Samsung Gear S sbarca in Italia, ecco le prime impressioni

Samsung Gear S

Non si può certo dire che Samsung Gear S abbia fatto io suo debutto in sordina. Negli ultimi giorni ha fatto la sua apparizione in tantissimi video di unboxing e review, tutti indifferentemente mettono in risalto l’ottima interfaccia fornita da Tizen e la grande quantità di risorse che offre il nuovo sistema operativo di casa Samsung. Con qualche ombra.

Una delle più complete review è quella che offre sul suo canale YouTube uno dei portali storici della telefonia in Italia, Telefonino.net. Si tratta sicuramente di una review estremamente completa che ci descrive nel dettaglio il funzionamento di questo interessante prodotto della casa coreana. Come molti avranno avuto modo di rilevare ci sono sostanziali differenze rispetto al modello presentato in occasione della fiera IFA di Berlino, dove aveva fatto per la prima volta la sua apparizione. Il cinturino infatti appare notevolmente modificato regalando al Gear S una linea più leggera e meno avvolgente, considerato che già di per se il corpo dell’orologio appare piuttosto importante.

Purtroppo Samsung ha attuato una politica piuttosto limitativa per il suo smartwatch di punta. In prima istanza è necessario attivarlo (con o senza sim) e per farlo è obbligatorio l’uso di uno smartphone della serie Galaxy (di ultima generazione). Dopo questo necessario passaggio (potremo pensare di usare uno smartphone di un conoscente) ci scontriamo però con i limiti imposti anche nella modalità autonoma del Gear S. Con solo l’ausilio della sua sim, per cui accedendo anche ai dati, non avremo modo di effettuare sincronizzazioni con account mail, calendario, rubrica e molto altro ancora. E forse questo è l’aspetto peggiore di tutti.

Al netto di tutti gli ottimi elementi che compongono il “pacchetto” Gear S questa politica commerciale rischia seriamente di allontanare verso altre soluzioni una platea davvero molto vasta di possibili acquirenti  che (giustamente) potrebbero mal digerire le tante limitazioni imposte dalla casa coreana. Potremo assistere a un ripensamento di Samsung in futuro? Sarebbe davvero auspicabile. Al momento comunque lo trovate già disponibile nei principali store di vendita di elettronica, come Amazon
.

Vota questo post
Samsung Gear S sbarca in Italia, ecco le prime impressioni ultima modifica: 2014-11-17T13:27:44+00:00 da Stefano Ratto

16 Responses to Samsung Gear S sbarca in Italia, ecco le prime impressioni

  1. Paolo scrive:

    ho letto pero che senza un device S4 mini o superiore non si attiva neppure questo Gear S, inoltre ho letto che la sincronizzazione contatti ecc viene fatta solo tramite lo smarphone e che quindi se qualcuno pensa di acquistarlo per utilizzarlo in solitaria niente da fare!
    quancuno puo confermare o smentire?

    • smartwatch_ita scrive:

      Confermo, come scrivevo sul post. Estremamente limitato da Samsung dal punto di vista software e solo compatibile con i modelli più recenti della serie Galaxy. Mi sembra un epic fail a me.

      • Alessandro scrive:

        io sono possessore di samsung gear s e note 4. devo dire che il telefono non è male ma non mi piace il fatto che x caricarlo bisogna montare al telefono la basetta e non direttamente il filo è non mi piace il fatto che, almeno io non riesco ad avere un auricolare Bluetooth in comune tra i due apparati. in più mi piacerebbe anche che nel momento in cui ricevo una telefonata sulla sim del gear posso passarla al telefono nel caso in cui non ho un auricolare. invece adesso si può in alternativa parlare solo a vivavoce con il gear

  2. Andrea scrive:

    A me piace molto peccato però che su amazon ho già letto una recenzione molto negativa e sembrerebbe come dice Paolo che non si poss utilizzare come stand alone…insomma 400 euro mi pare un pò una soletta…peccato

  3. Paolo scrive:

    http://forum.xda-developers.com/gear-s/general/tutorial-install-gear-manager-connect-t2934307

    qui ho trovato qualcosa per bypassare l’accoppiamento Samsung! ma non ho testato!
    sono molto attirato ma al tempo stesso…mmmmh…

    • smartwatch_ita scrive:

      Comunque potrebbe essere interessante, purtroppo i limiti di Tizen stand alone non credo che siano facilmente bypassabili.

  4. LucaS888 scrive:

    Si, purtroppo le fosche previsioni sono state tutte confermate dai primi utilizzatori e recensori.

    E’ un peccato, oggi l’ho provato da un mediaw e è un bell’oggetto, paradossalmente più “snello” di quanto si possa pensare, al confronto il vicino LG R sembra una medaglia olimpica, mi ha fatto una pessima impressione, anche se capisco che il display richieda le sue misure (l’lg quadrato alla fine sembrava migliore).

    Come ho scritto altrove il gear s oggi come oggi con le sue limitazioni è un Gear Fit più grande, con qualche funzionalità in più (tizen è pur sempre un os espandibile con app complesse) e con la possibilità di telefonare e di essere comandato a voce.
    Ma è “lontano” dal watchphone che doveva essere.
    Sarebbe giusto prezzarlo 300 euro al posto di 400, o farne una versione senza modulo telefonico.

    Comunque quando calerà inevitabilmente di prezzo (non più di 250) penso che finirò per comprarlo.
    Il Gear Fit preso a 80 euro lo sto usando e mi piace (schermo e touch sono ottimi, e per ora niente ditate), non è il pebble ma funziona comunque bene nonostante le paturnie dei software samsung, e un display maggiorato per leggere le notifiche sarebbe ovviamente gradito.

  5. Gianni Zircone scrive:

    Se dovessi fare un acquisto basando tutto sull’estetica allora ci farei un pensierino ma qui parliamo di un prodotto di elettronica e non di un semplice orologio. Quindi lo boccio senza esitare. Nella mia lista ce ne sono altri molto più interessanti in termini di estetica e soprattutto caratteristiche tecniche. Samsung è completamente fuori pista. In 1 anno ne ha messi in commercio 5 per un totale di 5 flop assoluti!

  6. Andrea scrive:

    Qualcuno di voi sai se è possibile acquisire una seconda sim dal proprio gestore telefonico, con lo stesso numero in modo da tenerle entrambi in funzione, una sullo smart ed una sul telefono. grazie

    • smartwatch_ita scrive:

      So che è possibile farsi rilasciare una seconda sim ma credo che non possano rimanere attive entrambe nello stesso momento.

  7. Andrea scrive:

    Grazie Stefano per la rapida risposta, un caro saluto e buon lavoro

  8. Andrea scrive:

    Ciao Stefano ti confermo che si può avere una scheda bis ma la compagnia ti fa pagare 4 euro al mese per il servizio. Devo confessarti che questo gear s mi fa veramente gola. PECCATO non si possa utilizzare come stan alone al 100%.

    • smartwatch_ita scrive:

      4€ sono una cifra abbastanza onesta, peccato davvero che il Gear S abbia questo (assurdo) limite. Vediamo se il futuro riserverà qualche sorpresa (penso a XDA) oppure no.

  9. antonino scrive:

    Gentile thelongrun ti chiedo due consigli
    Cerco il miglior watchphone da prendere al momento di marca conosciuta o meno
    Ed lo smartwatch migliore
    Sto per vendere il mio simvalley go 414
    Fammi sapere prestissimo accetto il consiglio
    Ti prego non dirmi c’è l’elenco voglio un consiglio
    Non è importante il costo
    Oppure occhio alla qualità prezzo grazie dell’aiuto

    • smartwatch_ita scrive:

      Ciao Antonino,
      al momento non posso che consigliarti Awatch (trovi la review video sul blog), è di sicuro il miglior smartwatch all-in-one in commercio.

      Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -