Sonostar Smartwatch svela l’alleanza Mobius con i display flessibili

L’attenzione che si sta concentrando intorno al Sonostar Smartwatch è davvero molta. Presentato al recente Computex 2013 di Taipei ha avuto modo di mostrare tanti dei suoi contenuti innovativi, molti dei quali legati alla presenza di un particolare display e-paper flessibile, figlio della tecnologia sviluppata da Mobius in quest’ambito. Oltre a aprire scenari fino ad adesso sconosciuti (arriveremo a leggere giornali elettronici sulla metro così come oggi leggiamo quelli in carta) questa applicazione trova spazio e anzi si adatta molto bene, a oggetti come gli smartwatches che si sposano con alcune caratteristiche importanti.
Innanzitutto il consumo davvero basso di questo supporto. Per chi non lo sapesse l’ e-ink, ovvero la matrice elettronica di inchiostro, è sostanzialmente quello che dice il suo nome, per cui quando spostata nel punto voluto del display, non richiede energia per rimanere al suo posto, proprio come l’inchiostro dopo che è stato scritto sulla superficie della carta.

I nostri smartphone, per quanto con display splendidi, definiti e brillanti, richiedono un consumo costante della batteria per rimanere accesi, perchè i pixel che formano il loro display devono costantemente alimentati per emettere un colore ( e la relativa luce).

L’e-paper è sempre stato limitato dalla sua bassa risoluzione, dalla velocità di refresh e dalla mancanza del colore. Al terzo aspetto non si è ancora posto rimedio (per le difficoltà tecniche che si possono intuire dovendo far assumere all’inchiostro diverse colorazioni), per i primi due in parte si è cominciano a vedere un’inversione di tendenza. Comunque, per quello che riguarda l’utilizzo che intendiamo farne, sullo smartwatch ha decisamente la sua ragione d’essere perchè i benefici superano di grn lunga i possibili disagi dati dal monocromatico e dalla bassa velocità di aggiornamento delle schermate (nel video questo aspetto è particolarmente evidente).

Il display di Sonostar Smartwatch è curvo (grazie a Mobius), molto risoluto (320 x 240 px su una diagonale di 1.73”) e touchscreen.

Quello che si è visto fino ad adesso è davvero molto interessante e sicuramente potrà rappresentare a pieno titolo il metro di paragone per altri orologi intelligenti. Anche se dal video sotto appare chiaro che il sistema è ancora molto acerbo, l’uscita è prevista entro il Q3 del 2013, per cui non troppo lontana nel tempo. Il prezzo al momento è fissato a 179$.

Vi convince questo avveniristico Sonostar Smartwatch?

Sonostar Smartwatch from Sonostar Smartwatch on Vimeo.

Vota questo post
Sonostar Smartwatch svela l’alleanza Mobius con i display flessibili ultima modifica: 2013-06-11T15:19:57+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -