Tomoon T-Fire, lo smartwatch dei misteri

tomoon_tfire_01

Sto cercando in rete con un certo accanimento notizie relative allo smartwatch Tomoon T-Fire del quale avevo parlato solo qualche tempo fa. Per quanto sembra che sia accessibile solo sul mercato cinese, sono davvero rarissime le notizie e, ancora meno, lo è il materiale audio/video che lo riguardano. Eppure questo Tomoon pare avere davvero diverse frecce nel suo arco.

La scheda tecnica parla piuttosto chiaro e davvero la sua dotazione hardware appare incredibile. Primo fra tutti spicca la presenza del display curvo con tecnologia e-ink (la stessa del Kindle di Amazon, per intenderci) che vanta oltretutto una risoluzione elevata, ben 320*240 px a 16 livelli di grigio. Questa soluzione garantisce una vestibilità sconosciuta ad altri smartwatch “puri” nonostante la diagonale generosa di ben 1,73”.

tomoon_scheda_tecnica

La curvatura del display infatti “accompagna” quella naturale del polso garantendo a livello stilistico sicuramente un grande vantaggio. Anche Sonostar ha operato una scelta simile, ma la possiamo considerare l’ovvia soluzione per il futuro, per altri smartwatch che verranno. La dotazione come dicevo è molto ricca, e prevede diversi sensori come la bussola, accelerometro, bluetooth 4.0, giroscopio, registrazione audio (nelle foto si nota il microfono).

Il processore che muove tutto questo è un MIPS da 1Ghz di frequenza con 512MB di RAM, sufficienti a dare spinta all’architettura software che prevede l’ottimo Android 4.3 (per cui un rilascio recentissimo). Lo spessore è quanto meno incredibile: 7,5 mm e la batteria è da 200mAh. Insomma carne al fuoco ne abbiamo davvero tanta, è da verificare che tutto questo sia anche affidabile in termini di utilizzo. Il display particolare potrebbe proiettare qualche ombra dal punto di vista del refresh (nota dolente di tutti gli e-ink) e di risposta del toucscreen.  Speriamo in futuro di poter trovare anche recensioni video che ci possano far capire il reale grado di utilizzo di questo Tomoon T-Fire. E’ prevista una app companion di interfaccia da installare sullo smartphone, anche sotto questo aspetto sono tante le cose che andrebbero verificate. Bisogna considerare che il viaggio di questo Tomoon T-Fire è appena all’inizio, ma le sue premesse non possono dirsi che ottime.

Vota questo post
Tomoon T-Fire, lo smartwatch dei misteri ultima modifica: 2014-02-18T13:33:41+00:00 da Stefano Ratto

8 Responses to Tomoon T-Fire, lo smartwatch dei misteri

  1. LucaS888 scrive:

    Esteticamente è fin troppo squadrato, potrebbero fare decisamente meglio, ma a livello tecnico è indubbiamente interessante, quella definizione (in ppi) tra l’altro mi pare la più alta per uno schermo eink.

    • smartwatch_ita scrive:

      Infatti, e a me non dispiace neanche la sua forma :-)
      Comunque lato software pare molto acerbo, da quel poco che si legge su forum russi e cinesi. Pare stiano lavorando a un nuovo firmware e ne hanno gia’ rilasciati due.

  2. Irene Amato scrive:

    Ciao Stefano, a breve te ne invieremo uno, ciao!

    http://www.watchmobilephone.com/tomoon.htm

    • smartwatch_ita scrive:

      Lo aspetto a braccia aperte :-)
      C’e’ grande attesa per questo smartwatch che ha grandissime potenzialità e che Tomoon sta aggiornando con una discreta frequenza. Potrebbe davvero essere un’alternativa interessante ed esclusiva per quelli che si vogliono dotare di uno smartwatch di ultimissima generazione.

  3. Andrea scrive:

    Non è stand alone vero?

    • Irene Amato scrive:

      No Andrea,Tomoon non è uno “Stand alone”; non ha slot per inserire sim card, si appoggia allo smartphone. Temo che le consegne siano programmate per fine settembre, quindi c’e’ davvero tanto da aspettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -