Samsung Galaxy Gear, nulla sarà più come prima

Solo qualche ora fa è stato presentato al mondo lo smartwatch della casa Coreana, Galaxy Gear. Sarà solo compatibile con il grande Note III ma da adesso il tenore della competizione diventerà un altro.

Finalmente è arrivato, poche ore fa, presentato alla grande fiera europea dell’ IFA2013. Sto parlando dell’atteso Samsung  Galaxy Gear che conferma quelle che erano state le indiscrezioni emerse nei giorni scorsi anche se l’impatto che produce la versione definitiva è ben diverso da quello dei diversi concept che si sono succeduti nel corso dei mesi.
Se mi piace? Si. Non lo trovo affatto male e per quanto io prediliga i display che non si spengono non posso che ammettere che il Super AMOLED da 1,63 pollici (con una densità pari a 278 PPI!) del Galaxy Gear mi lascia a bocca aperta. Davvero molto bello quando è acceso, estremamente luminoso (vedremo la leggibilità sotto il sole) e chiarissimo grazie a un’interfaccia minimale ma estremamente accessibile. Il sistema che lo governa è quell’Android Jelly Bean che impazza un po’ ovunque, qui in una versione logicamente molto customizzata.

La fotocamera trova posto sul cinturino, posizione decisamente felice per favorire gli scatti “al volo” che comunque saranno ripresi a 4 Mpx. Sarà perciò impossibile montare un cinturino diverso dall’originale, un po’ come accade per Omate TrueSmart e Vapirius AX2 che spostano anch’essi parte dell’elettronica nel cinturino. Una soluzione che si sta affermando come trend ed è significativa in termini di riduzione di spazio della cassa dell’orologio, il suo corpo principale.

Lo spessore è allo stesso modo stupefacente anche se ancora non ho trovato il dato ufficiale pare al di sotto dei 10 mm.
Galaxy Gear sarà compatibile solo con il Samsung Galaxy Note III, il phablet gigante presentato anch’esso oggi. Sicuramente Gear si rivelerà un comodo assistente per il grande smartphone, ma mi chiedo quale sia il motivo della chiusura verso gli altri modelli e all’intero ecosistema di Android. Credo comunque che le community di sviluppatori indipendenti come quelli di XDA-developer sapranno trovare una soluzione a questo problema 🙂

Non è l’unica difficoltà da superare per avere e poter godere di questo bellissimo smartwatch. Pare che Galaxy Gear verrà lanciato sul mercato americano alla fine del mese di settembre (si parla del giorno 25 come possibile data).Sarà certo possibile importarlo, ma con un generoso aggravio del prezzo alla vendita. A proposito di questo non si hanno dettagli relativi al prezzo di vendita, in questo momento si stanno rincorrendo molte voci speculative, aspettiamo di saperne di più. Potrà presumibilmente attestarsi in una fascia di prezzo tra i 249$ e i 279$.

Rimane il fatto che appare molto ben fatto e estremamente vestibile grazie anche alla forma del fondo che accompagna il polso e anche alle diverse colorazioni disponibili del cinturino. La cassa sarà invece Silver o Rose Gold, entrambe le varianti molto eleganti (e destinate evidentemente a entrambi i sessi)

Scopriremo nei dettagli Samsung Galaxy Gear appena si diffonderà in rete un po’ di materiale video, nel frattempo gustiamoci l’ottima presentazione pubblicata da Android Autority. A seguire l’anteprima dei ragazzi di Telefonino.net.

Buona visione!


Samsung Galaxy Gear, nulla sarà più come prima
Vota questo post