Rufus Cuff prende il volo da Indiegogo

Rufus Cuff Indiegogo

Lo dico sinceramente, ma non avrei scommesso un nichelino su Rufus Cuff. La sua idea di wrist communicator infatti non mi ha convinto, almeno ad una prima analisi. Invece il pubblico amante del crowdfunding ha premiato in pieno questo particolarissimo smartwatch (ma siamo davvero ai limiti della categoria) che si differenzia da qualsiasi altro per tanti e tanti elementi.

Rufus Cuff vince la sua scommessa su Indiegogo grazie alle forme innovative e a un’ottima interfaccia utente

Forse solo Neptune Pine si avvicina concettualmente, ma forse solo grazie alle forme generose. In realtà le differenze ci sono anche se (sono sincero) mi sfugge il motivo per cui la nostra new entry non è stata dotata di slot per micro sim in modo da renderlo totalmente indipendente. Infatti, come un qualsiasi smartwatch, ha bisogno dello smartphone per fare e ricevere chiamate e praticamente qualsiasi altra azione che necessiti di accesso alla rete. Anche se la sua ricca dotazione hardware gli consente, in un qualche modo, un po’ più di libertà grazie soprattutto al WiFi e al GPS che si trovano a bordo dell’orologio. Ecco di seguito la sua completa dotazione:

Rufus Cuff Indiegogo

Ma possiamo usare un termine del genere? Non credo proprio. Rufus Cuff ha infatti un aspetto mastodontico anche se aggraziato e filante grazie a una livrea ben disegnata e scommetto che in tanti tra quelli che hanno finanziato il progetto su Indiegogo sono rimasti affascinati proprio da questo aspetto. Ma esiste anche la componente software e qui siamo di fronte ad una delle UI (user interface) sicuramente più accattivanti e ben riuscita. Molto in stile HOLO, immediata e intuitiva.

A questo proposito vi ricordo che il sistema che governa il tutto a basso livello è l’onnipresente Android nella sua versione 4.4 KitKat. Potranno per cui essere installate apps e, presumibilmente, sarà previsto l’accesso al Play Store di Google.

Rufus Cuff Indiegogo

Comunque tutto è bene quel che finisce bene, ora i coraggiosi finanziatori dovranno solo attendere un tempo assolutamente indefinito per entrare in possesso del loro esemplare di Rufus Cuff ma chi volesse unirsi ai 1799 (per ora) temerari che hanno versato la ragguardevole cifra di 323.052$, ha ancora 4 giorni per decidere, anche se il prezzo è ormai lievitato a 279$ (dai 229 iniziali). Le spedizioni sono previste a settembre 2014, anche se mi sentirei di omettere l’anno (considerato il trend del crowdfunding).

Vota questo post
Rufus Cuff prende il volo da Indiegogo ultima modifica: 2014-05-14T10:56:38+00:00 da Stefano Ratto

4 Responses to Rufus Cuff prende il volo da Indiegogo

  1. Gianni Zircone scrive:

    Ad essere sincero tra i vari cloni o copia e incolla preferisco questo smartwatch dal designe completamente rivoluzionario rispetto ai concorrenti. Mi chiedevo: per chi indossa l’orologio a sinistra c’è la variante?

    • smartwatch_ita scrive:

      È sicuramente originale, su questo non si discute! È anche abbastanza impegnativo da indossare, altrettanto certamente. Comunque davvero interessante, deve essere divertente andarci a spasso :-)
      Vedremo se riusciranno a mantenere il modello definitivo senza variarlo troppo rispetto a quanto presentato.
      Da seguire!

      • Gianni Zircone scrive:

        Concordo! Spero che sia il più funzionale possibile. Poi al polso col tempo ci si adatta considerando che ci sono in commercio tanti crono “patacconi” che pesano 800 gr e costano parecchio. Complimenti per il sito sempre aggiornato e con notizie davvero utili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -