i’m Watch, focus video su aggiornamento 0.6.0

Approfitto di questo ultimo rilascio 0.6.0 per proporvi un approfondimento video su i’m Watch, non tanto su singole funzionalità ma sullo stato dei lavori e sull’avanzamento dello sviluppo di questo smartwatch verso la sua maturità e verso la piena promozione del mercato. Non solo i numeri delle vendite sono importanti, lo è anche la soddisfazione della propria clientela. E certo che lo sforzo del team di i’m Watch è teso a migliorare l’esperienza d’uso di uno smartwatch che ha fatto tanto parlare di se, per molti motivi.

Con questo ultimo rilascio i passi avanti ci sono, i’m Watch ha ricevuto alcune implementazioni importanti tra i quali il registro delle chiamate e una maggiore stabilità della connessione bluetooth. A proposito di questa è importante sottolineare il fatto che le prestazioni dell’orologio vanno di pari passo con quelle dello smartphone al quale è collegato. Se quest’ ultimo ha un comparto bluetooth scadente, sarà scadente anche l’esperienza d’uso che l’orologio sarà in grado di regalare. Questo è un dato di fatto, riscontrato anche nella mia esperienza personale. Per cui è importante sapere che chi si vuole dotare di un i’m Watch consideri e verifichi la compatibilità e la presenza soprattutto del protocollo di tethering bluetooth.
Quella che deve essere maggiormente curata è senz’altro la qualità della chiamata vocale che offre ancora una performance piuttosto scadente. La voce arriva distorta e a volte a scatti, per cui è difficoltoso poter sostenere una conversazione anche in ambienti relativamente silenzioni. La resa con iPhone sembra essere di maggiore qualita’, anche se vengono segnalati problemi con il volume.
Concludendo, come ho avuto modo dire nel video, la direzione intrapresa e’ senz’altro quella giusta, e’ necessario che lo sviluppo delle piccole applicazioni riprenda (sono infatti ferme alla versione del primo rilascio) perche’ il valore aggiunto di un oggetto come i’m Watch e’ sicuramente nella qualita’ e nella completezza dei servizi che sa offrire.

Per fare un esempio banale, che ho usato anche nel video, e’ inutile ricevere una notifica da Twitter se non e’ possibile nello stesso istante compiere una qualche azione come fare RT o salvare il tweet tra i preferiti, se non addirittura rispondere. Questo vale per i social come per le mail o i messaggi in genere. Il concetto e’ che e’ necessario scendere oltre la superficie, fare in modo che lo smartwatch possa essere riconosciuto come un oggetto utile e non solo come un costoso accessorio. Se si riuscira’ ad affermare questo sara’ un sostanziale passo in avanti.

Buona visione e aspetto i vostri commenti :-)

 

Vota questo post
i’m Watch, focus video su aggiornamento 0.6.0 ultima modifica: 2012-11-11T01:14:07+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -