Facer e WatchMaker, le infinite facce di Android Wear

watchface_05

Android Wear è un sistema ancora giovane e per certi versi piuttosto acerbo. Ancora oggi indosso con più soddisfazione il mio vecchio Pebble per ovviare alle mancanze del piccolo SO made in Google. Le cose però evolvono e rapidamente Android Wear guadagna terreno. Vediamo perché.

Uno degli aspetti meno digeribili del piccolo sistema con il robottino verde è la limitata possibilità di personalizzare le watchface. La vista orologio è in realtà uno degli elementi più importanti in uno smartwatch e lo sa bene chi utilizza app come Pebble Canvas, che permette la creazione partendo da un “foglio bianco” di infinite schermate che possono ospitare praticamente qualsiasi informazione, relativa all’orologio stesso o allo smartphone ad esso collegato (livello batteria, appuntamenti, meteo, WiFi e tanto altro ancora).

watchface_01

Per quello che riguarda nello specifico Android Wear molte piccole app sono nate nel corso del tempo e hanno permesso di utilizzare watchface diverse da quelle di default, però con diversi limiti. Innanzitutto sono quasi tutte a pagamento e poi configurabili solo marginalmente e non certo nei contenuti. Adesso, grazie alla nascita di due app, le cose sono cambiate radicalmente.
Parliamo di Facer e WatchMaker che, in maniera diversa, permettono di creare watchface praticamente senza limiti e sono diventate entrambe dei must have nel caso si possieda un Android Wear. Oltre che sbizzarrirsi a produrre le proprie watchface potete scaricarne di bellissime (a costo zero) elaborate da altri utenti e on line, soprattutto sul sito FaceRepo ne trovate davvero di notevoli.

watchface_02

Vi lascio con i badge di entrambe le app con la possibilità (al costo di un giornale) di acquistare le versioni Pro più ricche ancora di funzionalità.

Facer Watch Faces
Price: Free+
WatchMaker Watch Face
Developer: androidslide
Price: Free+
Vota questo post
Facer e WatchMaker, le infinite facce di Android Wear ultima modifica: 2015-01-16T14:06:03+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -