37° Degree L18 Smartband, la recensione

37 Degrees L18

37° Degrees L18

37° Degrees L18
8.5

Materiali e costruzione

9/10

    Batteria

    9/10

      SO e companion app

      9/10

        Rapporto qualità/prezzo

        8/10

          Cosa mi piace

          • Tante tipologie di rilevamento
          • Companion app ben realizzata
          • Totalmente automatica
          • Waterproof

          Cosa non mi piace

          • Solo in lingua inglese

          Nella recensione di oggi metteremo sotto la lente un indossabile davvero atipico, la smartband medicale L18 di 37° Degree (il nome dice tutto). Scopriamo cos’è e come va.

          Non aspettatevi di ricevere notifiche e nemmeno in realtà di leggerci l’ora, non è il suo compito e se è questo quello che volete dovrete rivolgervi ad altri prodotti. Le sue peculiarità sono davvero altre e potremo definire L18 la prima smartband medicale, forzando un po’ la mano.

          Vi sentite stanchi, stressati? Pensate di essere affaticati, avete il fiato corto sotto sforzo? Dormite male? Le risposte a queste e altre domande potrete averle da oggi direttamente dal bracciale che indossate che, grazie alla sua sofisticata dotazione hardware, è in grado di effettuare un monitor continuo delle vostre condizioni fisiche. Non solo.

          Grazie al suo algoritmo sarà in grado di valutare il vostro stato e darvi dei consigli in merito, per esempio per migliorare la qualità del vostro sonno o abbassare lo stato dell’eccessivo stress. Il lavoro di raccolta dei dati viene effettuato dal bracciale ma è la companion app di 37° Degree che ve li mostrerà poi in un interfaccia decisamente ben realizzata e molto accattivante, fornendo molti dettagli relativi alla vostra giornata e tutti elaborati in moto totalmente automatico. Di seguito potete vedere alcuni screenshots dell’applicazione.

          Per esempio il monitor del sonno che ho trovato di una precisione incredibile (spacca letteralmente il minuto) e che si attiva in maniera autonoma quando rileva che siamo in posizione di riposo e che “traccia” anche brevi sonnellini fatti nel corso della giornata. Anche il contapassi mi è parso piuttosto fedele nella rilevazione, a differenza dei tanti provati in passato che sembravano sovra stimare i passi in maniera piuttosto vistosa.

          Insomma, questo 37° Degree L18 è un prodotto che ho trovato decisamente interessante pur nella sua ovvia diversità rispetto a quanto siamo abituati ad indossare e che indubbiamente apre scenari nuovi per quello che riguarda i prodotti indossabili. Realizzato con indubbia cura anche nella componente software anche se purtroppo non è presente la lingua italiana e, se non si conosce bene l’inglese, è necessario qualche sforzo per comprendere le interessanti indicazioni che ci vengono date per migliorare il nostro stato. Lo consiglio comunque a chi non è interessato a notifiche e quant’altro ma vuole provare qualche cosa di nuovo mantenendo nello stesso tempo sotto controllo le sue condizioni, il resto lo trovate come al solito nella scheda valutativa in alto.

          Vota questo post
          37° Degree L18 Smartband, la recensione ultima modifica: 2016-02-14T11:32:24+00:00 da Stefano Ratto

          20 Responses to 37° Degree L18 Smartband, la recensione

          1. Alberto Raffaele Casale scrive:

            ho letto la recensione. bravo. vorrei sapere non è mica obbligatorio tenerlo costantemente connesso allo smartphone via bluetooth?

            • smartwatch_ita scrive:

              I passi e il sonno vengono monitorati anche in mancanza di collegamento, quando poi è disponibile si sincronizzano con la app. I rilevamenti con i sensori (automatici una volta all’ora) avvengono solo se c’è connessione bluetooth.

          2. Nicola Callea scrive:

            Ciao,
            Ma dove SI potrebbe acquistare?
            Si che tra 2 mesi sono in Cina, ma se non costava troppo potevo farci un pensierino.
            Grazie

            • smartwatch_ita scrive:

              Ciao, in alto sotto la scheda valutativa trovi il pulsante con il Link allo store di GearBest.

              • Nicola Callea scrive:

                Grazie.
                Visto l’ottimo prezzo l’ho acquistato. Peccato che ho sbagliato la modalità di spedizione e mi Sà che partitó prima del suo arrivo. Poco male lo regalo a mia moglie o a mio padre e me lo compro a Shanghai.
                Grazie dell’ottima recensione e per l’ottimo suggerimento.

              • Giacomo scrive:

                Ciao io ho l18 con iPhone,ma come mai nel app non l opzione SLEEP?

              • Giacomo scrive:

                Non ho capito dove su IPhone scusa?

          3. Alessandro Rossi scrive:

            Le funzioni di tipo medicale (pulsazioni, pressione sanguigna, …) vengono rilevate con band offline (bluetooth spento durante il giorno e si possono sincronizzare a fine giornata ? Questo perché ho già un LG G WATCH e non voglio aumentare connessioni addosso a me. Saluti a tutti.

          4. Riccardo T. scrive:

            Ciao a tutti, rimasto colpito dal braccialetto l’ho comprato da gearbest. In una settimana è arrivato ma purtroppo non riesco a collegarlo con il mio telefono. Ho provato in tutti i modi, ma nulla da fare. Avete consigli?

          5. Gianni scrive:

            Ciao a tutti l’unico handicap rilevazione pressione arteriosa alta
            Si può migliorare in qualche modo?
            Grazie

          6. Giorgio scrive:

            Salve. anche io ne ho acquistato uno e lo sto testando da un paio di mesi. E’ un pò un’ansia averlo al polso, specie se i valori di pressione sono un pò altalenanti come nel mio caso. Probabile che per chi ha la pressione minima un pò alta come me il sistema di misurazione ottico risulti un pò impreciso in eccesso. Misurando una volta al giorno con uno sfigmomanometro di tipo elettronico ho riscontrato effettivamente di avere la minima alta, quindi è servito! Per il resto confermo la sua precisione. Una pecca del software è l’impossibilità di settare manualmente un paio di orari in cui fare le misurazioni di vario tipo, sembra pensarci l’algoritmo da solo. L’accoppiamento è difficoltoso ma va fatto rigorosamente a dispositivo in carica, e con un pò di pazienza.

          7. Giorgio scrive:

            Spero non dobbiate mai formattare il telefono. Sto riscontrando grossi problemi a ri accoppiare il dispositivo con il telefono resettato. Continua a darmi errore nella fase di ricezione del codice. Qualcuno sa come risolvere? :/

          8. Valentina scrive:

            Ciao sia può interfacciare con la app salute dell’iPhone?

          9. raffaele scrive:

            Salve, ne ho acquistato uno, ma tempo una settimana, e’ andato nel pallone, si caricava fino al 60 % , la app non procedeva , perche’ lo vedeva ( staccato ! ) sempre in caricamento, e non si caricava fino al 100 %.
            Scaricandolo fino a zero un paio di volte , sembra sia ripartito, ma sembra si sia rasettato il firmware, infatti nelle info della app, non vede ne la versione ne il numero di serie, avete come fare per risolvere ? Grazie

          10. Damiano scrive:

            Appena arrivata, molto molto carina, non ho avuto grande difficoltà ad accoppiarla al cell; i passi sembrerebbe contarli accuratamente MA fino ad ora non ha fatto i suoi check ogni ora e se provo a farmi manualmente, Ambulatory BP e Breath Rate falliscono; la band è posizionata correttamente come scritto sul libretto, sapete se c’è qualche problema? Grazie mille per l’aiuto!

            • Alberto scrive:

              Non mi rileva pressione e frequenza respiratoria nonostante sia posizionato (penso) in modo corretto. Qualcuno sa dirmi come fare?
              Grazie

          11. Fabrizio scrive:

            Cosa cambia rispetto alla nuova versione? Vedo una differenza di design e di resistenza all’acqua, ma il resto è uguale o hanno migliorato i sensori?

          Lascia un commento

          Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

          Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -