HOT Smartwatch (quasi) in arrivo

Hot Smartwatch crowdfunding

Come il crowdfunding e le sue criticità rischiano di affossare un valido progetto come HOT Smartwatch.

Forse pochi di voi ricorderanno che sono ancora in attesa di ricevere HOT Smartwatch. In realtà i tempi sembrano essere ormai maturi e le  comunicazioni di PHTL (la piccola azienda che lo ha ideato) si stanno facendo sempre più frequenti.

Per chi non lo conoscesse (o non se lo ricordasse più :-) ) questo particolare smartwatch ha una peculiarità rispetto a qualsiasi altro. Grazie a un particolare microfono posizionato sul cinturino permette di effettuare chiamate private direttamente dall’orologio, sfruttando la naturale cassa di risonanza creata dal palmo della mano.

Hot Smartwatch crowdfunding

All’epoca (luglio 2013) ho volutamente mancato la campagna crowdfunding optando su Omate TrueSmart (che poi ho disdetto) e ho successivamente effettuato un pre order dal sito ufficiale, ormai 6 mesi fa. Il problema legato ai tempi mai rispettati dei progetti crowdfunding purtroppo si ripropone e questo fattore causa più di un risvolto negativo. Chi ha buona memoria infatti ricorderà che anche Pebble accumulò un’ importantissimo ritardo ma il mercato smartwatch  non era cosi’ evoluto come adesso e Pebble, al momento, non contava molti competitors.

Adesso invece stiamo per assistere alla nascita di Android Wear, Samsung e’ ormai alla seconda generazione dei suoi dispositivi indossabili, Sony ha il suo valido SmartWatch2 e molti altri brand stanno per debuttare sul mercato. Davanti a questo scenario, i “piccoli”  progetti nati su KickStarter o Indiegogo perdono molta della loro spinta propulsiva data dalla freschezza e dalla novità di un’idea che inizialmente entusiasma ma che poi si scontra con i problemi reali che si devono affrontare quando si passa dalla carta alla catena di montaggio. Fiutato l’affare i grandi brand mondiali si impossessano del mercato, forti di capacità produttive sconosciute a una piccola start up che non ha mai prodotto nulla.

HOT Smartwatch crowdfunding

HOT Smartwatch forse sarà uno degli ultimi esemplari a passare questo iter, che per quanto affascinante e stimolante ha un importante e negativo risvolto: far arrivare sul mercato prodotti concettualmente già vecchi.

In ogni caso entro il mese di Maggio (forse) HOT Smartwatch dovrebbe passare alla fase di consegna, considerato che siamo prossimi alla partenza della produzione di massa. Vi terrò informati e appena riceverò l’orologio non mancherò di condividere con voi un bel unboxing e relativa recensione.

State nelle vicinanze!

Vota questo post
HOT Smartwatch (quasi) in arrivo ultima modifica: 2014-05-04T17:19:10+00:00 da Stefano Ratto

3 Responses to HOT Smartwatch (quasi) in arrivo

  1. Alex scrive:

    Condivido in pieno,
    purtroppo il crowdfunding, almeno per quanto riguarda questo settore sta naufragando per i motivi da te esposti.
    Io stesso non impieghero’ altri soldi (peraltro ad ora tutti persi, a parte Pebble che e’ una mosca bianca) in questo tipo di iniziative.
    Sia chiaro, mi dispiace, ma non riesco piu’ a dare credito a gente che promette risultati concreti in tre mesi e poi continua a promettere di mese in mese per piu’ di un anno e poi ancora non si vede nulla.

    • smartwatch_ita scrive:

      Si purtroppo sono molti di più i casi negativi rispetto a quelli che hanno assistito a un lieto fine. Al momento ci sono diversi modelli che hanno difficoltà a uscire e sono quasi spariti, provocando tantissimo malcontento.
      Credo che a breve i progetti con smartwatch spariranno, forse sono diventati troppo complessi da gestire e soprattutto un mercato così richiede tempi molto ma molto più ridotti.

  2. […] Insomma c’è davvero molta sostanza in questo progetto nato sulla piattaforma di Indiegogo che sicuramente è da tenere sotto osservazione e che si avvia con largo anticipo a superare la soglia di 30.000$ per partire verso la produzione. Unica incognita, come sempre, i tempi per la realizzazione e  la distribuzione. A luglio 2014 sono infatti previste le spedizioni ma mi sento un po’ scettico a riguardo… […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -