Android Wear non avrà più bisogno dello smartphone per le chiamate

Lg Watch Urbane LTE

Un post sul blog di Android ufficializza quello che era atteso da tempo, cioè che la futura generazione di indossabili Android Wear non avranno più bisogno dello smartphone per gestire chiamate e dati.

L’integrazione non sarà immediata perché oltre alla componente software (cioè la capacità del sistema Wear) dovremo avere anche dispositivi con hardware adatto, con mic (già presente) e speaker sufficientemente potente per gestire l’audio delle conversazioni. A questo punto possiamo identificare il primo modello che sarà in grado di sfruttare le nuove potenzialità dell’SO di Mountain View, si tratta del (bellissimo) Lg Watch Urbane 2nd Edition LTE.

Lg Watch Urbane LTE

E’ infatti l’unico al momento che prevede l’utilizzo di reti di terza generazione LTE grazie all’adozione di una e-sim integrata che però, ricordo, non è ancora utilizzabile sulle reti degli operatori italiani. Rappresenta per certo il futuro anche per gli smartphone e in linea di massima per tutti i dispositivi che saranno in grado di accedere alla rete e che appartengono alla cosiddetta Internet of Things

Leggi anche: Internet of Things, c’è vita nel web

Gli altri dispositivi indossabili (soprattutto gli ultimi) saranno comunque in grado di  accedere a internet e gestire chiamate e dati via WiFi. Quando perderà la connessione standard bluetooth con lo smartphone, lo smartwatch sarà in grado di effettuare uno switch in una delle modalità possibili, il messaggio condiviso sul blog di Android parla davvero chiaro.

Non dovrai più preoccuparti di avere bluetooth o Wi-Fi disponibili, l’orologio passerà automaticamente ad una connessione cellulare quando si è fuori portata. Fino a quando l’orologio e il telefono saranno collegati ad una rete cellulare, sarete in grado di utilizzare l’orologio per inviare e ricevere messaggi, aggiornare i dati fitness, ottenere risposte da Google Now, ed eseguire le tue applicazioni preferite. E sì, sarete anche in grado di fare e ricevere chiamate direttamente dall’ orologio, quando le vostre mani saranno piene, o il vostro telefono sarà altrove.

Ottimo lavoro Google!

Vota questo post
Android Wear non avrà più bisogno dello smartphone per le chiamate ultima modifica: 2015-11-13T10:46:30+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -