Pebble Steel, il re degli smartwatch ha una nuova veste

Pebble-Steel_01

Al recentissimo CES2014 il team di Pebble ha presentato la nuova veste stilistica di uno smartwatch completamente in acciaio chiamato semplicemente Pebble Steel. Ci sarebbero da sottolineare diversi aspetti in questa operazione che ha arricchito la gamma del piccolo smartwatch americano proponendo anche alcune varianti come l’acciaio spazzolato e in colorazione nera in alternativa alla plastica nelle varie colorazioni.

L’elemento davvero interessante è che è stato mantenuto in toto l’hardware della versione originaria che è ormai pronta a ricevere la versione 2.0 del suo firmware. Proprio questo è un elemento da non sottovalutare. Credo che qualsiasi azienda avrebbe approfittato per “rinnovare” la gamma magari con qualche piccolo aggiustamento o qualche introduzione di poco conto, costringendo i vecchi possessori a stare al passo acquistando il nuovo modello. La scelta è stata diversa e chi, come me, indossa con soddisfazione il primo Pebble, potrà continuare a farlo aggiornando esclusivamente la sua parte software regalandogli nuova (e lunga) vita.

pebble_steel_02

Questa versione di Pebble in acciaio è davvero bella e quasi ricercata nello stile. Perde infatti quell’aria sbarazzina (ma forse un po’ plasticosa) che identifica il modello originario e punta sicuramente a fare breccia nel cuore dei puristi amanti del metallo. Mantiene logicamente inalterate le caratteristiche che hanno reso grandi il piccolo smartwatch nato da Kickstarter: subacqueo fino a 5 ATM, lunga autonomia, facilità e immediatezza di utilizzo. Con l’arrivo del prossimo firmware (già disponibile da tempo in beta) sono  previsti importanti implementazioni, ma di questo parleremo in maniera più diffusa in seguito (il rilascio è previsto molto molto presto).

Le novità non si esauriscono qui. Con l’arrivo del nuovo firmware cresce anche l’attesa per vedere il nuovo store dedicato dal quale si potranno installare direttamente le piccole app (o i cosiddetti watchface) direttamente sul Pebble. Ormai, potendo contare su una community che è sempre più vasta, sono decine le app (dal meteo, i social, la localizzazione, il fitness) da poter installare (ricordo che comunque Pebble non ne può installare più di otto). A chi non conoscesse i meccanismi e la logica di gestione di Pebble consiglio la lettura del focus dedicato.

Chi di voi ha già ordinato un Pebble Steel?

Vota questo post
Pebble Steel, il re degli smartwatch ha una nuova veste ultima modifica: 2014-01-29T15:31:49+00:00 da Stefano Ratto

6 Responses to Pebble Steel, il re degli smartwatch ha una nuova veste

  1. Roberto scrive:

    Io l’ho ordinato, le consegne sono previste da metà febbraio

  2. LucaS888 scrive:

    Al di là del prezzo (che comunque è alto per il mio budget) non mi convince la forma della cassa, preferisco quella più semplice (anche se forse più anonima) del modello classico.
    Anche lo spessore sembrerebbe aumentato o forse è solo un’effetto della forma.

    Buoni invece i tasti che appaiono più “usabili”.

    • smartwatch_ita scrive:

      Sono assolutamente d’accordo con te, soprattutto lo spessore mi pare maggiore. La parte superiore poi nel modello classico assume una certa curvatura verso il cinturino, facendolo apparire magari piu’ sottile di quanto in realta’ non sia. Comunque l’acciaio ha sempre il suo fascino, va :-)

    • Marco scrive:

      Salve signori
      , nessuno sa’ se con questo modello è’ stato implementato compatibilità con BlackBerry? Finora non da’ id chiamante

  3. […] A distanza di un anno dalla sua uscita (e a sei mesi dalla sua “evoluzione” chiamata Steel), Pebble è ancora considerato il modello di smartwatch più rappresentativo e, in sostanza, […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -