Hot Smartwatch, la rivoluzione parte dalle mani

Dopo una breve pausa estiva eccoci di nuovo qui! Le novita’ sono davvero tante, nonostante l’apparente calma dovuta alla stagione calda, molte situazioni interessanti si sono venute a creare e una delle piu’ promettenti e’ sicuramente rappresentata da HOT SmartWatch.

Nonostante un nome piuttosto banale (potevano pensare a qualcosa di meglio) HOT Smartwatch rischia davvero di rivoluzionare il concetto di smartwatch e lo fa introducendo un’ innovazione davvero stupefacente: la trasmissione della voce “sfruttando” il palmo delle mani. Incredibile! La particolare disposizione del diffusore sonoro, praticamente posto al lato opposto del cinturino rispetto alla casa, permette la trasmissione della voce grazie al palmo della mano, posto vicino all’orecchio durante la conversazione.

Questo elemento gia’ da solo pone HOT Smartwatch su un piano di attenzione davvero diverso rispetto alla concorrenza (sempre piu’ agguerrita, ne parleremo presto) ma non e’ l’unico dato di interesse di questo nuovissimo device. Intanto nasce dalla fucina di Kickstater, e la sua campagna pare essere davvero convincente considerato che gia’ 2585 backers (tra cui TheLongRun) hanno dato credito a questo progetto. La cifra raccolta sta sfiorando i 400.000$ e supera abbondantemente il limite di 150.000$ necessari per avviare la produzione. Mancano ancora 26 giorni al termine del crowdfunding, probabile che lo smartwatch di nascita americana (ma e’ stato pensato da due intraprendenti ingegneri indiani) riuscira’ a raggiungere ben altri traguardi.
A Dicembre (ritardi permettendo) potremo far duellare HOT smartWatch e il blasonato Pebble in una sfida ad altissimo livello.

La modalita’ di trasmissione del suono e’ solo uno dei due elementi fortemente innovativi di questo modello. Il secondo e’ sicuramente rappresentato dalla tecnologia touch del suo display e-paper. Il tocco puo’ essere impartito fino a una distanza di 1 centimetro dalla superficie fisica del display. Senza toccarlo, appunto. Anche questa feature e’ estremamente rivoluzionaria e potrebbe definire uno standard per il futuro. Ecco di seguito la scheda completa di HOT SmartWatch e le sue caratteristiche, tutte davvero interessanti:

Energy Efficient Cortex M3 processor

Secondary DSP processor for Bluetooth, Call control and Audio Enhancements

SHARP 1.26” E-paper display for power saving and high-contrast display

Bluetooth 4.0 (Bluetooth Dual Mode) for energy conservation

6-Axis Accelerometer and Gyroscope

Multi-touch projected capacitive Screen with proximity detection of up to 1 cm

Vibration motor with tactile touch function

Bright Flash light with 2200mcd white LED (Curve Model only)

Anti-reflective glass with optical bonded display for high contrast sunlight readability

Smudge-proof touch glass

Water Resistant (ATMs: TBD)

SDK for custom 3rd party applications

Over the air firmware update

Come potete leggere sono davvero molte le innovazioni e gli elementi da considerare per valutarlo. Il team di sviluppo ha assicurato che non ci saranno ritardi e che la data verra’ rispettata senza dubbio. Volendo partecipare non posso che dare credito alle loro parole anche se l’esperienza vissuta con il lanciatissimo e riuscitissimo Pebble (esperienza vissuta da me e da tanti che lo hanno acquistato) proietta un’ ombra un po’ inquietante…
Speriamo davvero che gli amici di HOT Smartwatch riescano a mantere la promessa data, ne parleremo prestissimo approfondendo un po’ di aspetti.

Nel frattempo vi lascio al video promozionale e a quello ufficiale di KickStarter, buona visione!


Vota questo post
Hot Smartwatch, la rivoluzione parte dalle mani ultima modifica: 2013-08-11T23:24:23+00:00 da Stefano Ratto
Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -