MOTA SmartRing, l’anello del futuro

MOTA SmartRing

La moda degli indossabili non si ferma certo agli smartwatch, un nuovo fronte si sta aprendo verso uno degli oggetti più antichi e più integrati nella nostra cultura: l’anello. Che adesso si proietta nel futuro.

MOTA SmartRing è un oggetto indubbiamente interessante, ma non è il primo di questa tipologia. Anche se i predecessori sono falliti in maniera piuttosto miserevole nell’impresa di inserire all’interno di un piccolo anello tutta la tecnologia necessaria a renderlo smart. L’obiettivo è quello di avere tutte le informazioni che potrebbe fornire uno smartwatch racchiuse nella sottile e ridotta cornice circolare di un anello. E’ facile immaginare quali possano essere le difficoltà.

MOTA SmartRing

Cosa può fare esattamente MOTA SmartRing? E’ controllato dalla sua companion app sulla quale possiamo definire particolari avvisi per numeri predefiniti e logicamente tutte le notifiche dagli immancabili social. Il livello di discrezione è davvero altissimo, potremo consultare il nostro piccolo SmartRing semplicemente orientando verso di noi il palmo. La connessione è assicurata dal bluetooth 4.0 BLE, è anti shock ed è possibile immergerlo senza problemi. La superficie sarà touch per cui basterà effettuare uno swipe per spostarsi tra le notifiche visualizzandole su una piccola porzione sulla superficie dell’anello.

Progetto indubbiamente interessante e che sta riscuotendo un notevole successo sulla piattaforma di Indiegogo, anche se a me lascia qualche dubbio sulla fattibilità. Per esempio non vedo nessuna menzione relativa alla batteria, sia in termini di autonomia che sul sistema di ricarica, che a me appare misterioso. In ogni caso se siete coraggiosi lo potete prenotare sulla nota piattaforma di crowdfunding per 75$.

Vota questo post
MOTA SmartRing, l’anello del futuro ultima modifica: 2014-10-08T13:15:42+00:00 da Stefano Ratto

2 Responses to MOTA SmartRing, l’anello del futuro

  1. Adelmo scrive:

    e con le misure come pensano di fare?

  2. Gianni Zircone scrive:

    Sicuramente è una bella idea. Resiste all’acqua ma spero che resista anche agli urti perché personalmente alcune volte quando faccio movimenti con le braccia mi capita di urtare con le mani e gli anelli contro sedie, porte e muri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -