Microsoft Band, luci e (tante) ombre

Microsoft Band

La prima smartband di Microsoft, fortemente orientata al fitness, è sbarcata sul mercato e sui relativi banchi di prova di importanti portali. Più o meno tutti hanno puntato l’indice sui difetti di questo primo prodotto indossabile della casa di Redmond, primo fra tutti la batteria.

L’autonomia permessa da questa fitband  promettente, si è rivelata davvero scarsa. Soprattutto perché la ricca dotazione hardware della  Microsoft Band rischia di non venire sfruttata come meriterebbe, appunto per non rimanere a secco a metà della giornata. In condizioni normali, senza sfruttare troppo il bel display, il GPS, limitando le rilevazioni dei battiti, si raggiungono i due giorni di autonomia. Un po’ poco pensando che in media le smartband si attestano tutte intorno a una settimana di utilizzo. Peccato.

Bisogna considerare, a sua discolpa, che Microsoft Band è più completa rispetto alla diretta concorrenza e permette un utilizzo più ampio e, grazie alla casa madre, sfrutta un ecosistema ben più ampio (se collegata con un Windows Phone). Pensiamo infatti a Cortana, l’assistente virtuale pari a Siri e Google Now, che si può interrogare direttamente dal polso. Non è una feature da poco e potrebbe essere apprezzata davvero da molti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Un altro elemento che lascia perplessi è relativo proprio alla sua vestibilità, abbastanza critica. La parte del display, piuttosto lunga, è perfettamente lineare e questo non aiuta certo a meno di indossarla al contrario (si vede anche nel video condiviso da PhoneArena.com).

Insomma, lo stesso sito alla fine stila una pagella che riassume bene le impressioni lette anche in altre review.

 

PRO

  • Il display offre una vista chiara e una discreta ricchezza di dati
  • Compatibile con Android, iOS, e Windows Phone
  • Misura accurata delle calorie bruciate grazie al sensore cardio sempre attivo
  • La app Microsoft Health davvero completa e facile da usare
  • Offre molte funzioni da smartwatch

CONTRO

  • Formato e vestibilità non soddisfacenti
  • Prezzo elevato per il mercato fitband
  • Durata batteria scarsa
  • Necessità di impostazione manuale per la modalità notte
  • Poco resistente all’acqua

Trovate in vendita Microsoft Band direttamente sullo store Microsoft a 199$

Vota questo post
Microsoft Band, luci e (tante) ombre ultima modifica: 2015-01-30T18:53:41+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -