Ecco il nuovo smartwatch Lg con WebOS (CES2015)

Lg WebOS

Lg ha presentato ieri al CES2015 un bellissimo smartwatch solo inizialmente confuso con il già conosciuto Lg G Watch R. La sorpresa è stata invece grande quando si è capito che si trattava davvero di tutt’altro e l’unica cosa che ha in comune questo nuovo modello con quello già in commercio è la sola forma circolare del display.

Completamente diverso è (soprattutto) il sistema operativo che non è Android Wear ma quel WebOS che spesso è stato tirato in ballo proprio in merito a un suo possibile utilizzo a bordo di dispositivi indossabili. Il momento pare essere davvero giunto e possiamo assistere alla nascita di un nuovo sistema per smartwatch, all’apparenza davvero promettente. L’orologio è stato svelato da Lg nell’ambito di un evento esclusivo creato per promuovere integrazioni con Audi, il quale marchio ricorre spesso sulle watchface di questo nuovo smartwatch. Sicuramente quest’ultimo modello di orologio smart è stato presentato in quest’ottica ma verrà poi distribuito attraverso i normali canali mettendosi in competizione diretta proprio con il fratello Lg G Watch R e con quell’Android Wear che alla resa dei conti sta facendo fatica a sfondare, anzi. Quello a cui stiamo assistendo è una frammentazione, positiva, dei sistemi operativi installati su smartwatch. In occasione di questo CES2015 abbiamo visto il debutto di molti sistemi proprietari, da Alcatel a Lenovo (senza parlare della tante smartband).

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

A differenza di quanto avviene nel mondo smartphone e nel mobile in generale, dove andiamo verso un’uniformità quasi assoluta dei sistemi (iOS e Android in primis), in ambito smartwatch pare avere la meglio  la logica dell’OS aperto ma proprietario, capace di interfacciarsi con le maggiori piattaforme mobili. Nonostante tutto Pebble insegna che è possibile conseguire un grande successo anche rimanendo fuori dai sistemi globali.

Per quello che riguarda quest’ultimo Lg (che ancora non ha un nome ufficiale), scopriremo più avanti caratteristiche e peculiarità ma quello che è stato mostrato è davvero interessante e promette molto bene, il sistema sembra veloce e molto fluido. Un particolare: in un’immagine viene mostrato il tastierino numerico per cui è lecito pensare che questo smartwatch possa essere indipendente dallo smartphone per effettuare chiamate, un po’ come Samsung Gear S. Avrà anche i suoi limiti? Vedremo…


Vota questo post
Ecco il nuovo smartwatch Lg con WebOS (CES2015) ultima modifica: 2015-01-08T14:00:29+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -