Pebble: on line la prima review dello smartwatch e-ink

Ci sono siti nel panorama di internet che, per indubbi meriti, godono anche di qualche favoritismo e vengono visti con un occhio di riguardo. Non e’ il caso di questo microscopico blog, logicamente :-)
Parlo di mostri sacri come l’universalmente conosciuto Engadget che ha ricevuto un esemplare di Pebble praticamente il giorno stesso del lancio. E con la puntualita’ che li contraddistingue oggi gia’ possiamo leggere un’ottima (come di consueto) recensione tutta dedicata al piccolo e desiderato smartwatch con display e-ink.
La premessa alla review gira intorno al concetto che in molti si chiedono a cosa possa servire indossare un Pebble, quali i vantaggi. Innanzitutto si chiede: che cos’e’ Pebble?

 

Non e’ uno smartphone. Ed e’ meno sofisticato di quanto ci si possa aspettare, considerato che al momento consente di ricevere alcune notifiche, l’avviso delle chiamate in entrata, la lettura dei messaggi di testo. Naturalmente visualizzare l’ora.

Potrebbe davvero non servirvi, continua l’articolo, ma ha creato un’aspettativa talmente alta, ha riscosso un cosi’ grande successo, e’ nominato ovunque che ormai non e’ piu’ pensabile di avere “solo” uno smartphone

 

Nella sua analisi Engadget prende in esame la vestibilita’, che viene giudicata ottima grazie al peso contenuto e alla forma ergonomicamente corretta. Con il fatto che e’ resiste in acqua fino a 5 ATM, ci sara’ consentito tenerlo al polso in piscina, al mare o piu’ semplicemente sotto la pioggia (o la doccia).

Il segreto di Pebble pero’ risiede nella durata della batteria e nell’ottima leggibilita’ in qualunque condizione di luce, e tutto grazie al display e-paper che rappresenta un po’ la sua caratteristica piu’ innovativa.

Il giudizio finale non puo’ che essere positivo, Pebble al momento non ha tantissime funzioni e app ma quello che fa lo fa bene! Non si stupirebbe nessuno di vedere presto il piccolo smartwatch indossato su tanti polsi, ma questo dipendera’ da come questo giovane sistema operativo sapra’ evolvere e da quanto sara’ in grado di attirare sviluppatori terzi. Staremo a vedere, le premesse sembrano essere davvero buone :-)

Fonte: Engadget.com

Vota questo post
Pebble: on line la prima review dello smartwatch e-ink ultima modifica: 2013-01-26T01:06:34+00:00 da Stefano Ratto

7 Responses to Pebble: on line la prima review dello smartwatch e-ink

  1. Marco Di Meco scrive:

    Più passa il tempo più diventano banali. Sono loro stessi a dire che quest’orologio non ha mille funzioni, quindi perché non entrare, seppur rapidamente, nello specifico?
    Perché mostrare com’è fatto (visto 500 volte), come si aggancia il caricatore magnetico (visto 500 volte), i quadranti differenti (visti 500 volte)?
    Sarebbe simpatico da vedere come si comporta con le mail in HTML (non le visualizza per niente? Visualizza solo l’oggetto? Visualizza solo l’oggetto e poi sotto schermata vuota?)
    Notifica solo SMS inviati tramite la rete telefonica oppure anche quelli via connessione dati come succede con iOS tra due dispositivi Apple?
    Chi vivrà vedra! 😀

    Bello comunque, mi piace la scelta del display E-paper e la non aggiunta di fronzoli inutili. Spero nell’implementazione delle notifiche di altri programmi di messaggistica e dell’abilitazione del Bluetooth 4.0 per i dispositivi supportati.

  2. Marco Di Meco scrive:

    Lascio un aggiornamento:
    “It has full text notification in IOS 6.x. There were quite a few feature updates in IOS in this release. ”

    Ottimo!

  3. Martino Roberto scrive:

    io aspetto un “pebble vs i’m watch” 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -