Omate TrueSmart mostra per la prima volta la sua UI

Giornalmente il team di sviluppo ci allinea relativamente all’avanzamento lavori del loro attesissimo smartwatch 2.0
Ieri sono stati “diramati” due update importanti. Nel primo vengono informati i backers su quello che è l’elemento più delicato in un progetto in crowdfunding: la produzione.

Ormai la dura esperienza :-) ci ha insegnato che il passaggio tra i prototipi, per quanto funzionanti, e la cosiddetta mass production non è quasi mai indolore. Lasciando perdere l’estremo caso di Pebble (uscito con 8 mesi di ritardo) molti altri validi prodotti hanno dovuto percorrere la stessa via crucis (e di conseguenza chi i prodotti in questione li aveva finanziati).

Il team di Omate vuole evitare che si verifichino situazioni analoghe per cui hanno spiegato che le operazioni di fornitura, gli ordini come le linee di produzione sono stati attivati già dal secondo giorno, solo poche ore dopo aver superato la soglia dei 100.000$ necessari. Mossa lungimirante e strategica.

Infatti frazionando i periodi di spedizione tra Ottobre, Novembre e Dicembre hanno meno necessità di adempiere a una produzione che (guardando i numeri totali) sarebbe diventata proibitiva. Invece nel mese di Ottobre le unità da produrre e spedire sono 1000 (tra le quali quella indirizzata a TheLongRun), le restanti dovranno essere assemblate e spedite, con più calma, a Novembre. In ogni caso le loro evidentemente non sono solo parole, considerato che sono state mostrate le prime  PCB (si tratta in sostanza della scheda madre dello smartwatch) già in fase di assemblaggio e che verranno montate proprio sui TrueSmart dedicati ai developers ai quali verranno spediti il prossimo mese.

Il secondo update del quale è giusto condividere i contenuti, ha mostrato finalmente l’interfaccia grafica utente, quello che nel mondo Android è conosciuto come launcher. E’ quello che per la maggior parte del tempo viene visualizzato da un utente sul suo device e che si compone delle schermate home (che sui nostri smartphone sono popolate di widget e icone) e il menu delle applicazioni.

Dal video condiviso sotto si possono prendere più spunti, molte cose le vedremo poi nella versione definitiva, ma sicuramente la fluidità e la precisione del touch  sono evidenti. Omate sta creando una sua UI anche se sarà possibile (come in tutti gli Android) sostituire il launcher stock con uno scaricato dal Play Store. Le possibilità di scelta sono virtualmente infinite! Le reazioni suscitate sono state davvero positive, speriamo di poter mantenere lo stesso livello di entusiasmo anche per i prossimi update. Nel frattempo Omate TrueSmart ha raggiunto la ragguardevole cifra di 680.000$ raccolti e corre verso il prossimo STRETCH GOAL fissato a 720.000$, ci sono ancora 9 giorni per potersi aggiudicare un Omate TrueSmart, fate un salto sulla pagina KickStarter.

Vota questo post
Omate TrueSmart mostra per la prima volta la sua UI ultima modifica: 2013-09-10T17:08:41+00:00 da Stefano Ratto

8 Responses to Omate TrueSmart mostra per la prima volta la sua UI

  1. Paolo scrive:

    nessuno nota che è identico al Pearl?

  2. Fabio scrive:

    Ciao, volevo chiedere, se non si partecipa al progetto di kickstarter non sarà poi possibile acquistarlo? Cioè solo chi partecipa avrà la possibilità di averlo? Grazie per l’eventuale risposta.

    • Paolo scrive:

      Certo che potrai acquistarlo ma magari lo ptrai avere a febbraio o aprile…invece i kickstarter (a livello teorico) hanno consegna programmata a ottobre, novembre e dicembre 2013

  3. […] ad una seconda uscita sul mercato di uno smartwatch esattamente identico al modello utilizzato per i test durante lo sviluppo di TrueSmart. Lo si è visto in diversi video e anche io ho dedicato un post a […]

  4. […] ad una seconda uscita sul mercato di uno smartwatch esattamente identico al modello utilizzato per i test durante lo sviluppo di TrueSmart. Lo si è visto in diversi video e anche io ho dedicato un post a […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -