Meta M1 ai blocchi di partenza il più elegante degli smartwatch

Meta M1

Lo dico sinceramente, se dovessi al momento pensare di acquistare uno smartwatch “puro” penserei sicuramente a Meta M1. E’ in assoluto il più elegante smartwatch sulla piazza (anche se è un dato soggettivo) ed è anche il più particolare, grazie alla sua ingegnosa soluzione di aggancio del cinturino sulla cassa.

Da oggi è possibile ordinarlo sul sito ufficiale, confidando che acceda prima o poi anche ad altri grandi store come Amazon. Al momento si posiziona piuttosto in alto nella fascia di prezzo, partendo dai 249$ delle versioni con cinturino in gomma fino ad arrivare ai 449$ delle versioni in metallo satinato, davvero molto eleganti. Non ci sono varianti in quanto a funzionalità tra i modelli, ma sono l’allestimento e i materiali a fare la differenza. La versione più accessibile con cassa in metallo e cinturino in gomma è perciò assolutamente identica alle altre più costose. Detto questo, l’importo è esattamente uguale a Pebble nella sua versione in acciaio che effettivamente si prefigura come il suo concorrente più prossimo.

Meta M1

Durata della batteria dichiarata di 5/7 gg., 3 ATM la capacità di immersione e ben sei tasti fisici per navigare all’interno dei menu oltre che un display 128 x 128 Memory pixel LCD (esattamente uguale a Pebble). Può contare sulla connessione bluetooth 4.0 (che abbatte notevolmente i consumi per gli smartphone che la possono utilizzare). La carica avviene grazie a una piccola basetta a ritenuta magnetica che si aggancia sul retro della cassa e appare estremamente solida come soluzione. Una completa companion app consente di configurare e gestire in ogni suo aspetto M1 e di caricare nuove apps. Quello dello sviluppo è uno dei punti sui quali Meta punta molte delle sue risorse, per cui chi acquista M1 può attendersi un buon supporto per il futuro e tanti aggiornamenti, oltre che alla crescita delle funzionalità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il video che vedete di seguito riguarda una recente intervista a Frank Nuovo e Andy Tarczon che sono quelli che hanno ideato M1, le riprese sono state effettuate all’interno degli uffici di Meta. Chi di voi non vorrebbe lavorare in un simile ambiente? Davvero molto bello e in linea con la ricercatezza di stile che anche gli smartwatch M1 fanno chiaramente trapelare. Sperando di vederlo presto anche in Italia vi lascio alla visione dell’intervista e al video di CNET con le prime impressioni.

 

Vota questo post
Meta M1 ai blocchi di partenza il più elegante degli smartwatch ultima modifica: 2014-09-19T12:34:10+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -