Here, ascoltate il vostro mondo

Here active listening

Here rivoluziona il modo di ascoltare il mondo che ci circonda. Come recita il motto della sua campagna crowdfunding, controlla cosa ascoltare e come ascoltarlo.

 

Il mondo del crowdfunding mi appassiona sempre tantissimo ed è un serbatoio praticamente inesauribile di nuovi concetti, soluzioni e innovazioni spesso davvero entusiasmanti. Quello che probabilmente ieri non esisteva (o esisteva solo nella mente di uno) oggi trova il modo di realizzarsi grazie alla raccolta fondi che permette di concretizzare un’idea fino a produrla fisicamente. Concettualmente è davvero qualcosa di fantastico.

Mi imbatto oggi in un oggetto che reputo strabiliante e che non avrei esitato a finanziare, purtroppo la sua prima distribuzione sarà limitata al solo territorio degli Stati Uniti. La prima veloce occhiata alla pagina del progetto mi ha tratto in inganno, ho immediatamente immaginato che si trattasse di un nuovo sistema di ascolto wireless, alla fine un semplice auricolare stereo. Ero decisamente fuori strada. Si tratta in realtà di una sorta di filtro che applichiamo tra il nostro udito e il mondo esterno.

 

Here active listening

 

In ogni momento siamo circondati da suoni e rumori, alcuni di questi sgradevoli e fastidiosi. Addirittura dannosi. O, al contrario, spesso ci troviamo a voler ascoltare e non ci riusciamo come vorremmo, magari a un concerto, un po’ di buon live in un locale, al cinema…

Quante volte avremmo voluto magari poter tacitare l’insistente pianto di un bimbo di fianco a noi in un locale? Oppure i fastidiosi rumori dei lavori in un cantiere per strada o il frastuono della metro? Ognuno di noi, lo so per certo, si trova continuamente in situazioni simili. Il concetto di base di Here è esattamente questo. Tacita cosa non vuoi sentire e valorizza, enfatizza quello che ti interessa.

 

 

I particolarissimi auricolari che compongono Here ascoltano il mondo esterno e lo interpretano, comunicando le informazioni all’immancabile companion app che ce li presenta in maniera distinta, permettendoci di intervenire a piacimento. Per filtrare una certa gamma di suoni o rumori basterà agire sui pulsanti che l’applicazione ci proporrà, al resto penserà il sofisticato algoritmo sviluppato dal team di New York che sta lavorando al progetto. Al contrario potremo intervenire anche per “migliorare” un suono, magari durante un concerto o un film.

Insomma, Here rappresenta per conto mio una vera rivoluzione e stravolge veramente il concetto di ascolto permettendoci di creare il nostro ambiente sonoro perfetto. La campagna di raccolta fondi (per approfondire potete seguire questo link) sta avendo grande successo e non ho dubbi che vedremo questi sensazionali auricolari in vendita su canali più ufficiali. Rimanete in ascolto! :-)

 

Vota questo post
Here, ascoltate il vostro mondo ultima modifica: 2015-06-09T10:06:18+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -