Lo strano caso di Omate Truesmart e Pearl Simvalley

Questo “strano caso” si risolverà  sicuramente in un niente di fatto, ma (complice un’imbeccata qui sul blog) ho notato una strana somiglianza con due smartwatch 2.0 che sono prossimi a essere rilasciati sul mercato.

Parlo di Omate Truesmart, del quale sto seguendo da vicino lo sviluppo su Kickstarter visto che e’ in piena campagna crowdfunding, e Pearl SimValley AW-414 che e’ stato presentato ufficialmente in occasione della recente fiera internazionale IFA2013 che si e’ tenuta a Berlino.
Bene, osservando da vicino i due smartwatch (all’apparenza non troppo simili) si notano una serie di somiglianze che sollevano piu’ di un dubbio.

Lasciando perdere le raffinatezze hardware presenti su Omate TrueSmart (come il Sapphire Glass o la RAM maggiorata) la struttura hardware dei due orologi e’ praticamente…la stessa. Cominciando dalla particolare gobba sul cinturino (della quale ho parlato qui), sono esattamente nella stessa posizione i pulsanti laterali, la fotocamera e soprattutto i particolari contatti per la ricarica e lo sportello laterale che nasconde l’alloggiamento della micro Sim. In realta’ Pearl e’ assolutamente identico al modello di test che il team Omate ha utilizzato per testare gli sviluppi del suo TrueSmart (lo vedete nel video in basso). Osservando appunto i video diffusi nelle ultime ore davvero si fa fatica a a trovare differenze sostanziali. Questo significa che la sorgente dei due smartwatch e’ la stessa? Quale potrebbe essere una buona domanda da fare ai ragazzi di Omate considerando oltretutto che Pearl ha sede in Germania per cui e’ anche geograficamente lontana da Omate (che e’ di New York). Sempre considerando che nell’era di internet questo fatto abbia ancora una qualche importanza.

In ogni caso osservate le immagini e il video di seguito e ditemi se non e’ lecito farsi venire almeno un dubbio…..

Lo strano caso di Omate Truesmart e Pearl Simvalley
Vota questo post