Pebble smartwatch, la recensione definitiva

Come avevo promesso è arrivato il momento di mettere sotto osservazione Pebble e di condividere con voi tutte le impressioni. Tanto è stata lunga ed estenuante l’attesa, quanto è grande la soddisfazione di poterlo usare e verificarne le potenzialità.
Intanto va detto che Pebble interpreta nel modo più corretto il suo essere smartwatch. Nessuno spazio a orpelli e funzionalità particolari, come nessuno spazio fisico è stato concesso per elementi hardware come microfono, fotocamera, speaker. Il tutto è ridotto all’essenza per regalare un’esperienza d’uso semplicissima e immediata.

[VIDEO REVIEW PEBBLE SMARTWATCH  NON PERDETELA!]

A proposito dell’ hardware facciamo un breve riassunto. Quattro pulsanti fisici, uno sul lato sinistro e gli altri tre sul lato destro. Accendere l’orologio  è un’operazione semplice, basta tenere premuto un qualsiasi pulsante per due secondi. L’accensione è immediata, in meno di un secondo Pebble sarà pronto e connesso. Per spegnerlo si naviga nel menu Settings fino alla voce Shutdown, lo spegnimento è altrettanto immediato. I pulsanti dicevo hanno questo uso: l’unico pulsante a sinistra serve per tornare indietro di un passo quando si utilizza una app o si naviga nei menu. Sulla destra i pulsanti in alto e in basso servono per scorrere avanti e indietro la selezione, il pulsante di centro (più piccolo) per conferma. Il feedback alla pressione è ottimo, i pulsanti hanno una breve corsa ma sono piuttosto rigidi, difficile premerli senza volerlo.

Pebble interpreta nel miglior modo possibile lo spirito di uno smartwatch

Del display abbiamo parlato più volte nel corso del tempo e la sua resa è superiore a quel che mi aspettassi, anche per la presenza di una gradevole retroilluminazione neutra e ben diffusa su tutta la superficie. La leggibilità è assoluta in qualsiasi condizione di luce. Ultimo elemento da considerare è il plug (se così vogliamo chiamarlo) di ricarica che utilizza dei contatti megnetici per tenere ritenuto a se il connettore, che rimane nella posizione corretta grazie a un piccolo aggancio a forma di mezza luna.

Andiamo ad accenderlo: è cosa  velocissima attivare Pebble dal momento in cui si tira fuori dalla sua scarna confezione con la quale è stato spedito. Gli elementi per personalizzarlo stanno esponenzialmente aumentando di numero e disponibilità soprattutto da quando il team di sviluppo dell’orologio ha rilasciato l’ SDK che consente un integrazione più completa tra Pebble e lo smartphone. La possibilità che ha adesso l’OS del piccolo smartwatch di richiedere aggiornamenti e inviare comandi al cellulare, amplia di molto le possibilità di utilizzo e la ricchezza di informazioni alle quali si può accedere osservando il piccolo display.

Pebble – Particolare dei contatti magnetici per la ricarica

Già adesso comunque Pebble è in grado di soddisfare pienamente chi lo usa appunto perchè è in grado di raccogliere tutte le notifiche e gli avvisi che vengono inviati dal mondo esterno allo smartphone. Ci sono diverse applicazioni disponibili sugli store dei diversi OS (Android e Apple) che ampliano e completano quello che già fa nativamente l’app principale, chiamata anch’essa Pebble. Possiamo aggiungere dettagli e integrare informazioni anche da altri canali (usando per esempio il sito IFTTT e la app Pushover, della quale parlerò in un’altra occasione).
Di seguito alcuni badge delle app per Pebble già testate e perfettamente funzionanti:

Pebble OLD VERSION

Canvas for Pebble
Developer: Steve Penna
Price: Free

Pebble Phone Ringer Switcher
Developer: Faruq Rasid
Price: Free

The app was not found in the store. :-( #wpappbox

Links: → Visit Store → Search Google

Calendar for Pebble
Developer: William Heaton
Price: Free

Pebble per cui non ha un suo market dedicato, come altri competitor, ma “sfrutta” quelli ufficiali dei maggiori sistemi operativi per dispositivi mobili. Il vantaggio è quello di poter accedere a piattaforme già conosciute e universalmente diffuse. Oltre alla sostanza è diversa anche la logica fra smartwatch come Pebble e altri (per esempio i’m Watch). Le app non sono residenti e installate sull’orologio ma direttamente sullo smartphone che poi invia una sua “estensione” all’OS di Pebble, che poi consente l’interazione. Un esempio fra tutti è quello di RunKeeper (del quale ho parlato qui) e rende bene l’idea.

Gli elementi vincenti di Pebble

Tornando ai contenuti di Pebble, è facile riuscire ad evidenziare i suoi punti di forza:

  • Grande autonomia
  • Leggibilità in ogni condizione di luce
  • Peso e ingombro
  • Community di sviluppatori in grande crescita
  • Impermeabile all’acqua fino a 5 ATM
  • Velocità e semplicità d’uso
  • Affidabilità

Pebble Kickstarter Edition

Per quello che riguarda l’autonomia potrò essere più preciso tra qualche tempo, ma ho caricato Pebble una sola volta appena ricevuto e da allora sono passati 6 giorni [UPDATE: mostra lo stato della batteria adesso dopo esattamente 7 gg.] durante i quali l’orologio è rimasto acceso dalle 7 del mattino fino a circa mezzanotte, riceve qualche decina di notifiche durante il corso della giornata ed è impostato sulla luminosità solo alla pressione di un tasto (è possibile anche attivare la luminosità con la rotazione del polso). Evidentemente non mi posso che dichiarare soddisfatto su questo aspetto che è tutt’altro che secondario. Molti infatti (giustamente) vedono come grande limite il fatto di doversi preoccupare della carica anche dell’orologio, dopo che giornalmente è obbligatorio gestire smartphone, tablet e altri dispositivi.
Il display in tutto questo ha logicamente il suo peso. Dichiarato come display e-paper (per cui assimilabile a quello di un qualunque ebook reader) appare in realtà quasi una via di mezzo tra quest’ultima tecnologia e un classico LCD. Considerato oltretutto che la retroilluminazione non potrebbe essere tale con un e-ink (non è possibile illuminare da dietro un display di quel tipo) mi chiedo quale coniglio abbiano tirato fuori dal cilindro! Senza addentrarci troppo nei tecnicismi, do merito ha chi lo ha progettato perchè il display ha una resa ottimale in qualsiasi condizione di luce (anzi sotto la luce diretta del sole da il meglio di se). La stessa retroilluminazione che menzionavo prima è assolutamente uniforme e neutra su tutta la superficie del display.

Tutto questo per un ingombro minimo (Pebble è più piccolo di un qualsiasi altro mio orologio classico..) e un peso che sfiora i 40 gr. Credo che meno di così non si potesse ottenere, e mi chiedo dove trovi posto la tecnologia di cui è composto…
La sua impermeabilità poi lo rende adatto a qualsiasi uso all’aria aperta. Senza dover necessariamente aver l’esigenza di portarlo in piscina o al mare, non ci dovrà spaventare uno scroscio di pioggia durante una corsa o banalmente potremo tenerlo al polso durante la doccia, magari perchè stiamo aspettando una mail o un messaggio importante :-)

Aggiornare Pebble? Semplice e immediato

Tormando a uno degli argomenti iniziali è importante poi parlare dell’immediatezza di uso dell’orologio. Non è necessario collegarlo ad altro che alla sua app di riferimento (chiamata appunto Pebble) grazie alla quale riceve gli update che possono essere acquisiti anche con QRcode o con semplici collegamenti del browser (lo vedrete nella video review che mettrò on line a breve). Scelto cosa installare (per adesso semplici watchface e qualche piccola app) sarà sufficiente qualche secondo per averlo sull’orologio, senza sincronizzazioni di sorta o problemi di accesso.

Gli stessi update del sistema operativo di Pebble vengono gestiti dalla app di riferimento. Alla prima accensione è stato eseguito l’aggiornamento all’ultimo rilascio 1.10.2 (come prima operazione) ed è durato solo pochi istanti.
E qui arriviamo all’ultimo punto della lista: affidabilità
Da quando lo uso non è andata persa nemmeno una notifica. Non so esattamente se mai Pebble perda la connessione dallo smartphone, non c’è avviso di sorta (a parte lo stato della notifica visibile sulla barra dello smartphone stesso) ma non è ancora successo che non riesca a raccogliere una notifica. Fino a questo momento la sua affidabilità si attesta a un tondo 100%, per cui non si può che riconoscere la bontà della progettazione software del suo sistema, sotto questo aspetto.

Credo si sia capito che questa è una promozione su tutta la linea, la conferma ultima di ottimi presupposti che si sono concretizzati in un prodotto che fa della sua semplicità un elemento di forza. Ma che allo stesso tempo mostra profondità e potenzialità davvero uniche. Per chi volesse oggi dotarsi di uno smartwatch che non sia un semplice orpello da mostrare ma un oggetto utile e che sappia rendere meno ansioso il lato digitale delle nostre vite, aiutandoci a non perdere nessuna comunicazione (o a riceverla in ritardo) , non può non considerare l’idea di mettersi in coda ed effettuare un bel preorder.
Non credo davvero che ne rimarrà deluso 😉

[UPDATE] Pebble smartwatch è ora in vendita anche sullo store di Amazon.

Vota questo post
Pebble smartwatch, la recensione definitiva ultima modifica: 2013-05-25T09:59:55+00:00 da Stefano Ratto

47 Responses to Pebble smartwatch, la recensione definitiva

  1. solo un paio di commenti, possedendo un pebble da poco più di un mese

    il mio dura circa 3 giorni ma ho lasciato attiva l’illuminazione con lo scuotimento del polso e ricevo un centinaio di messaggi al giorno (inoltre è acceso h24). Siccome mi hai messo la pulce nell’orecchio voglio togliere la funzione scuoti/illumina e vedere se migliora. A me piacciono soprattutto le watchface, arrivo a installarne anche una al giorno e ce ne sono di fantastiche nel sito http://www.mypebblefaces.com/

    ho anche gli smartwatch di sony e l’i’mwatch ma non c’è paragone, pebble tutta la vita

    • smartwatch_ita scrive:

      Ho notato che con l’illuminazione automatica Pebble si accende anche quando non serve. Tanto anche se è impostata semplicemente su on all’arrivo di una notifica si accende comunque, per cui preferisco quella modalità.
      Ho ragione quando dico che crea dipendenza :-)
      Watchface divertentissime e velocissime da installare, ce ne sono di veramente belle!
      Se dovessi dire, si sta facendo perdonare ampiamente l’attesa infinita :-)

      • johnny scrive:

        complimenti per l’articolo. Mi sono innamorato del gioiellino, come è possibile averlo ?! In Italia intendo, anche comprando online.

        Inoltre, ad Agosto sono a NY, c’è possibilità di trovarlo lì in qualche negozio magari?

        Ultima cosa: è compatibile con iPhone sia per le push, mail etc?

  2. chuck scrive:

    Sarebbe fantastico avere le indicazioni stradali sull orologio,solo le frecce e i metri sia chiaro!

  3. Paolo scrive:

    Io scusate il commento ma tutti sti smartdisplay li trovo inutili!
    Cioè bei gadjet ma poco utili, io mi aspettavo che potessero gestire la chiamta direttamente con mic e speaker e invece l’unico che lo fa mi pare essere l’I’M watch che è un prodotto dal bel design ma scadente nel reparto vivavoce!

  4. LucaS888 scrive:

    Oooooh dopo il preorder di gennaio oggi sono anch’io felice possessore.
    Splendido.
    Unici due “difetti” su iphone niente notifiche mail (e non ho capito riguardo ad altre app).
    Peccato, anche se è stato parzialmente risolto aggiungendo un controllo degli account della posta all’interno dell’app pebble, però temporizzato quindi non necessariamente sincronizzato con l’app mail.
    Secondo “difetto”, se la cornice fosse larga la metà sarebbe perfetto, il design comunque dal vivo mi ha confermato la bella impressione di video e foto.
    Mi ha sorpreso il cinturino, forse sarà fragile ma è morbidissimo e comodo.

  5. G1uss scrive:

    Ciao a tutti, piacere.
    Ho appena fatto il pre-ord del gioiellino. Ora se non sbaglio devo aspettare la mail di conferma. Quanto pensate devo aspettare? Non ho voglia di contare i mesi … Sul sito si parla di summer 2013 ? Lo utilizzero con iPhone5 iOS7.

  6. anonimo_pebbler scrive:

    Salve a tutti,
    premesso che sono un felice possessore di Pebble, ho una domanda da fare: le notifiche di whatsapp a volte non arrivano. leggendo in giro pare che il problema sia legato all’app e non al telefono, la soluzione consigliata e disattivare e riattivare l’app dal centro notifiche. Qualcuno sa illuminarmi meglio su questo aspetto?
    in effetti il sistema funziona, ma risulta scomodo se bisogna farlo ogni volta che si esce dal raggio di azione del bluetooth.
    Inoltre, avete qualche applicazione da consigliare? o qualche sito?
    Grazie

  7. G1uss scrive:

    Rieccomi,
    a giorni mi arriva il Pebble. Pensavo di poter reggere l’attesa ma visto che tutto tace da Pebble, mi sono adoperato e usato vie traverse x poterlo avere quanto prima.
    Ora, come anonimo_pebbler inizio a smanettare per cercare forum e siti di appassionati che possano darmi info su applicazioni da installare … si dice così in questo ambiente?
    Uso iOS7 …
    A presto
    ciao ciao

    • Conte Max scrive:

      Ciao sono appena tornato da ny con il pebble.
      Sono molto contento, le notifiche funzionano e le watchface sono ottime

      Unico dubbio, se rispondo al messaggio (per il quale è giunta la notifica sul pebble) il nuovo messaggio che arriva mi viene correttamente visualizzato su iphone (dispongo di iphone 4 con ios 7) ma non sul pebble….
      devo ogni volta resettare le notifiche da ios per farle vedere al pebble
      questa cosa accade anche a voi?

      • anonimo_pebbler scrive:

        Ciao, se ho ben capito non sempre la notifica arriva sul pebble.
        La mia esperienza: la notifica arriva quando non sei nell’applicazione scelta. se esci da messaggi o da whatsapp, le notifiche arrivano senza problemi. in whatsapp le notifiche sul telefono arrivano se il messaggio si riferisce ad una conversazione diversa da quella che stai facendo.
        Pare che il pebble “sia consapevole” (se così possiamo dire) che sei nell’app e quindi non hai bisogno di ulteriori avvisi.
        Rimane il problema del dover riattivare le app quando si perde il collegamento.

      • Diego scrive:

        Ciao scusa ma come fai a resettare le notifiche accade anche a me questo con iphone 5 quando perdo la connessione dovrei riattivare le notifiche ma come devo fare sono già attive , dovrei disattivare e riattivarle ? Grazie

  8. tcandido scrive:

    preordine fatto 1 mese fa! oggi è arrivata l’email e l’ho finalmente preso! spero di riceverlo entro qualche giorno! chissà….attendiamo

  9. giangio27 scrive:

    A me sta arrivando direttamente dagli USA tra circa 8 gg non vedo l’ora, anche se gia so che ci sono problemi con ios 7!!!! @G1uss anch’io per ora faccio cosi!!!

  10. Maggiko scrive:

    Complimenti Stefano hai fatto un’ottimo lavoro è stato un piacere leggere e vedere la tua recensione. Lo sto aspettando anche io me l’hanno spedito il 10 Ottobre però il sito http://singpost.com/ ormai mi dice sempre la stessa cosa (Despatched to overseas) dove devo continuare a monitorare il pacco? Qui sul sito delle poste? http://www.poste.it/online/dovequando/home.do
    Grazie!

    • smartwatch_ita scrive:

      Grazie :-)
      Da quando arriva in Italia lo devi tracciare dal sito delle poste. In bocca al lupo per la dogana, spero che non incorri in tempi biblici

      • Maggiko scrive:

        Questa mattina ho controllato il sito delle poste e….. “Inviato dall’estero (SG) al centro postale di CSI MILANO LINATE in data 19-OTT-2013
        Accettato dal centro postale di CSI MILANO LINATE in data 19-OTT-2013”
        Ora incrocio le dita e speriamo bene :-) la tua recensione mi ha fatto salire ancor di più la voglia di averlo tra le mani…. o meglio nel polso :-)

  11. diego1977 scrive:

    Ciao Stefano volevo se posso chiederti un informazione , tra qualche giorno mi dovrebbe arrivare il pebble, e volevo sapere se il carica batteria dell’ iPhone 4S o 5 può andare bene grazie

    • defillo scrive:

      basta un caricabatteria con presa USB standard. essendo la ‘roba’ apple fuori standard, tendenzialmente non credo :-). comunque a corredo c’è l’apposito cavetto, da una parte la spina USB, dall’altra il contatto magnetico. bastano comunque 5V, presi ovunque..

  12. defillo scrive:

    Ciao Stefano,

    condivido appieno la tua recensione.

    sono stato uno dei primi backers del pebble e devo dire che è stata un’ottima idea credere in questo progetto.

    al momento lo indosso quasi sempre (rinunciando al mio breitling che in effetti è anche più bello) e mi diverte così tanto che nel tempo libero (poco) ho anche partorito una watchface in genovese (lingua nativa).

    credo di essere l’unico al mondo a sfoggiare un orologio che riesce a dirmi l’ora in genovese.. anche l’SDK è fatto bene, tutto sommato ben documentato, va detto che funziona solo in linux utilizzando C, ma è agevole e facile da gestire,

    diciamo che la cosa difficile è stata scoprire come si scrivono determinati numeri in lingua ‘nativa’.. per il resto dopo qualche mese di utilizzo (mi è arrivato a inizio giugno) confermo le tue impressioni. affidabilissimo, molto efficiente, devo dire che piace a tutti. ai genovesi poi moltissimo..
    a proposito se a qualcuno interessa la watchface prima o poi mi decido a metterla a disposizione, come è giusto che sia.
    per il momento sullo slancio sto finendo (nottetempo) un widget per android che fa più o meno la stessa cosa.. complimenti agli ideatori e realizzatori, da parte di un progettista hardware e software che di solito è ipercritico (mea culpa) ma che stavolta è decisamente soddisfatto. non dimentichiamoci poi che il costo dell’oggetto è a mio avviso risibile, per quel che vale..

  13. Marco scrive:

    Io lo uso con iPhone 5 ma il problema delle notifiche di whatsApp , lime e la posta c é sempre . Ovvero dopo ogni disconnessione mi tocca riattivare le notifiche.

    • diego1977 scrive:

      Ciao Marco ho anche io iphone 5, cosa intendi dopo ogni disconnessione , quando disattivi pebble da iphone ? Quindi vuoi dire che non ti trovi bene con pebble ? A me arriva tra qualche giorno spero di avere fatto un buon acquisto grazie

      • Marco scrive:

        Ē un problema noto. Ogni volta che si sconnette x qualsiasi motivo ( es spegni iphone , ti allontani troppo etc ), le notifiche di whatsApp , email e lime bisogna riattivarle ( nota come finger dance)

    • diego cairo scrive:

      ciao Marco scusa ma potresti dirmi come si configura con la mail io non riesco , ho yahoo ma non riesco proprio a configurarlo ho provato di tutto.

  14. Marco Scipione scrive:

    Appena ordinato, speriamo bene…

  15. Francesco scrive:

    Salve, per caso esistono app per pebble che leggono i file pdf o power point presenti nel cellulare?

  16. Carlos scrive:

    ciao a tutti , gran bella recensione!!!!!! complimenti

    Volevo sapere da quando arriva a Milano il pacco quanti giorni devo aspettare ?? arrivato a milano 11nov

  17. giangio27 scrive:

    arrivato direttamente da new york e lo uso da circa 3 settimane, che dire spettacolare!!!! bellissimo!!!

    • smartwatch_ita scrive:

      Amiamo tutti il nostro piccolo Pebble :-)

      • giangio27 scrive:

        si è vero poi io ho iPhone e adesso con l’aggiornamento per iOS 7 è una favola!! Stefano volevo chiederti ma un sito in inglese, oltre a quello ufficiale che parla solo di Pebble, per app (soprattutto) watchfaces ecc esiste?

        • smartwatch_ita scrive:

          Ne stanno nascendo diversi, anche alcuni forum. Poi ti segnalo qualche indirizzo :-)

          • giangio27 scrive:

            grazie mille!! ecco anche i forum ancora meglio!!!

          • MAURO scrive:

            Ciao ! Anche io rimango in attesa di qualche info su dove prendere nuove app.. PS: arrivato da alcuni giorni , preso sul sito ufficiale a 150 dollari MA poi ho dovuto pagare spese doganali di 42 EURO circa , che vanno considerate se pensate di comprarlo.. Per il resto sono molto contento del prodotto!

          • giangio27 scrive:

            eh si infatti la dogana si deve sempre aggiungere!

  18. dario scrive:

    io ho comprato questo modello su Facebook,https://www.facebook.com/BWatc…, e oltre a poter ricevere e rispondere alle chiamate direttamente dall’orologio, mi permette di ascoltare e riprodurre musica direttamente dal mio polso… A novembre dovrebbero lasciare un nuovo modello ancora più carino!

  19. Andrea scrive:

    Ciao Ragazzi…ho acquistato il Pebble l’1 Dicembre. Il 6 è stato spedito con Singapore Post. Sul sito mi da dal 6 “Despatches to Overseas(country code:IT)”
    Per quanto tempo dovro’ ancora attendere?

  20. […] L’onere (e l’onore) è toccato a un timido ingegnere canadese, Eric Migicovsky, il cui Pebble (seguito a una prima esperienza chiamata inPulse) ha sconvolto il mondo del crowdfunding e si è […]

  21. […] Fino a qui siamo alle buone notizie. La cattiva è che Sonostar ha mantenuto la fascia di prezzo che personalmente mi pare un po’ altina. Infatti per portarsi a casa (non subito, c’è ancora il pre order) un esemplare di questo smartwach  sarà necessario scucire 179$, non poco. Considerato anche che con 30$ in meno si può comprare un collaudato Pebble Classic. […]

  22. Pietro scrive:

    Ciao volevo sapere, io ho un fonpad asus, potrei nel caso ricercare il numero da chiamare, selezionarlo e rispondere poi da un’eventuale auricolare Bluetooth? Grazie per la risposta.

    • smartwatch_ita scrive:

      Certo che si, dovresti installare una ap che, se non ricordo male, si chiama Pebble Dialer. Con quella puoi gestire la rubrica e avviare una chiamata direttamente da Pebble, usando nello stesso tempo l’auricolare bluetooth.

      ciao

  23. francesco scrive:

    dove posso acquistare il carbatteria pebble?ci sono negozi a roma?grazie

  24. francesco scrive:

    dove posso acquistare il carbatteria pebble?ci sono negozi a roma?grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -