Lg Watch Urbane, l’eleganza di Android Wear

Lg Watch Urbane

Il primo smartwatch circolare di Lg, G Watch R, rimane ancora oggi tra i più apprezzati a livello estetico anche se la conformazione attrae più  gli amanti dello sport e degli accessori casual. Il modello Urbane che verrà presentato ufficialmente in occasione del MWC di Barcellona ha invece una vocazione più classica e risulta davvero elegante, grazie anche alla cornice più sottile e alle tinte più ricercate.

Evidentemente l’intento da parte di Lg è quello di raggiungere un pubblico più esigente e sensibile a questi temi. Il corpo totalmente in acciaio inox, rifinito con tinta gold o argento, abbinato a cinturino in pelle con cuciture, davvero impreziosisce l’estetica di questo ottimo smartwatch mosso da Android Wear, uno dei pochi a garantire oltre due giorni di autonomia anche nella modalità always on del suo display P-OLED. A livello hardware non risultano esserci differenze sostanziali rispetto al modello di origine, sempre equipaggiato con un SoC Qualcomm Snapdragon 400 da 1.2GHz, come detto un display P-OLED da 1.3” con risoluzione di 320 x 320 pixel, 512MB di RAM e 4GB di memoria integrata. Il video teaser diffuso da Lg nei giorni scorsi certo mette l’acquolina in bocca anche se il prezzo finale potrebbe risultare indigesto a molti. Si parla infatti di un collocamento sul mercato intorno ai 350€ e forse qualche cosa di più. Ne sapremo di più al prossimo MWC2015 di Barcellona, che aprirà i battenti il 2 Marzo.

Vota questo post
Lg Watch Urbane, l’eleganza di Android Wear ultima modifica: 2015-02-25T12:50:09+00:00 da Stefano Ratto

One Response to Lg Watch Urbane, l’eleganza di Android Wear

  1. LucaS888 scrive:

    Bello, più dell’R, ma non so se ci spenderei 100€ in più, anzi l’R è facile che cali di prezzo…

    In realtà per un orologio ha anche senso spendere diversi biglietti da 100, il problema è che essendo “elettronica” la svalutazione nei modelli dei primi anni è troppo alta e veloce.

    Va bene far spendere 300-400-500 euro per un modello comunque curato e con ottimi materiali, ma in cambio pretenderei ALMENO 24 mesi di continui aggiornamenti e non una “spinta” a comprare il modello successivo dopo 8-12 mesi.
    E l’aggiornamento è una cosa possibilissima, basta vedere quanto fatto con pebble.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -