Lg G Watch ha problemi di ossido sui contatti di ricarica

lg_g_watch_ossido_02

La notizia resa pubblica sui social da qualche giorno non è una delle migliori per Lg G Watch, il primo smartwatch ad adottare Android Wear. Pare infatti che alcuni modelli (ma la cosa si sta estendendo in maniera preoccupante) mostrino segni di ossidazione sui contatti della ricarica che (poco intelligentemente) sono stati posti sul retro della cassa dell’orologio, a contatto con la pelle.

Anzi, alcuni possessori di G Watch hanno denunciato anche il fatto di aver trovato segni della ruggine anche sulla pelle stessa, fatto che di per se non è davvero simpatico. In realtà era uno dei problemi di cui soffriva anche il “vecchio” Wimm One probabilmente perché mancava un trattamento specifico per i contatti magnetici della ricarica. Evidentemente l’esperienza non ha insegnato molto e a distanza di diversi anni siamo incappati nello stesso, fastidioso, problema.

Probabilmente Lg disporrà la sostituzione dei dispositivi che hanno mostrato questa anomalia, magari correndo anche ai ripari già nella fase di produzione, magari isolando meglio i contatti e le viti (che stanno perdendo colore e rischiano di ossidarsi). Comunque tutto questo denota una cura abbastanza approssimativa e forse la soluzione di ricarica wireless (come per Moto360) rimane la sola percorribile per questa tipologia di dispositivi indossabili. Vedremo come si comporterà Lg con la garanzia…

Vota questo post
Lg G Watch ha problemi di ossido sui contatti di ricarica ultima modifica: 2014-07-30T12:44:10+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -