegare un auricolare a filo all’orologio (che trovo scomodo!)?
        Per favore toglimi questo dubbio che nel caso blocco subito l’ordine!
        Grazie ancora!!!! :-)

      • Paolo scrive:

        Scusa Stefano ma mi sorge un altro amletico dubbio… io ho un Sony Ericcson Arc S, ma non trovo l’impostazione tethering bluetooth… ho il bluetooth ovviamente e anche la voce tethering ma scrive solo wifi…. pensa che vada bene lo stesso? Tu che smartphone hai usato per collegarti via bluetooth e usare il tethering?
        Scusa la sfilza di domande ma vorrei sapere se devo cambiare telefono per usare ‘sto benedetto I’m watch che ancora non ho!!! :-)

        • Singsong scrive:

          Sei nella mia stessa situazione. Ho un Optimus 3D appena aggiornato che non supporta il tethering bluetooth. Per aggiornare i’m Watch ho usato un HTC One S che ha funzionato perfettamente, per cui chi ha questa opzione nel telefono non ha problemi.
          Problemi che hanno gli altri, che dovrebbero usare l’applicazione i’m Sync che però risulta introvabile…..

  3. Paolo scrive:

    p.s. l’orologio ha la possibilità di disattivare il volume della chiamata in modo da rispondere con l’auricolare direttamente dallo smartphone e usare l’orologio solo come notifica della chiamata in arrivo??

  4. Paolo scrive:

    …alla fine ho visto che il mio telefono non è compatibile con i’m watch a causa di questo benedetto tethering bluetooth :-( ma dico io non potevano metterci il wifi come nel wimm one un modo da avere più compatibilità con gli smartphone in circolazione?
    Io di cambiare telefono per far funzionare i’m watch non ci penso, troppo complicato, quindi a malincuore ho chiesto il rimborso a i’m!
    A questo punto mi tengo il sony smartwatch che è compatibilissimo con il Arc S, dove posso leggere gli sms, le mail e rispondere alle chiamate tramite auricolare bluetooth che sono le operazione che mi interessano per il mio lavoro (sono un agente di commercio)
    Ovviamente ti seguirò sempre anche per vedere gli sviluppi in questo settore e per vedere l’evoluzione di Pebble :-)
    Grazie Stefano! :-)

  5. Mattia scrive:

    Come al solito bravo Stefano! Bella questa sfida ma secondo me tra i due litigante il terzo ne gode ( sony) ..l’im watch bellissimo, ma con tante piccole pecchè per un dispositivo da 299 €. Il wimm one, che ho, potenzialità elevate ma poco supporto (ne avrei io di cose da dire al supporto!) . il sony invece, sarà piccolo, sarà con lo schermo che è quello che è,sarà pure brutto, però fa il suo porco dovere e ha applicativi realmente utili e funzionanti…..

    • Singsong scrive:

      Ti do ragione.
      La parte del leone la fa il supporto post vendita e i servizi, e poi il fatto che un terminale funziona a dovere e non ha grandi difetti.
      Se un terminale come Wimm One viene abbandonato può essere valido quanto vuoi ma non ha futuro….

  6. Rupert159 scrive:

    Bel confronto…i’m watch vince per estetica e costruzione però avessero messo uno schermo come sul wimm sicuramente avrebbe creato ulteriore vantaggio alla vendita di questo orologio…

    continua cosi stai facendo un gran bel lavoro su questo settore davvero poco conosciuto..

    P.S. se ti serve lo smartwatch sony per una video confronto ti spedisco il mio volentieri..

    • Singsong scrive:

      Grazie Rupert! Davvero gentilissimo :-)
      Il grande assente in effetti e’ il Sony…io mi faccio attrare sempre dalle soluzioni piu’ “esotiche” (il Wimm e poi Pebble) e diciamo che i fondi a disposizione del blog non sono esattamente….rilevanti…
      Grazie per la tua offerta, la prendero’ sicuramente in considerazione :-)

      a presto!

  7. Baldassare scrive:

    .. rispondo sommessamente alla domanda posta alla fine dell’ottimo articolo .. credo che in questo promettentissimo segmento (irrinunciabile compagno di un tablet, ma non credo di un telefonino) stia per planare la Apple .. le avvisaglie già ci sono .. l’iPod nano si usa già come orologio .. può accedere alle App sullo store .. appena gli attivano il bluetooth .. il sistema operativo e l’ecosistema Apple faranno la differenza .. :-)

    • Singsong scrive:

      Se Apple dovesse planare davvero in questo segmento o evolvere l’ iPod nano in questa direzione, sicuramente assisteremmo a una crescita fortissima di interesse verso gli smartwatch.
      Questo è certo!

  8. Kloe 150 scrive:

    Ciao scusate l ignoranza io ho un tel Samsung Omnia con Windows Phone..non per scelta mia poiché è un telefono aziendale..esiste un smartwatch per Windows Phone?? grazie della risposta

  9. […] al collo. In questo riprende un po’ la filosofia che era stata introdotta dal compianto Wimm One. Per certi aspetti pare l’erede piu’ prossimo del primo innovativo […]

  10. […] come qualità assoluta era forse meglio adottare uno schermo bi-modale (come quello del compianto Wimm One) che rimanesse acceso anche in stand-by. Sarà poi da verificare la leggibilità in condizioni di […]

  11. […] previsto per il 2013. Per chi volesse approfondire vi consiglio la lettura della mia recensione e i tanti approfondimenti che ho proposto nel corso del tempo. Ultima cosa il prezzo. Nella sua versione di ingresso, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -