Pebble Time, ora ha venti milioni di ragioni per arrivare

Pebble Time

Pebble Time conferma il grande successo del primo modello e per questa seconda versione supera la straordinaria soglia dei 20 milioni di dollari raccolti, diventando il primatista assoluto di KickStarter.

Esattamente la cifra raggiunta corrisponde a $20,338,986, un risultato che non possiamo che definire straordinario e che forse va oltre anche le più rosee aspettative del team e che di fatto segna il raddoppio del già incredibile risultato della prima versione. I presupposti certo sono diversi, Pebble è diventato in questi ultimi due anni una solida realtà e un’azienda di tutto rispetto, in vorticosa espansione in termini  di fatturato e dispositivi venduti. La prima versione aveva superato in tempi recenti la fatidica soglia del milione di unità vendute, questa nuova versione Time supera le 100.000 alla sola prova del crowdfunding e nei prossimi mesi sicuramente saprà confermare anche nel mercato regolare la bontà di un progetto che pare non temere i rivali più blasonati. Parlo ovviamente di Apple Watch ma anche dei vari Samsung, Sony, Lg che sono già nelle vetrine dei negozi o sono prossimi ad arrivarci.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In un recente update della sua campagna KickStarter, Pebble ha diffuso anche alcuni particolari relativamente al grado di resistenza all’acqua del nuovo Time. Cambiano un po’ le condizioni a causa della presenza del microfono che viene protetto da una membrana apposita ma che logicamente riesce a fornire una protezione dinamica piuttosto limitata anche se alla fine dei test funzionali dovrebbe ricevere la certificazione fino a 30 mt. di immersione. Certamente sta crescendo la voglia di poterlo poterlo provare per toccare con mano le tante implementazioni e le nuove funzionalità e non sono previsti ritardi (almeno fino ad ora) rispetto all’iniziale tabella di marcia.

Vota questo post
Pebble Time, ora ha venti milioni di ragioni per arrivare ultima modifica: 2015-03-30T10:23:28+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -