Fitbit Surge, il fitness ha eletto il suo smartwatch

FitBit Surge

Fitbit Surge sarà ufficialmente presentato a breve ma si candida a diventare lo smartwatch per il fitness, grazie alla possibilità di lavorare in totale autonomia, senza essere collegato allo smartphone. 

 Fondamentalmente Fitbit Surge è uno smartwatch, ma ha modo di operare in totale autonomia grazie al suo allestimento hardware davvero completissimo. In ottica fitness la presenza del GPS a bordo dell’orologio permette un uso molto più esteso, appunto senza legarci all’ingombrante presenza dello smartphone (a volte non gradita nell’uso sportivo). I dati raccolti durante le diverse attività verranno poi sincronizzati e gestiti da un’applicazione specifica che come di consueto ci consentirà di analizzare statistiche, risultati, goals.FitBit Surge FitBit Surge

Ormai molti di noi si gestiscono in totale autonomia le attività sportive e anche se fatte in un’ottica amatoriale ricevono un beneficio non da poco da questi strumenti avanzati, in dettaglio Fitbit Surge può contare su una quantità di sensori davvero invidiabile:

  • GPS
  • Accelerometro a 3 assi
  • Giroscopio a 3 assi
  • Bussola digitale
  • Monitor ottico cardio
  • Altimetro
  • Sensore luce ambiente
  • Vibrazione
  • Resistente fino a 5ATM
  • Bluetooth 4.0 BLE

Il problema più rilevante pare essere il prezzo, piuttosto alto. FitBit Surge arriverà sul mercato a 249$ che non sono una cifra modesta se paragonato alle altre fitband, anche se Surge si posiziona a metà strada  tra un bracciale fitness e un “tradizionale” smartwatch. Debutterà a breve sul mercato.

Vota questo post
Fitbit Surge, il fitness ha eletto il suo smartwatch ultima modifica: 2014-10-29T16:51:11+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -