Burg 17, smartwatch “mastodontico”

In passato ho parlato alcune volte di Burg, azienda olandese che da diversi anni opera nell’ambito watchphone. I devices proposti da questa azienda sono sempre stati ben accolti dal mercato per l’aspetto particolarmente giovane e fresco. Molto colorati e con un’interfaccia grafica originale e piacevole. Non sono perciò nuovi del settore smartwatch, che come sappiamo sta avendo un momento particolarmente favorevole e che pare sia all’inizio di un percorso che promette molto bene.

Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad una crescita esponenziale dei modelli che però sono tutti (o quasi) prossimi ad essere rilasciati. Quelli che hanno fatto già il loro debutto (come Pebble) sono talmente ricercati da trovarsi con grande difficoltà a soddisfare le richieste. Burg perciò tenta di inserirsi in questo settore caldo del mercato e presenta all’ IFA 2013 di Berlino (conclusa nei giorni scorsi) il nuovo modello Burg 17 con il quale cerca di coprire più di un’esigenza. Si tratta infatti di uno smartwatch con la possibilità di ospitare una Sim card (di formato classico), in modo da diventare indipendente. I ragazzi di Tom’s Hardware (divisione italiana) sono passati per lo stand di Burg e hanno potuto riprendere il nuovo nato condividendo un pò di impressioni a caldo.

Come ormai consuetudine troviamo Android 4.1 a bordo e un allestimento hardware abbastanza standard, sul quale forse è il caso di non dilungarsi troppo. Quello che trovo abbastanza sconcertante è lo spessore di questo orologio che appare davvero mastodontico  ed esteticamente piuttosto sgraziato. Linee decise, squadrate e spigolose che non so se sapranno incontrare i favori del pubblico.

Sicuramente non lascia indifferente il prezzo di questo Burg 17, secondo me assolutamente fuori mercato: 399€ che davvero mi paiono troppi, soprattutto tenendo conto che la concorrenza non sta certo a guardare e che propone smartwatch migliori a prezzi più bassi. Staremo a vedere l’accoglienza del mercato…..

Vota questo post
Burg 17, smartwatch “mastodontico” ultima modifica: 2013-09-12T16:52:42+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -