NO.1 vorrebbe fare uno smartwatch Android Wear (ma non può)

NO1 Android Wear fake

In un post di oggi su Facebook il produttore NO.1 ci vuole far intendere che il prossimo smartwatch avrà Android Wear a bordo. Una manovra di marketing o l’anticipo della liberalizzazione dei sorgenti da parte di Google?

Personalmente sarei più propenso a credere alla prima ipotesi. Innanzitutto perché lo smartwatch (si tratta di un rendering) che accompagna il post sul social non è riconducibile ad Android Wear perché come si vede chiaramente presenta i tre classici tasti soft touch che storicamente abbiamo trovato su tanti dispositivi del passato. Per cui, a mio avviso, si tratta di un fake bello e buono. Ma non solo.

NO1 Android-wear fake

Non c’è nessun sentore infatti che Google abbia intenzione di rendere pubblici i sorgenti di Android Wear, non ne avrebbe la convenienza economica. Contrariamente a quanto capitato con gli smartphone cinesi, che hanno favorito a modo loro la diffusione del sistema del robottino verde, gli smartwatch non devono essere frammentati nelle versioni installate, in caso contrario si andrebbe incontro a più di un problema di compatibilità con gli smartphone e le versioni di Android installate su questi ultimi.

NO1 Android Wear fake

Per cui risulta essere abbastanza incomprensibile questa comunicazione di NO.1 su Facebook, incomprensibile e inspiegabile.

Vota questo post
NO.1 vorrebbe fare uno smartwatch Android Wear (ma non può) ultima modifica: 2016-03-24T18:14:48+00:00 da Stefano Ratto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -