Samsung Gear S

Samsung Gear S sbarca in Italia, ecco le prime impressioni

Non si può certo dire che Samsung Gear S abbia fatto io suo debutto in sordina. Negli ultimi giorni ha fatto la sua apparizione in tantissimi video di unboxing e review, tutti indifferentemente mettono in risalto l’ottima interfaccia fornita da Tizen e la grande quantità di risorse che offre il nuovo sistema operativo di casa Samsung. Con qualche ombra.

Una delle più complete review è quella che offre sul suo canale YouTube uno dei portali storici della telefonia in Italia, Telefonino.net. Si tratta sicuramente di una review estremamente completa che ci descrive nel dettaglio il funzionamento di questo interessante prodotto della casa coreana. Come molti avranno avuto modo di rilevare ci sono sostanziali differenze rispetto al modello presentato in occasione della fiera IFA di Berlino, dove aveva fatto per la prima volta la sua apparizione. Il cinturino infatti appare notevolmente modificato regalando al Gear S una linea più leggera e meno avvolgente, considerato che già di per se il corpo dell’orologio appare piuttosto importante.

Purtroppo Samsung ha attuato una politica piuttosto limitativa per il suo smartwatch di punta. In prima istanza è necessario attivarlo (con o senza sim) e per farlo è obbligatorio l’uso di uno smartphone della serie Galaxy (di ultima generazione). Dopo questo necessario passaggio (potremo pensare di usare uno smartphone di un conoscente) ci scontriamo però con i limiti imposti anche nella modalità autonoma del Gear S. Con solo l’ausilio della sua sim, per cui accedendo anche ai dati, non avremo modo di effettuare sincronizzazioni con account mail, calendario, rubrica e molto altro ancora. E forse questo è l’aspetto peggiore di tutti.

Al netto di tutti gli ottimi elementi che compongono il “pacchetto” Gear S questa politica commerciale rischia seriamente di allontanare verso altre soluzioni una platea davvero molto vasta di possibili acquirenti  che (giustamente) potrebbero mal digerire le tante limitazioni imposte dalla casa coreana. Potremo assistere a un ripensamento di Samsung in futuro? Sarebbe davvero auspicabile. Al momento comunque lo trovate già disponibile nei principali store di vendita di elettronica, come Amazon
.

Samsung Gear S sbarca in Italia, ecco le prime impressioni
Vota questo post