Pebble supera 1 milione di unità vendute

aggiornamento pebble

Pebble si conferma il maggior competitor del mercato nei confronti di Android Wear che fatica invece a ritagliarsi uno spazio, complice i limiti legati all’autonomia e a un sistema ancora acerbo. Considerando anche che il piccolo smartwatch creato da Eric Migicovsky ha ormai due anni e che presto potrebbero arrivare novità…

Quando nell’ormai lontano 2012 apparvero i primi modelli di Pebble in pochi avrebbero scommesso su un successo così planetario, di così vaste proporzioni. Certo il risultato conseguito su KickStarter qualcosa avrebbe significato, ma non è solo una questione di soldi. Nel corso di questi ultimi due anni Pebble Inc. (che nel frattempo è diventata un’azienda con tre sedi operative e più di 70 dipendenti) ha saputo creare un ecosistema davvero vasto, che forse rappresenta davvero la scommessa vinta.

pebble_agg_02

Più di 6.000 tra watchfaces e apps sviluppate da una platea di programmatori che conta 25.000 developers e cresce ogni giorno di più. E’ incredibile constatare anzi che il successo maggiore si è registrato nella seconda metà del 2014 quando ormai stavano prendendo piede gli indossabili Android Wear di produttori del calibro di Sony, Lg e Samsung. Un dato che parrebbe paradossale ma solo a una prima analisi. E’ infatti vero che i grandi brand hanno fatto da volano e concorso a far conoscere l’oggetto smartwatch, più di quanto sia riuscito a fare il piccolo Pebble da solo. Come dire, Android Wear ha fatto anche in modo che si venisse a conoscenza dell’esistenza del piccolo smartwatch americano con il suo leggerissimo Pebble OS, vero indiscusso protagonista di tutta la vicenda.

E ora quali cartucce ci sono nel caricatore del CEO Eric Migicovsky? Sicuramente il seguito di Pebble che, penso io, non verrà presentato in una grande fiera come il prossimo  MWC di Barcellona. Credo gli verrà dedicato una presentazione esclusiva. Ma come sarà il nuovo Pebble?

 

Nessuna indiscrezione, nessun rumor, niente è trapelato fino a questo momento anche se è  assolutamente certo che in uno dei laboratori californiani di Pebble un qualche prototipo stia già marciando. Quadrato, tondo, a colori, touch? Tutte le ipotesi sono valide e non lo è nessuna, non ci resta che aspettare.

Ma voi cosa vorreste dal nuovo Pebble??

 

Vota questo post
Pebble supera 1 milione di unità vendute ultima modifica: 2015-02-03T15:34:50+00:00 da Stefano Ratto

One Response to Pebble supera 1 milione di unità vendute

  1. LucaS888 scrive:

    Di sicuro voglio che mantengano i tasti o comunque un sistema di controllo/input oltre all’eventuale touch l’idea della ghiera ruotabile di samsung ad esempio è molto interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -