Pebble, Pebble, Pebble!

Le attività sono frenetiche intorno al piccolo Pebble! Il suo team di sviluppo non sta certo con le mani in mano ma anzi credo stia affrontando giorni frenetici e densi di impegni tra gli USA e la Cina (dove lo smartwatch viene prodotto).

Ieri è stato emesso il comunicato numero 19 che contiene la fondamentale richiesta di conferma dei dati anagrafici per la spedizione dei piccoli orologi con display e-paper. Nelle scorse settimane sono stati infatti eseguiti i test di spedizione, come era stato promesso. Infatti, dice il team di Pebble, l’operazione è stata eseguita per testare, in ogni singolo paese, il vettore da utilizzare per le spedizioni reali. Tutto è andato a buon fine e i dati raccolti sono stati sufficienti.

Tutto ciò è sicuramente sintomo di grande professionalità. Come lo è il fatto che sino a questo momento non è stata comunicata una data certa di spedizione di Pebble. Potrebbe sembrare paradossale dire questo, ma i ragazzi di Pebble ci comunicano che quando verrà comunicata la data ufficiale questa non verrà poi elusa, per cui preferiscono aspettare per non alimentare false speranze o aspettative. La conferma dell’indirizzo è comunque permessa fino al 30 Settembre, è presumibile che entro quella data verranno date indicazioni chiare sul periodo di inizio delle spedizioni.

Detto questo, l’ultimo elemento di sicuro interesse è la comunicazione di una nuova variante colore (Grey) che va a completare la gamma dei colori disponibili per Pebble, portando la scelta disponibile a 5 varianti: Jet Black, Artic White, Cherry Red, Orange e appunto il neonato Grey. Io rimango fedele alla colorazione nera, meno evidente e sempre classica, ma ammetto che anche il modello bianco è molto molto bello :-)

L’ultima annotazione riguarda l’apertura di un account sul sito di Pebble, che servirà sicuramente dopo per registrare il proprio orologio e accedere al panello di configurazione generale (come accade per Wimm One o per i’m Watch con il suo i’m Cloud). Tutto procede dunque e sembra anche in maniera piuttosto spedita, i test sono frenetici e ce lo testimoniano anche le immagini che il team rende disponibili a questo indirizzo.

A presto per altre news sul piccolo smartwatch Pebble!

Vota questo post
Pebble, Pebble, Pebble! ultima modifica: 2012-09-06T10:57:00+00:00 da Stefano Ratto

5 Responses to Pebble, Pebble, Pebble!

  1. Paolo scrive:

    Ciao Stefano, scusa l’ot… ho visto su androidworld che la Casio sta sviluppando degli orologi che saranno compatibili con i dispositivi Android, una specie di smartwatch…
    Tu che sai tutto su questo mondo, sai dirmi qualcosa in più?!?!?
    Grazie e buon week end!! :-)

    • Singsong scrive:

      Ciao Paolo,
      ho visto i Casio, volevo anzi approfondire un po.
      Mi sembrano un ottima alternativa per chi ama quel genere di orologio che conta tanti estimatori davvero (anche io ne possiedo uno :-) )
      Faro’ sicuramente un post al riguardo, grazie della segnalazione.

  2. Manuel scrive:

    preordinato il pebble, l’unico che mi ha davvero convinto….speriamo che funzioni correttamente con l’iPhone….

  3. […] di sviluppo di Lockitron ha diffuso la notizia dell’integrazione dei propri sistemi con lo smartwatch Pebble, che potra’ comandare periferiche, luci o altro collegato ad una presa, e naturalmente aprire […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -