Pebble ritarda ancora ma permette di cambiare colore

Nuovi guai per Pebble, l’innovativo smartwatch con display e-paper. Viene infatti comunicato che causa un problema rilevato sulle plastiche della cassa, la produzione dei modelli colorati subirà notevoli ritardi.

Al momento infatti sono stati tutti prodotti i modelli black (circa 55.000) e praticamente tutti sono stati spediti. Ma il team di Pebble si trova adesso in magazzino fermi un buon numero di smartwatch neri per cui ha preso la lodevole decisione di permettere il cambio di colore consentendo a chi aveva prenotato una versione diversa dal nero di cambiarlo ora con quest’ultimo.

Io attendevo speranzoso il mio Grey (bellissimo) ma a questo punto non potrò far altro che accontentarmi del Black. Ho immediatamente aderito, anche perchè la mia intenzione era (è) quella di proporre una completa recensione e un buon numero di approfondimenti mirati sul piccolo smartwatch americano, per cui il colore è a questo punto un elemento di second’ordine. Non la pensano però come me un buon numero di persone che hanno postato il loro disappunto in fondo all’ultimo post pubblicato sulle pagine di KickStarter.

In tanti infatti ritengono inaccettabile un problema di questo tipo e tanti (non senza ragione) si sarebbero aspettati a questo punto di indossare il proprio Pebble a quasi un anno dalll’ “acquisto”. Il problema delle versioni colorate pare sia da ricondurre a un materiale plastico che non riesce ad essere trattato come si dovrebbe o che comunque richiede una certa preparazione delle superfici. Non ho approfondito molto la questione perchè nella sostanza la ritengo abbastanza secondaria. Il problema vero è che chi legittimamente volesse la versione colorata dovrebbe aspettare ancora diverse settimane…..anzi, per le versioni Grey e White il tempo di attesa non è quantificabile, al momento.

Insomma, per questo Pebble sicuramente più luci che ombre (consiederati i 50.000 e passa esemplari spediti) ma qualche problemino viene su a increspare la superficie. Per i ragazzi da 10 milioni di dollari qualche piccola difficoltà c’è stata, ma da parte mia sono contento che abbiano offerto la possibilità di cambiare versione. A questo punto tra 1/2 settimane dovrei entrare in possesso dell’agognato orologio.

Vedremo…..

Vota questo post
Pebble ritarda ancora ma permette di cambiare colore ultima modifica: 2013-04-10T13:03:24+00:00 da Stefano Ratto

8 Responses to Pebble ritarda ancora ma permette di cambiare colore

  1. Marco Di Meco scrive:

    Non penso che il colore sia una questione cruciale. Certo l’aspetto esteriore di un oggetto che si indossa conta, ma quello che mi fa arrabbiare di Pebble è che, sostanzialmente, con iOS non funziona o funziona molto male. È probabile che se non risolveranno i problemi per i clienti (non i backers, io ho preordinato), annulleró il mio ordine.

  2. non per deprimerti, ma più che 1/2 settimane temo dovrai aspettare 1/2 mesi.
    Il mio Pebble (nero) è partito da singapore il 20 marzo ed è arrivato a linate il 12 aprile dove sta (spero) per essere “lavorato” alla dogana. Conto di averlo entro una settimana, ad un anno giusto dall’ordine

  3. smartwatch_ita scrive:

    Almeno tu sai di riceverlo, per me è notte fonda….non partirà mai!

  4. domenico scrive:

    ciao, dal preorder all’arrivo quanto tempo è passato?

  5. […] mezzi inadeguati per la produzione e l’inesperienza finiscano per combinare un pasticcio. Con Pebble ci siamo scottati davvero tanto (e in tanti) e l’enorme ritardo accumulato (nell’ordine […]

  6. […] dal 31 Luglio al 7 Settembre) per cui i tempi si stanno pericolosamente avvicinando a quelli che a suo tempo aveva maturato Pebble (12 mesi giusti). Il risultato per quest’ultimo poi era stato notevole […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -