Lo smartwatch Neptune Pine approda su KickStarter

neptune_pine_01

Ad oggi le piattaforme di crowdfunding rappresentano il miglior trampolino di lancio di un prodotto. Lo ha ben capito il team di sviluppo di Neptune Pine che forse ha ritardato la sua uscita e il suo successivo sviluppo proprio per mancanza di fondi. Non e’ un mistero il fatto che ci vogliano ingenti somme di denaro per creare dal nulla un prodotto che necessita di studi, progettazione, produzione e infine distribuzione.

Neptune Pine

Neptune Pine

Neptune Pine infatti non e’ un marchio sconosciuto e da diverso tempo sto seguendo la sua evoluzione. Oggi accede alla piattaforma forse piu’ rappresentativa del panorama di quello splendido fenomeno che e’ appunto il crowdfunding.

KickStarter (che ha permesso la nascita anche di Pebble e di molti altri) ospita dunque il debutto, che viene in realta’ ottimamente onorato. A sole 18 ore dall’inizio della raccolta fondi sono stati gia’ accumulati 53.000$, ne basteranno meno di quelli gia’ raccolti per arrivare alla fatidica soglia dei 100.000$ che consente l’avvio della fase produttiva.

neptune_pine_02

Il successo effettivamente e’ quasi oltre le aspettative, mi sarei personalmente atteso un’accoglienza piu’ tiepida. Neptune Pine e’ discretamente ingombrante e non passa certo inosservato, forte di un display da 2.41” di diagonale (320×240 px). Il “cinturino” che lo alloggia puo’ essere facilmente rimosso (come si vede piu’ volte nel video) per consentire un utilizzo piu’ “classico” dello smartwatch. Quello che oltre l’aspetto non passa inosservato e’ la ricchezza del suo hardware, partendo dal corollario dei sensori per la connettivita’ (3G,HSPA,GPS,WiFi.Bluetooth) a quelli per la rilevazione ambiente (giroscopio, accelerometro, compasso) tanto da definirsi un Fitness LAB.

 

Non mancano le sorprese sul fronte fotocamera: ce ne sono ben due. La principale con un sensore a 5Mpx e flash led e la frontale VGA (anche questa con flash led…) per video chiamate e autoscatti. Per governare il tutto si fara’ ricorso a un generoso processore   Qualcomm Snapdragon S4 1.2Ghz dual-core e Android (naturalmente) nella sua versione Jelly Bean (presumibilmente la 4.1.2).

Al momento (ma ancora per poco) e’ possibile prenotare il proprio Neptune Pine (nero) a soli 199$ (a regime verra’ venduto a 330$)

SPECIFICHE TECNICHE

  • Qualcomm Snapdragon S4 1.2Ghz Dual-Core Processor
  • 2.4 inch TFT capacitive touchscreen
  • 320 x 240 QVGA resolution
  • Cellular Networks:
    – 2G: GSM/GPRS/EDGE 850, 900, 1700, 1900
    – 3G: UMTS/HSPA+/WCDMA 850, 1700, 1900, 2100neptune_pine_03
  • 16GB or 32GB mass storage
  • Android Jelly Bean 4.1.2
  • Support for 48 languages
  • Wi-Fi 802.11 b/g/n
  • Built-in GPS receiver, with Assisted GPS
  • Bluetooth 4.0
  • Micro-SIM card slot
  • Accelerometer, 3-axis Gyroscope, Digital compass
  • Speaker & Microphone
  • 3.5mm headphone jack
  • Vibration alert
  • 5-megapixel rear-facing camera
  • VGA front-facing camera
  • LED flash (front & rear)
  • Built-in rechargeable 810 mAh lithium polymer battery:
    – Talk time: Up to 8 hours on 2G, 6 hours on 3G
    – Multimedia: Up to 10 hours music, 5 hours video
    – Internet use: Up to 7 hours on Wi-Fi
    – Standby: Up to 120 hours
  • IP67 water-resistant (currently undergoing testing)
Vota questo post
Lo smartwatch Neptune Pine approda su KickStarter ultima modifica: 2013-11-20T00:32:52+00:00 da Stefano Ratto

5 Responses to Lo smartwatch Neptune Pine approda su KickStarter

  1. ALex scrive:

    Piccola svista: “compass” in inglese sta per “bussola” :)

  2. markgio scrive:

    Io non capisco una cosa…. se ho capito bene ha lo slot per la micro sim…. quindi non è uno smartwatch ma uno watch phone no???
    Mi sto sbagliando???

  3. […] quanto riesca a raccogliere un qualsiasi modello proposto sulle pagine di KickStarter, il caso di Neptune Pine è abbastanza eclatante. Di questo le grandi case ormai si sono accorte da tempo e da tempo sono […]

  4. […] solo Neptune Pine si avvicina concettualmente, ma forse solo grazie alle forme generose. In realtà le differenze ci […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -