Facebook Now, lo smartwatch dedicato al social

I concept hanno l’innegabile merito di aprire porte e scenari rivoluzionari. Certo sviluppare un prodotto su carta non pone limiti, soprattutto di natura tecnica, però è quella che viene chiamata “imbeccata” che porta il vero valore aggiunto. Cioè il senso di un’idea o una prospettiva diversa portano a percorrere strade nuove che fino a quel momento non si erano considerate percorribili.

L’esempio calzante è proprio lo studio di questo Facebook Now. Uno smartwatch fortemente connotato ( e predisposto) per accedere a una determinata piattaforma, in questo caso l’amato/odiato social che ha raggiunto e superato il miliardo di utenti nel mondo. Molti sono gli affezionati utenti di Facebook anche in Italia, dove si contano circa 23 milioni di account. Una persona su tre, senza considerare l’ovvia esclusione di neonati e persone anziane, è davvero un risultato incredibile.

Allora perchè non pensare a un device molto personale,come lo sono le informazioni contenute e racchiuse nei nostri account in rete, da indossare e tenere sempre con se. Sganciato dallo smartphone e dalla sua infinita gamma di utilizzi, permetterebbe di racchiudere in un ambiente a se tutte le notifiche, le foto in arrivo, i “mi piace” e i contatti che invece siamo soliti consultare sul cellulare. Oltre a questo logicamente potrebbero essere integrate altre funzionalità (compatibilità con ANT+ e NIKE+) e altre applicazioni che ne estenderebbero l’utilizzo.

Come dicevo prima, le informazioni tecniche allegate a questo studio sono poche ed è giusto che sia così. Come abbiamo visto recentemente con un possibile smartwatch Google (senza contare iWatch, forse davvero prossimo) quello che conta è l’idea di fondo e la filosofia sulla quale viene basato un progetto, un’idea. Nell’ambito dell’estrema personalizzazione sicuramente lo smartwatch ha ragione di essere, un pò perchè nella nostra cultura e non solo, l’orologio ha sempre rappresentato qualcosa di estremamente personale.

La cosa più logica effettivamente è poterlo usare come veicolo per accedere alla vita virtuale che ognuno di noi ormai ha e che rappresenta solo un’estensione, un completamento della vita “reale”.

Tra le altre caratteristiche, lo smartwatch Facebook Now vanta la capacità di ricaricarsi grazie al movimento e all’attrito sulla pelle. Una speciale batteria riesce infatti a ricaricarsi con il calore sviluppato dal corpo, e lo fa con una serie di piccoli trasmettitori posti nel retro della cassa, come vedete nell’immagine. Davvero affascinante!

 

Affascinante. La batteria si ricarica grazie al calore naturale del corpo.

Vedremo se qualcuno raccoglierà il suggerimento. Certo è che siamo forse all’inizio di una nuova stagione per quelli che erano conosciuti come orologi e che si sanno configurando come i possibili compagni e assistenti che ognuno di noi si porterà appresso da qui in avanti…

Fonte: t3n.de

About Stefano Ratto

Divoratore da sempre di tecnologia, servizi in mobilità e smartphone. Seguace di Google e Android dagli albori. Amo viaggiare, bere buon vino e mangiare bene, la mia mission è quella di conciliare i ritmi di vita antichi con la tecnologia più spinta. Ci riuscirò? :-)

Ti potrebbe anche interessare:

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -