Pebble2, è conto alla rovescia

pebble colors

Il countdown per il nuovo Pebble è ormai agli sgoccioli, piuttosto inaspettatamente infatti è apparso sul sito ufficiale di Pebble un conto alla rovescia che ci porterà direttamente a scoprire la nuova versione del più diffuso smartwatch del mercato. Cosa dobbiamo aspettarci?

Qualche indiscrezione è effettivamente trapelata nel corso degli ultimi giorni e non sono mancate le conferme più o meno ufficiali. Intanto Pebble2 (sarà banalmente questo il suo nome?) si potrà avvalere della nuova piattaforma software di cui ha già parlato in più occasioni Eric Migicovsky, fondatore e CEO di Pebble Inc. Cambierà per cui l’interfaccia grafica e la struttura dei menu in questa nuova versione, ma i cambiamenti sono attesi soprattutto sul versante hardware dove assisteremo a un vero e proprio stravolgimento.

Pebble2

Non dimentichiamoci che il primo modello di Pebble risale a due anni fa e che tale è rimasto, quasi invariato dalla sua veste iniziale. Il modello Steel uscito dopo poco più di un anno, ha visto l’introduzione di un piccolo led di notifica oltre che appunto all’adozione del più ricercato acciaio al posto della plastica. La notizia più interessante e significativa è di certo quella legata al tipo di display che verrà montato, quasi certamente a colori e più ampio rispetto al piccolo LCD a basso consumo di oggi. Quale sarà la tecnologia utilizzata? Gli scenari sono davvero moteplici. Escludendo l’ottimo Mirasol (in ragione di costi forse troppo elevati), potremo trovare e-paper a bassissimo consumo oppure una variante del transflective già montato su Sony Smartwatch2 e sui nuovi Garmin. Proprio ieri è stata diffusa un’immagine leaked (per conto mio totalmente falsa) che pare arrivi direttamente dai laboratori dell’azienda californiana. Io credo si tratti di un depistaggio bello e buono, staremo a veder. Alle ore 16 italiane avremo la conferma o meno dei nostri sospetti, il sipario verrà ufficialmente alzato.

Vota questo post
Pebble2, è conto alla rovescia ultima modifica: 2015-02-24T09:39:28+00:00 da Stefano Ratto

4 Responses to Pebble2, è conto alla rovescia

  1. LucaS888 scrive:

    Ci siamo!

    Primo commento a caldo, mi aspettavo di più.

    PRO
    Condivido l’idea di non snaturare il progetto originale facendosi contaminare dall’esagerata ricerca della “stilosità” dei modelli di altre marche, quindi si è puntato all’essenziale, durata e funzionalità.
    UI migliorata, non radicalmente ma sicuramente ha un’evidente marcia in più.

    Schermo a colori, è inutile nascondersi a volte l’uso dei colori permette non solo un abbellimento ma anche di aiutare a fornire informazioni.
    Tasti, tasti, tasti!
    Potenziamento generale.

    CONTRO
    Troppo bordo e schermo piccolo, lo schermo il primo doveva essere ridotto della metà contemporaneamente aumentando lo schermo.
    Estetica peggiorata, si so che è soggettivo ma veramente non posso dire che mi piaccia, o quantomeno lo trovo peggiorato; il primo modello, checchè se ne dica online, aveva forme minimalista ma allo stesso tempo curate, in stile “apple”; questo ricorda, non me ne voglia qualcuno, troppo certi prodotti “android”; tra l’altro secondo me avere un bordo schermo nero in una cassa colorata è un pugno negli occhi.
    Funzioni fitness assenti, magari nella fretta mi è sfuggito qualcosa ma mi pare che si sia rimasti al pebble 1; almeno il contapassi lo si poteva inserire.
    Venduto via kickstarter… perchè ? Dai su non ha senso se non cercare di battere qualche record…
    Prezzo, 199$ sono troppi, 149$ era il giusto prezzo per come la vedo io; certo prendendolo ora su kickstarter il prezzo è lì vicino ma ufficialmente sono 199$
    Modelli, si poteva puntare da subito anche sul modello in metallo, ora come ora non piacendomi l’estetica penso aspetterò serenamente lo steel pebble2.

    Valutazione ? Preso a se, direi 8,5, ma non posso nascondere che aspettandomi di più e deludendomi esteticamente arrivo a dargli un 7 forzato.

    PS: Ha già raggiunto il quintuplo della cifra “minima” stabilita su kickstarter…. vabbè…

    • smartwatch_ita scrive:

      La solita ottima analisi e ti dirò che sono rimasto con un gusto un po’ amaro in bocca. Faccio davvero fatica ad accettarlo, con quella gigantesca cornice. So che il suo ecosistema, così vasto e ricco, bilancia tutto e saprà aiutarmi ad accettarlo ma davvero a livello estetico mi sarei aspettato di più, sicuramente un display un po’ più ampio. La risposta del mercato sembra esserci, anche se anche io sono rimasto sorpreso dalla scelta di Kickstarter, considerato che Pebble Inc pagherà non poche royalty alla piattaforma di crowdfunding mi chiedo il perché di una scelta del genere.

      • LucaS888 scrive:

        Mah, vien da pensare per un discorso pubblicitario.
        Kickstarter per vari motivi amplifica la tua presenza rispetto ad una “normale” vendita da un sito.
        Anche perchè “certifica” le tue vendite che altrimenti sarebbero solo un annuncio.
        Così invece si sa per certo che a meno di 24 ore hai venduto 37000 pezzi e poco meno di 8mln di $…. immagino nuovo record.
        E come qualsiasi record è usabile dal marketing. :)

        Altro motivo, magari in USA il sistema creditizio considera kickstarter molto affidabile e permette di avere velocemente liquidità per la produzione in massa.
        Certo considerando quanto hanno venduto del primo è difficile pensare che avrebbero avuto difficoltà, ma se può permettere di accorciare i tempi…

        O chissà, magari è solo un modo per “ringraziare” kickstarter, in fondo è anche grazie a loro se è nato pebble.

        • smartwatch_ita scrive:

          Elenchi una serie di motivi che sono tutti validi. Forse pensando alle commissioni l’ultimo potrebbe essere il più valido di tutti :-)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -