i’m Watch presenta la sua rivoluzione: al CES2013 tutte le novita’

Questa volta davvero abbiamo fatto il pieno, e i’m spa ha voluto dimostrare a tutti che il suo nuovo dogma sara’ la puntualita’.
Nel momento stesso in cui si dava inizio al keynote al CES2013 di Las Vegas, e’ stato infatti aperto il nuovo portale imsmart.com che contiene la rinnovata gamma dei prodotti della casa di smartwatch vicentina e soprattutto quello che a Las Vegas sono andati a presentare i fondatori di i’m Watch Manuel Zanella e Massimiliano Bertolini: i’m Droid 2

Cioe’ la versione riveduta, corretta e potenziata del sistema Android che muove lo smartwatch italiano. Gia’ da oggi disponibile al download e’ stata immediatamente installata sul mio orologio.
Le modifiche si vedono, si sentono e si pesano tutte. Nei laboratori di i’m spa e’ stato fatto sicuramente un grande sforzo di sviluppo e test, lo dico con cognizione di causa facendo parte di un settore come quello dell’ IT che nei suoi tempi e’ piuttosto spietato.

Gran lavoro dunque sul SO che beneficia di una serie importanti di variazioni e integrazioni. Intanto all’avvio viene richiesta la calibrazione dei sensori di i’m Watch, bussola e accelerometro. Ci consentiranno appunto l’uso di una bussola magnetica dal funzionamento ineccepibile (gia’ testata) e di poter compiere azioni come il rifiutare una chiamata scuotendo il polso. Poi arrivano tante piccole app a contorno, come la graditissima Instagram (che, a differenza di Facebook, uso molto e con grande soddisfazione), la simpatica i’moticon, che registrando il proprio numero di telefono consente di mandare faccine ad altri i’m Watch in giro per il mondo (se ce ne sono tra i vostri contatti, pero :-) ).

E davvero tante altre cose compresa una interfaccia grafica totalmente rivoluzionata, piu’ immediata e chiara e dall’aspetto elegante. L’ottimo display  da 240×240 px e 1,5 pollici di diagonale (peccato si debba spegnere) aiuta davvero molto.

Cambia tutto anche per i’m Cloud, la piattaforma che consente di organizzare e configurare i servizi resi dalle piccole app. Rimane la logica della prima versione ma adesso appare tutto piu’ completa e fluida. Praticamente si esegue (via smartphone, tablet o pc) l’accesso ai diversi account (Twitter, Facebook, Mail, Instagram,..), quando l’orologio esegue una sincronizzazione abilita di conseguenza la app collegata. Tutto piuttosto semplice anche se al momento sono solo riuscito a eseguire l’accesso via smartphone e non via pc.

Andiamo avanti con le novita’ perche’ ce ne sono davvero tante! Tra le altre cose troviamo infatti un importante contenuto aggiuntivo, i’m Market. Alla pari dei fratelloni smartphone anche i’m Watch adesso ha un suo piccolo Market dedicato dove e’ possibile scaricare tools e utility, create da

sviluppatori indipendenti. Siamo all’inizio ma c’e’ gia’ una discreta scelta che va dalle web cam IP ai convertitori di valuta. Le prove che ho fatto sino a questo momento hanno dato tutte buon esito, per cui qualitativamente sicuramente ci siamo.

Ci sara’ molto da scoprire ancora e molto da testare, ma le prime impressioni non possono essere altro che positive. Spesso sono stato critico con la giovane casa vicentina che ha rischiato uno scivolone proprio in fase di avvio, ma questo keynote ha dimostrato un livello di maturita’ che forse non tutti si sarebbero aspettati.

Un’altra novita’, piuttosto interessante, e’ stata la presentazione del dispositivo di localizzazione i’m Here. Si tratta di un piccolo localizzatore GPS dotato di una micro sim (non abilitata ai dati) che grazie la protocollo USSD (Unstructured Supplementary Service Data) consente di essere interrogato in qualsiasi momento per l’invio della localizzazione e puo’ accompagnare persone o oggetti indifferentemente (ma dove diavolo sara’ finita la mia valigia?? :-) ) e nel panorama internazionale e’ sicuramente da ritenersi un elemento originale. Sara’ in vendita, a partire da Maggio, a 129€.

Vi lascio al video su i’m Here e vi aspetto per i prossimi approfondimenti che seguiranno a brevissimo. Tenteremo di capire quanto e come e’ cambiato i’m Watch, avvicinando come di consueto la lente verso i particolari nascosti.

A presto!

Vota questo post
i’m Watch presenta la sua rivoluzione: al CES2013 tutte le novita’ ultima modifica: 2013-01-09T01:37:28+00:00 da Stefano Ratto

10 Responses to i’m Watch presenta la sua rivoluzione: al CES2013 tutte le novita’

  1. Macangie scrive:

    Una sola
    Preordinato 3 mesi prima con pagamento anticipato, testato 10 gg, un macello.
    Durata batteria neanche un giorno, trasferimento rubrica incompleto, impossibile chiudere telefonata, audio schifoso. Rispedito con diritto di recesso sono 2 mesi che aspetti l’ accredito. A voi l’ardua sentenza!!!!

  2. Martino Roberto scrive:

    ognuno ha la propria storia.. io mi trovo a meraviglia con il mio smart watch i’m e l’aggiornamento di ieri sera.. l’ha davvero rinnovato! E’ una figata!

    • smartwatch_ita scrive:

      In realtà hanno rinnovato davvero tanto, ora ci sono molti più contenuti e applicazioni.
      La batteria è una delle cose che non mi sentirei di criticare, ha una durata sufficiente per coprire la giornata e la rubrica (circa 200 nominativi) mi si è aggiornata senza difficoltà.
      Sulla qualità della chiamata do ragione a @Macangie perchè ancora la trovo pessima anche se non capisco se è un problema del mio orologio o è comune anche ad altri.
      Voi riuscite a sostenere una conversazione dall’orologio?

  3. LucaS888 scrive:

    Opinione da non possessore, il prodotto mi è sempre sembrato interessante e piacevole, fisicamente ben realizzato soprattutto per essere la prima versione.
    Quel che è stato il suo punto debole è il software.
    Ora il miglioramento è si evidente rimane però la domanda fondamentale, cosa fa di più dello smartwatch sony ?
    Onestamente non vedo nulla, non ha reali funzioni in più, necessita comunque dello smartphone per la connessione 3G, se capisco bene può farne a meno sotto copertura wifi ma questo che reali benefici comporta ?
    L’uso come lettore mp3 è limitato dalla memoria (in attesa un modello con slot microsd) e comunque con gli smartphone odierni è un’uso che vedo difficile.
    Addirittura per la gestione delle mail il prodotto sony è stato sempre nettamente avanti.

    Il plus è la connettività con ios (comunque limitata), scelta puramente aziendale dato che nulla vieterebbe a sony di realizzare un app per far dialogare il suo smartwatch con i prodotti apple così come fa peeble e i’m watch.
    E a questo punto i 200 euro (e più considerando lo street price del prodotto sony) diventano un concreto elemento di scelta.

    Insomma avrei visto meglio un i’m watch con modulo 3G e con un uso pienamente stand alone dello smartwatch.

    In ogni caso il futuro è ancora aperto e la nuova versione del s.o. è un segno apprezzabile della volontà di proseguire.

    • smartwatch_ita scrive:

      Ottima analisi. Credo che a scelta al momento sia solo condizionata dal gusto. i’m Watch e’ un prodotto ben confezionato (anche se le scritte sopra gli snodi del cinturino stanno scomparendo), solido, che si indossa con disinvoltura. Adesso ha ricevuto una discreta iniezione di contenuti per cui il su appeal e’ aumentato di molto. Rimangono i problemi della connessione bluetooth (prima impressione solo dopo un giorno, ma mi sembrava piu’ stabile la prima versione!) e la qualita’ della chiamata che a me pare davvero pessima. Attendo di capire se e’ un problema del modello che ho io oppure se fanno tutti cosi’.

      Adesso vediamo Pebble, purtroppo lo streaming non era accessibile, vedremo i video che verranno caricati.

      Ciao!

  4. andrea scrive:

    Aggiornato anche io e come voi noto grande miglioramento nell’interfaccia e il market ma il solito problema in chiamata. A me non funzionano neanche i messagggi in quanto mi dice non supportato, ma è sicuramente un problema del telefono al quale, per poterlo utilizzarre con i’mwatch, ho dovuto sostituire la rom originale con una versione di android 4.0.4.

    • smartwatch_ita scrive:

      Ciao Andrea. I messaggi anche a me non funzionano nonostante un Xperia S con ICS stock
      Per cui ho il presentimento che con Android la notifica dei messaggi non funzioni.
      Poco male perchè io li uso tantissimo. Sarebbe interessante se implementassero WhatApp ma con notifiche push, con così come sono adesso in base ala sincronia.
      Miglioramenti ce ne sono, vediamo i prossimi sviluppi.
      Ma se ti posso chiedere, la chiamata vocale com’è? Sul mio praticamente inutile…..

  5. Philsan scrive:

    La vibrazione l’hanno aggiunta? :-)

  6. […] Droid 2 ha fatto il suo debutto solo da qualche giorno, è adesso alla prova dei fatti (molto pratica) dei suoi utilizzatori. Ha portato con se, come una […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -