Pebble in pre produzione, ormai ci siamo.


Tantissime novità compongono l’update numero 21 diramato dal team di Pebble.
Dopo qualche tempo di attesa finalmente viene comunicato che lo smartwatch Pebble è ormai in una fase di pre-produzione e sta affrontando gli ultimi test di funzionamento in condizioni particolari.
Tanto per elencarvene alcuni, i test includono immersioni in acqua salata, prove di abrasione, resistenza del cinturino alla trazione e altre operazioni di questo genere. Eric Migicovsky annuncia nel video che vedete, che questa pre produzione dovra’ portare a breve alla produzione massiva…..siamo agli sgoccioli!

Tra le altre cose possiamo apprezzare l’estrema cura del particolare. Certo e’ che l’intenzione dei ragazzi di Pebble e’ di creare un prodotto perfetto e mi pare che lo sforzo (considerato che si tratta di un gruppo di ragazzi che si e’ trovato a gestire una “roba grossa”) e’ davvero enorme! Per esempio e’ interessante sapere che per i Pebble vengono testati con hardware differenti per quello che riguarda vibrazione e retroilluminazione, questo per trovare la soluzione migliore per “comporre” l’ orologio, sotto tutti i punti di vista: peso, ingombri, consumi.

Ogni scelta si ripercuotera’ sul prodotto finale e non sara’ piu’ modificabile quando il piccolo orologio con display e-ink uscira’ da questa fase. Sul versante software le cose sono meno delicate sicuramente. Pebble potra’ essere aggiornato (anche se ancora non conosco le modalita’ per farlo) e ogni eventuale bug del suo firmware potra’ essere sistemato anche dopo il rilascio ufficiale. Per quello che ho avuto modo di vedere il software che muovera’ lo smartwatch sara’ gia’ abbastanza maturo e completo, anche nella sua prima versione.

Ecco quello che dichiara Eric al termine della descrizione di questo nuovo update.

Prima di entrare nella fase di produzione di massa (cioè l’effettiva produzione di tutti gli 85.000 Pebble), abbiamo diversi test di configurazione da completare. Definiamo una “build” di prova quando arriviamo ad ottenere l’intera linea di assemblaggio sul posto e la fabbricazione/montaggio di un “batch” di demo (normalmente intorno al 50-300 esemplari) di Pebble. Questi test Build ci danno la possibilità di testare il processo di fabbricazione fino alla fine, trovare eventuali problemi, nuove soluzioni di test ed eliminando i bug possibili. Queste sono le nostre principali opportunità di rivedere il tutto e risolvere le difficoltà eventuali o i problemi con il disegno o con il processo di fabbricazione, e’ per questo che siamo particolarmente diligenti e attenti in questa fase.

E’ chiaro il messaggio, anche se ancora una data finale non ci viene comunicata e questo rimane l’unico punto ancora da definire. Certo, tanto di cappello per la serieta’ che sta dimostrando questo team….peccato non avere ancora questa essenziale informazione. Credo comunque che a breve anche su questo ultimo elemento verra’ tolto il riserbo.

 


Vota questo post
Pebble in pre produzione, ormai ci siamo. ultima modifica: 2012-10-13T16:17:43+00:00 da Stefano Ratto

5 Responses to Pebble in pre produzione, ormai ci siamo.

  1. Has scrive:

    Ciao. Grazie per il tuo articolo e per la spiegazione-traduzione di tutto il contenuto del video. Ho letto,però che parli di retroilluminazione. È corretto?
    Ciao:…

    • Singsong scrive:

      Si, e’ retroilluminato!
      Se no di notte non si legge una cippa :-)
      Ma dato che il display e’ a matrice di inchiostro come gli ebook reader, e’ un’illuminazione un po’ particolare (praticamente da sopra, non da sotto).

  2. […] per display e altro ancora. Il primo esempio di smartwatch davvero innovativo lo avremo con Pebble, che affronta questo tema nella maniera corretta. Non ha caso il suo esplosivo successo […]

  3. […] condiviso dal team di sviluppo di Pebble. L’orologio, dopo l’assemblaggio finale che abbiamo visto la volta scorsa, è stato accuratamente osservato ai raggi X grazie all’ausilio di uno speciale macchinario, […]

  4. […] report sulle attività del suo team, Eric ci mostra questa volta il box con il quale sarà inviato Pebble presso tutte le abitazioni di quelli che gli hanno dato fiducia nella fase di crowdfunding su […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -