Neptune Pine, lo smartwatch totale

Non si ferma la febbre da smartwatch e quasi ogni giorno qualche novità si presenta sui nostri schermi! Il fenomeno degli “orologi intelligenti” è sempre più evidente anche agli organi di stampa piuttosto che ai siti specializzati nell’elettronica di consumo e in nuove tecnologie. Oggi è la volta di uno smartwatch davvero superlativo, con un contenuto tecnologico talmente elevato da farsi venire qualche dubbio. Ma il suo sito molto ben documentato è in grado di fornirci tutte le informazioni su questo nuovissimo Neptune Pine e tante altre notizie a corredo. Vediamolo un pò più da vicino.

Neptune Pine è il primo smartwatch totalmente indipendente dallo smartphone, per cui risulta essere un ibrido tra un watch phone (con modulo telefonico)  e uno smartwatch con funzionalità molto avanzate. Per consentire l’accesso alla linea voce e ai dati in mobilità adotta uno slot per micro-SIM (come iPhone e tanti altri smartphone di ultima generazione). Pine ha le stesse caratteristiche e capacità di uno smartphone, per cui non bisogna scendere a compromessi nell’utilizzarlo. Può fare e ricevere telefonate, girare video, scattare foto, controllare la tua e-mail, navigare sul web, farti ascoltare la tua musica e molto altro, tutto autonomamente  e senza la presenza di uno smartphone.

Sul sito sono presenti un buon numero di rendering che mostrano la veste dell’orologio. Molto sobrio e pulito anche se dotato di un display dalle dimensioni generose (almeno 2”) ha una USB nella terminazione del cinturino (proprio come oggi vediamo sul Vapirius AX). Vicino a uno degli angoli smussati della cassa trova posto una fotocamera da 3,2 Mpx che sarà in grado di assicurare scatti qualitativamente discreti. Come da manuale, questo Neptune Pine è dotato di sensori per la rilevazione della temperatura corporea, il battito cardiaco, contapassi, calorie bruciate e tutto quello che serve per un monitoraggio costante del corpo durante l’attività sportiva.

Parliamo di connettività. Il Pine è dotato praticamente di tutto quello che si può desiderare: quad-band GSM, 3G, 802.11 Wi-Fi, GPS, e Bluetooth 4.0, bussola digitale e radio FM. Logicamente tutto questo doveva essere governato da un sistema operativo in grado di farlo velocemente e che avesse tutti gli strumenti a disposizione. Per questo arduo compito è stato logicamente scelto Android 4.0 ICS


Da ultimo leggo che adotterà una batteria da 800mAh agli Ioni di Litio capace di assicurare ben 5 giorni di stand by.

Questo progetto è solo all’inizio ed è appena partito lo sviluppo. Speriamo di ricevere update e news con buona cadenza, si tratta sicuramente di uno smartwatch molto ambizioso ma che se vedesse la luce farebbe la gioia di molti :-)

Come sempre vi terrò aggiornati, per ora se vi interessa potete consultare il sito ufficiale e pre ordinarlo alla (modica) cifra di $395 (spedizione esclusa!).

Vota questo post
Neptune Pine, lo smartwatch totale ultima modifica: 2013-01-22T15:40:30+00:00 da Stefano Ratto

9 Responses to Neptune Pine, lo smartwatch totale

  1. Nerio Zulberti scrive:

    Caro Stefano eccomi di nuovo qui’, dopo una lunga assenza,per motivi di salute,sono rientrato e vedo che ci sono grosse novita’, questo Neptune se sara’ realizzato sara’ una nuova pietra di paragone,le caratteristiche sono molto interessanti, il prezzo mi sembra abbastanza allineato con i suoi competitor

    • smartwatch_ita scrive:

      Caro Nerio,
      e’ un piacere averti ancora ospite :-)
      Spero che per te le cose vadano meglio e che i tuoi problemi siano risolti, me lo auguro davvero.
      Per quello che riguarda il Pine, e’ davvero notevole come caratteristiche e concettualmente mi ricorda l’AX ma in una veste evoluta, logicamente.
      Vedremo in futuro cosa verra’ comunicato e come sara’ lo sviluppo di questo Neptune.
      A presto!

  2. Nerio Zulberti scrive:

    Sarei curioso di saper cosa ne pensano David e Irene e se hanno qualcosa di nuovo che bolle in pentola

  3. smartwatch_ita scrive:

    Sono decisamente parte in causa, questo Neptune Pine sviluppa molti concetti già espressi con il Vapirius AX. Sembra la logica evoluzione.

  4. Nerio Zulberti scrive:

    In effetti anche se e’ un concept,ci sono alcuni dettagli che ricordano parecchio il Vapirius AX ,tipo la usb sul cinturino la batteria e’ di pari capacita’,sono curioso di vedere quale sara’ l’autonomia,se dovessi scegliere le caratteristiche,aggiungerei un bel display Oled

  5. irene scrive:

    Bentornato Sig. Nerio Zulberti, un augurio anche da parte nostra! I nostri laboratori sono sempre in fermento per sviluppare nuovi progetti. Lei e Stefano sarete i primi ad essere informati, e con largo anticipo, sui nostri futuri devices. Detto cio’ Vapirius AX resta il miglior orologio cellulare android anche per tutto il 2013. La concorrenza continua a proporre concept le cui caratteristiche appaiono interessanti ma alla fine non vengono messi in produzione per le difficolta’ tecniche e organizzative delle Aziende stesse. Dobbiamo quindi valutare attentamente cio’ che è effettivamente realizzabile e non solo concept che restano tali. Stefano giustamente ci informa su queste novita’ ma alla fine nel negozio sotto casa non le vedremo mai. Oggi internet ci illude sempre più su prodotti entusiasmanti in arrivo, corredati da filmati e immagini accattivanti che invogliano il lettore ad effettuare il preordine di un oggetto che in realta’ non vedra’ mai la luce o, peggio, non soddisferà le specifiche promesse.

  6. Nerio Zulberti scrive:

    Grazie per gli auguri Irene, continuo ad usare con soddisfazione il Vostro Vapirius,che suscita sempre un grande interesse in chi me lo vede al polso,certo i concept sono sempre interessanti,ma avere poi un prodotto realmente funzionante non e’ semplice,il Neptune e’ interessante perche’ rappresenta soprattutto una conferma che il Vapirius sta’ dando un grande impulso a chi decide di progettare nuovi device ,per quello che mi riguarda ,penso che il vero futuro siano i device stand alone ,gli smart sono interessanti ma nel mio caso preferisco un vero cellulare da polso, il fatto di avere un prodotto che in alcune funzione ne duplica un’altro non rientra nelle mie logiche

  7. irene scrive:

    Nerio hai colto pienamente la nostra filosofia; come dici tu, Vapirius AX e’ un punto di riferimento per molte aziende concorrenti. Gli stessi creatori di I’m watch hanno acquistato un Vapirius AX la scorsa estate, e altri nostri clienti, come il Dott. Fiorenzo Risari, ci hanno confermato di preferire i devices “stand alone” (Vapirius AX) agli smart watch, essendo questi ultimi troppo limitati.

  8. […] Pine infatti non e’ un marchio sconosciuto e da diverso tempo sto seguendo la sua evoluzione. Oggi accede alla piattaforma forse piu’ rappresentativa del […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -