NO.1 A10, essenziale e (molto) robusto [RECENSIONE]

NO.1 A10 smartwatch

NO.1 A10 Smartwatch

€ (spedizione inclusa)53
NO.1 A10 Smartwatch
7.9

Materiali/costruzione

9/10

    Display

    8/10

      So e software

      7/10

        Batteria

        8/10

          Rapporto qualità/prezzo

          8/10

            Cosa mi piace

            • Robusto e resistente
            • Gestione chiamate
            • Notifiche complete
            • Buona batteria

            Cosa non mi piace

            • Companion App
            • Pedometro e sonno manuali

            NO.1 A10 con il suo aspetto rugged promette piuttosto poco, a prima vista. Ma quello che deve fare lo fa bene, non ha paura dell’acqua e non teme impatti e scontri. In questa recensione scopriremo come va.

            Si fa apprezzare sicuramente per alcune caratteristiche che è difficile ritrovare in altri smartwatch della stessa fascia, soprattutto a livello costruttivo. E’ interamente in poliuretano e le sue protezioni sono sicuramente sufficienti a preservarlo da ogni tipo di danno, la posizione del display rende difficile il contatto con le superfici per cui vi sarà davvero difficile rigarlo. La buona qualità costruttiva è confermata anche dalla resistenza alla penetrazione dell’acqua, addirittura la scheda tecnica riporta 20 mt. come profondità massima, in ogni caso la certificazione è IP67 per cui nessuna paura ad immergerlo. All’inizio, lo confesso, la difficoltà più grande che ho avuto è stata quella di trovare lo sportellino per la connessione del cavo della ricarica, occultato dietro uno dei finti pulsanti laterali. Si tratta di una copertura molto robusta che effettivamente isola la porta micro USB e impedisce a qualsiasi corpo estraneo di entrare. Farete semplicemente molta fatica ad aprirla (almeno le prime volte). Ma andiamo con ordine….

            NO.1 A10 smartwatch

            La porta MicroUSB per la ricarica

            NO.1 A10 – Materiali e componentistica hardware

            Lo smartwatch si fa apprezzare sicuramente per la struttura robusta, come detto. Non patisce il contatto con superfici e spigoli e il display da 1.2” da 240 x 240 px risulta ben protetto dai bordi in gomma della cassa. Il materiale è plastico ma di discreta qualità e le finiture sono ben fatte. Tre sono le colorazioni disponibili, arancio (quella oggetto del nostro test), blu e grigia. Il cinturino infine appare fortunatamente intercambiabile, quello fornito non è pessimo ma si poteva fare meglio anche se su quello originale è presente una piccola bussola sicuramente non ne sentirete la mancanza. Simpatiche le viti e le brugole a vista.

            All’interno della cassa troviamo una discreta dotazione di sensori, tra cui l’ottico cardio che misura anche la temperatura corporea con discreta precisione. Facendo qualche comparazione ho notato che stima la temperatura leggermente più alta, di circa 0,5°C. I dati relativi ai battiti sono attendibili, il sensore è leggermente lento a restituire la lettura. Sono poi presenti come di consueto il pedometro e il rilevatore sonno che funzionano grazie all’accelerometro.

            Questo slideshow richiede JavaScript.

            Purtroppo il modello che mi è stato inviato ha qualche problema con quest’ultimo sensore e anche la funzione wake up non funziona correttamente. Non posso riferirvi dunque dell’attendibilità del contapassi, peccato. Un’ultima annotazione riguardo il display: ha l‘ottima caratteristica di non trattenere le impronte per cui si mantiene pulito più a lungo, ha una buona leggibilità e una discreta risoluzione.

            NO.1 A10 – SO e software

            I menu del sistema (proprietario) si compongono in questo modo:

            • Rubrica telefonica
            • Dialer
            • Registro chiamate
            • Messaggistica
            • Trova il mio dispositivo
            • Allarme
            • Notifica remota
            • Calendario
            • Musica BT
            • Acquisizione camera
            • Connessione bluetooth
            • Impostazioni
            • Temi
            • Step setting
            • Pedograph
            • Sedentary
            • Sleep monitor
            • Lingua
            • Heart test
            • UV
            • Temperatura
            • Cronometro
            • QR Code

            Il sistema è localizzato in italiano in maniera abbastanza fedele e corretta, non ci sono traduzioni campate in aria o mal fatte. Tra le tante funzionalità ne segnalo due tra le più importanti. La gestione delle notifiche che vengono inviate dalla companion app (di cui parlo dopo) che sono complete anche di icona per identificarle meglio. E’ possibile visualizzarle all’arrivo o richiamarle in un secondo momento andando sull’icona Notifica Remota. Arrivano con puntualità e non ho avuto problemi in questi giorni di utilizzo.

            Questo slideshow richiede JavaScript.

            Il testo delle notifiche e dei messaggi appare completo. Il secondo elemento da segnalare è senz’altro la gestione delle chiamate voce, completo di rubrica contatti sincronizzata e di registro chiamate, anche questo sincronizzato con quello dello smartphone. L’audio in chiamata è chiaro e il piccolo speaker posizionato sotto la cassa consente di ascoltare l’audio anche in ambiente non completamente silenziosi. Sotto questo punto di vista lo promuovo in pieno.

            NO.1 A10 – Companion app e interfaccia

            Purtroppo questo è un tasto dolente di quasi tutta la produzione cinese di fascia medio/bassa. In questo caso non abbiamo una companion app sviluppata dal produttore (la scelta di per se stessa non sarebbe nemmeno sbagliata), ma dobbiamo affidarci alla app Mediatek Smartdevice (banner sotto) che è sviluppata da Mediatek stessa per interfacciare gli smartwatch che girano con l’ausilio dei loro SoC. La app è di per se stessa essenziale e se da una parte offre una gestione abbastanza stabile del bluetooth, dall’altra consente una configurazione poco più che elementare verso lo smartwatch. Anche i dati del fitness non vengono gestiti dalla app ma vengono sincronizzati con Google Fit, per il quale Mediatek SmartDevice chiede l’accesso al momento dell’installazione. Se non altro poi abbiamo modo di gestire i dati in un ambiente più familiare e molto ben realizzato. Si sente comunque la mancanza di una companion app dedicata, quella di Mediatek è davvero essenziale.

            Mediatek SmartDevice
            Developer: MediaTek Inc
            Price: Free

            NO.1 A10 – Conclusioni

            Si è rivelato un buon smartwatch e le sue migliori caratteristiche sono senz’altro la robustezza, la possibilità di ricevere tutte le notifiche e la completa gestione delle chiamate. La batteria ha consentito due giorni di utilizzo ma non si è spinta molto oltre, è comunque un risultato soddisfacente per questa tipologia di indossabile. Non ha paura dell’acqua e degli urti, ha un display sufficientemente oleofobico e che è difficile rigare, oltre che un aspetto rugged e simpatico, senz’altro adatto a un pubblico giovane. Purtroppo permane qualche pecca nella gestione software ma è divertente da usare ed è un buon supporto per le chiamate a mani libere. Nella scheda valutativa in alto trovate link per l’acquisto e pagella.

            Vota questo post
            NO.1 A10, essenziale e (molto) robusto [RECENSIONE] ultima modifica: 2016-01-16T17:35:41+00:00 da Stefano Ratto

            2 Responses to NO.1 A10, essenziale e (molto) robusto [RECENSIONE]

            1. roberto scrive:

              ha smesso di funzionare neanche dopo un mese di utilizzo.
              sapete se esiste assistenza?

            2. marcello scrive:

              Non fatelo bagnare neanche sotto la doccia
              Parliamo sempre di una cineseria
              L’ho buttato dopo un mese

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

            Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -