Pebble Time, nasce il nuovo smartwatch

Pebble Time

Svelato il nuovo aspetto (e non solo) dello smartwatch che erediterà un mercato da un milione di pezzi. Sempre su Kickstarter. Ecco le mie prime valutazioni a caldo.

Se volessi rimangiarmi tutto quello che ho scritto solo poche ore fa potrei tranquillamente farlo, ma invece ribadisco quanto detto già questa mattina in merito all’immagine leaked apparsa sul web nelle ore scorse. L’estetica del nuovo Pebble Time non mi ha impressionato e speravo in qualcosa di diverso. Detto questo, il video di presentazione della campagna KickStarter lo rappresenta sicuramente meglio e aiuta a capire che oltre la mera parte estetica c’è davvero molto di più, Pebble è cambiato in maniera radicale.

Pebble Time

Le variazioni interessano la parte software che è composta da una nuova interfaccia timeline in grado di scorrere i nostri eventi e le notifiche in maniera continuativa, per un’esperienza d’uso davvero diversa. Infatti i suoi classici tre pulsanti posti sul lato destro rappresentano essi stessi la nostra cronologia, con passato, presente e futuro. Poi nuove animazioni, transizioni dei menu, aspetto grafico in generale e nuovo menu delle app. Sotto l’aspetto hardware non è onesto fermarsi al disegno superiore dell’orologio (che può piacere come no). Molto più sottile del modello classico (perde ben il 20% di spessore fermandosi a 9,5 mm.) risulta anche leggermente curvo per seguire il naturale disegno del polso. Non possiamo non soffermarci sul nuovo display a colori (finalmente!), si tratta di un e-paper a bassissimo consumo e logicamente always-on, davvero gradevole da vedere, molto leggibile anche se non molto diverso in termini di dimensioni dal “vecchio” LCD del precedente modello.

Pebble Time

I contatti della ricarica sono posti sul retro della cassa e pare che non siano a ritenzione magnetica. Dobbiamo aspettarci una dock? Vedremo. Altra importante aggiunta riguarda la gestione vocale. Pebble Time è infatti dotato di mic per gestire il tutto con la semplice voce, esattamente come Android Wear. Molto altro scopriremo nei prossimi giorni quando avremo modo di addentrarci nei dettagli di questo nuovo smartwatch che al momento, dopo pochi minuti dall’apertura ha già ampiamente superato la soglia del milione di dollari e rischia, seriamente, di bissare il clamoroso successo del primo Pebble. Le spedizioni inizieranno a Maggio e non sono previsti ritardi :-)

Intanto godetevi il bellissimo video di TheVerge, qui di seguito

Vota questo post
Pebble Time, nasce il nuovo smartwatch ultima modifica: 2015-02-24T18:03:18+00:00 da Stefano Ratto

8 Responses to Pebble Time, nasce il nuovo smartwatch

  1. LucaS888 scrive:

    Video interessante ma i dubbi restano.
    E forse hanno dato più spazio all’estetica dell’interfaccia che a quella dell’hardware.
    Le animazioni sono riuscitissime, ma alla fine non servono funzionalmente, così come esteticamente si rivolgono solo all’utilizzatore.

  2. Matteo scrive:

    Ma come “LCD” delprecedente modello?! E questo dovrebe essere il sito di riferimento! Andiamo bene! (e-ink)

    • LucaS888 scrive:

      Pebble non usa la tecnologia e-ink ma un lcd, è facile confondere le due cose, l’ho fatto anch’io all’inizio, ma sono comunque diversi.
      Pebble adotta un lcd a bassissimo consumo, l’eink è una tecnologia diversa che, semplificando, consuma solo quando avviene un refresh, azione non continua a differenza di un lcd.

    • smartwatch_ita scrive:

      LucaS888 ti ha risposto nella maniera più esaustiva possibile, per cui evito di ribadire.
      Saluti.

      PS, per completezza:

      The watch has a 1.26-inch 144 × 168 pixel black and white memory LCD using an ultra low-power “transflective LCD” manufactured by Sharp with a backlight,

  3. Alessio Curtarolo scrive:

    Secondo me , anche se non mi piace tanto il design, come al solito hanno voluto procedere per piccoli passi e non stravolgere l’idea iniziale che gli ha portati ad un successo enorme.
    Sinceramente speravo in un prezzo diverso. Ormai sui 200€ , prezzo di vendita ufficiale dopo la raccolta fondi, si trovano smartwatch più pregiati come materiali e decisamente più belli vedi Motorola e LG. Ma ripeto è una mia opinione personale.

    • smartwatch_ita scrive:

      Vero, hanno voluto rimanere vicini alla filosofia che ha contraddistinto il primo Pebble, da questo lato sono contento perché amo l’interazione con i pulsanti al posto del touch.
      Contento di essere il numero 500 su Kickstarter, ritengo di averlo preso a un prezzo corretto e adeguato, 199$ forse anche a me sarebbero risultati troppi. E continuo ad avere qualche dubbio sul lato estetico, aspetto di vederlo dal vivo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -