E venne il giorno di Android Wear

Condivisioni 0

Al Google I/O oggi si consumerà un capitolo fondamentale nello sviluppo dei dispositivi indossabili. Android Wear verrà infatti svelato in ogni sua parte e il suo debutto ufficiale determinerà sicuramente una spinta notevole a un mercato che, nonostante tutto, ha incontrato qualche difficoltà a decollare.

Questo è vero per il nostro paese e lo è meno per altre zone del mondo, come gli Stati Uniti e l’Asia, dove il fenomeno è di sicuro più conosciuto e diffuso. In ogni caso tutto è destinato a cambiare con la definitiva discesa in campo di tre brand tra i più conosciuti. Sapevamo già tutto di Lg e Motorola, sapevamo poco di Samsung che invece sarà della partita con un modello che presumibilmente si chiamerà Gear Live e che introdurrà il nuovo SO di Mountain View nella serie Gear del produttore coreano.

Le indiscrezioni che sono trapelate ci parlano di un dispositivo che potrà avere a bordo un hardware di questo tipo: display AMOLED da 1,63 pollici con risoluzione di 320 x 320, CPU da 1,2 GHz, RAM da 512 MB, storage da 4 GB, Bluetooth 4.0, batteria da 300 mAh, resistenza ad acqua e polveri e cardiofrequenzimetro. Insomma tutto in linea con la tradizione dei dispositivi indossabili di Samsung, senza nessuna sorpresa particolare anche e soprattutto per quello che riguarda il display che rimane un più che tradizionale AMOLED (spento quando inattivo). Chissà se almeno l’autonomia potrà dirsi migliore delle scarse 36h dichiarate da Lg per il suo G Watch.

I servizi installati sul sistema pare che saranno tutti quelli contemplati da Google, cioè Google Now, Gmail, Maps, Hangout che fungeranno da controparte alle apps gemelle installate sullo smartphone. In merito poi ad un possibile Play Store dedicato ancora nulla si sa, sarà uno dei possibili argomenti di discussione in questo giorno del debutto di Android Wear, non ci rimane che aspettare ancora qualche ora.

E venne il giorno di Android Wear
Vota questo post