Fossil Q, una linea smartwatch tutta nuova

Fossil

Fossil come produttore è sempre stato molto attento all’innovazione e non poteva mancare in questo nascente mercato. Debutterà il 25 Ottobre la sua linea Q, completa di quattro differenti modelli

Si può assumere come un crescendo, Fossil infatti concepisce quattro versioni tutte piuttosto diverse tra di loro, per tentare di accontentare tutti i gusti e le esigenze. La serie Q parte infatti con due specifici modelli che forse sono i più originali di tutti e sono più assimilabili a delle smartband. Il primo, Q Reveler, pensato per gli uomini e Q Dreamer per il gentil sesso.

Fossil

Q Reveler e Q Dreamer per accompagnare con discrezione uomini e donne a 125$

Due smartband dicevo, estremamente eleganti nella fattura e originali nella forma. Materiali premium e un occhio attento all’eleganza particolare che da sempre contraddistingue i prodotti Fossil, casual ma ricercati. In Q Reveler e Q Dreamer manca il display e tutto è affidato alla vibrazione e a un led  di stato che avvisa alla ricezione di notifiche, chiamate in arrivo e altro. Logicamente la parte interessante è quella legata al rilevamento delle attività fisiche e di movimento. Un contapassi molto sensibile con rilevatore del sonno e delle calorie bruciate  per raccogliere tutti i dati sensibili e presentarli nella immancabile companion app.

Fossil

A proposito della componente software avremo un trittico sviluppato direttamente da Fossil:

  1. Q Activity: traccerà la nostra attività fisica consentendoci di misurare anche le calorie bruciate, i passi percorsi e la distanza in base ai nostri parametri.
  2. Q Notifications: invierà ai dispositivi tutte le notifiche, gli avvisi di chiamata, i messaggi dai social. Sarà molto completa e ci consentirà anche di applicare filtri e regole.
  3. Q Curiosity: l’applicazione più originale delle tre che ci segnalerà quando fare determinate attività e ci notificherà quello che ci interessa in un modo totalmente nuovo.

Fossil

Q Grant miscelerà classico e smart tra i 175$ e i 195$

Passiamo sulla parte propriamente smartwatch con due differenti orologi. Il più particolare dei due è senz’altro Q Grant che si presenta come un dispositivo piuttosto classico nel quale la parte smartwatch è nascosta molto bene e davvero poco visibile. Anche qui vibrazione e alcuni led permettono a chi indossa Q Grant di essere avvisato con puntualità ma il quadrante è quanto di più classico ci sia. Però attenzione che la parte smart, anche se nascosta, è molto presente e consente di interfacciarci anche con la voce al nostro smartphone. Sicuramente una soluzione molto interessante, la scopriremo meglio dopo il debutto.

Fossil

Q Founder accoglierà Android Wear a 275$

Infine Q Founder che racchiude in un corpo di acciaio un Android Wear completo, circolare e davvero molto bello. Il sistema operativo lo conosciamo e sarà in linea (magari con qualche personalizzazione software di Fossil, a partire dalle watchface) con gli altri indossabili che adottano l’SO di casa Google. Materiali senz’altro nobili, vetro superiore antigraffio e anti urto e forse due varianti di colore oltre al classico silver. Insomma Fossil fa le cose in grande, il 25 Ottobre verrà ufficialmente presentata tutta la linea e vedremo un po’ più di sostanza.

Fossil

Vota questo post
Fossil Q, una linea smartwatch tutta nuova ultima modifica: 2015-10-23T10:30:00+00:00 da Stefano Ratto

2 Responses to Fossil Q, una linea smartwatch tutta nuova

  1. Alessandro Pontil scrive:

    La parte estetica e’ di alto livello. Aspetto il 25 per sapere che cosa c’e’ sotto.

    • smartwatch_ita scrive:

      Davvero molto curati, la smartband con il cinturino in pelle non è male davvero :-)
      I prezzi credo che siano definitivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -