FlexEnable è già nel futuro. Ecco il display flessibile che si può indossare.

Flex display

Le novità presentate al MWC2016 non si esauriscono nell’ambito dei modelli finiti e pronti alla vendita, tra le soluzioni proposte troviamo il display flessibile di  FlexEnable, che ci proietta direttamente nel futuro dei dispositivi indossabili.

Tra le tante innovazioni che possono interessare l’ambito degli smartwatches, e degli indossabili in genere, sicuramente quelle che riguardano i display sono le più significative e attese. Poter utilizzare superfici più ampie per visualizzare le informazioni o adattare i supporti alla forma del braccio è vincolante, almeno se parliamo di indossabili. Come è facilmente immaginabile, soluzioni che vadano in questa direzione potrebbero rivoluzionare l’intero mercato e disegnare scenari mai visti.

FlexEnable ha portato i suoi prototipi con display flessibile al MWC2016 in modo da presentarli al mondo e far capire quanto lontana si è spinta la sperimentazione, ormai pronta per diventare realtà su oggetti che arriveranno presto a portata del grande pubblico. Paul Cain, CEO di  FlexEnable, indica come orizzonte temporale 18 mesi per vederli approdare sul mercato e dichiara tra le altre cose di avere già partner significativi tra i produttori. Logicamente i prototipi presentati sono ancora un po’ sgraziati ma le immagini e il video rendono davvero bene l’idea di quello che potrà essere il futuro degli indossabili e quanto potranno cambiare nell’approccio con l’utilizzatore, rendendo possibile un accesso alle informazioni completamente diverso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tecnicamente il prototipo sfrutta una tecnologia con transistor plastici chiamata OLCD (organic liquid crystal display) e FlexEnable dichiara che le risoluzioni possibili su questo tipo di pannello saranno le stesse possibili su una comune unità LCD, non risultano limiti in proposito. Davvero non male…

Fonte TheVerge

Vota questo post
FlexEnable è già nel futuro. Ecco il display flessibile che si può indossare. ultima modifica: 2016-02-25T12:46:35+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -