F69 Swimming Watch, la recensione

F69 Swimming Watch

F69 Swimming Watch

35
F69 Swimming Watch
8.2

Materiali e costruzione

9/10

    Display

    9/10

      Batteria

      8/10

        SO e companion app

        8/10

          Rapporto qualità/prezzo

          9/10

            Cosa mi piace

            • Originale e particolare
            • Buon assemblaggio
            • Vibrazione potente
            • Display always on

            Cosa non mi piace

            • Companion app non perfetta
            • Nessuna watchface aggiuntiva
            • Bug conteggio calorie

            L’attuale produzione cinese di indossabili è quanto mai varia e articolata, composta però da molti improbabili cloni. Non è il caso di questo nuovo F69 Swimming Watch che oltre a essere originale migliora l’esperienza d’uso del suo predecessore. Scopriamolo in questa recensione.

            Quello che colpisce immediatamente di F69 è la compattezza delle sue forme, unita a un disegno che ne alleggerisce la linea nonostante uno spessore (circa 12 mm.) non certo da primato. Al polso però è comodo e molto leggero e grazie ai cinturini intercambiabili abbiamo anche modo di renderlo ancora più confortevole. A questo proposito segnalo che il box di vendita è uno dei più completi (e meglio realizzati) tra quelli che ho avuto modo di visionare. La scatola è ben realizzata, con una grafica simpatica e curata e contiene oltre che alla completa manualistica (in inglese) i due cinturini a sgancio rapido da 18 mm. (nero e grigio), la basetta per la ricarica e un cavo USB/MicroUSB. Da questo punto di vista è sicuramente da promuovere.

            F69 Swimming Watch

            I più attenti ricorderanno la recensione del precedente F68 SportWatch che appariva già interessante ma evidentemente mostrava alcune lacune. Tra tutte era privo della retroilluminazione che ne impediva l’utilizzo in condizioni di scarsa illuminazione. F69 ha finalmente rimediato a questa mancanza e si è dotato di una ottima illuminazione che si attiva tenendo semplicemente il dito poggiato sul vetro per più di un secondo e si diffonde in maniera omogenea sul piccolo display LCD da 1” (128*128 px la sua risoluzione). Per conto mio il quadrante rimane un punto di forza, molto leggibile e chiaro, adesso davvero in qualsiasi condizione di luce.

            F69 Swimming Watch

            A livello hardware ho poco altro da segnalare, se non la presenza di un sensore ottico cardio che può lavorare anche in modalità 24 ore in rilevamento continuo, un ottimo motore a vibrazione e logicamente la presenza di un giroscopio a tre assi per rilevare la cadenza dei passi. La batteria da 180mAh assicura circa 5/6 giorni di accensione continua, mi sarei aspettato forse qualcosa di più. La ricarica è in ogni caso molto veloce e comoda, grazie alla particolare basetta fornita con l’orologio.

            F69 Swimming Watch

            Come accennavo prima l’assemblaggio è ben fatto e non presenta difetti e F69 può tranquillamente affrontare nuotate e immersioni (IP68). La sua definizione di Swimming Watch non è infatti casuale. E’ possibile impostare tra le attività quattro diversi stili di nuoto ma non vi saprei assicurare l’attendibilità dei dati (non ci sono andato in piscina! :-) ), è comunque uno dei pochi a fornire statistiche differenziate per il nuoto.

            Oltre agli sport acquatici abbiamo logicamente modo di tracciare attività fitness più tradizionali, come la corsa, mentre il conteggio dei passi è comunque automatico anche se soffre evidentemente di un calcolo delle calorie non propriamente esatto, visto che incrementa anche senza movimento. Dal display stesso dell’orologio possiamo accedere alle statistiche degli ultimi sette giorni, visualizzando passi, calorie e distanza percorsa (espressa in chilometri).

            Arriviamo alla componente software ma mentre il firmware dell’orologio non presenta particolari criticità (a parte il bug sulle calorie)  la companion app (pubblicata su Play Store, vedi badge sotto) presenta qualche limite, soprattutto a esporre i dati in maniera leggibile e ordinata.  E’ comunque piuttosto completa tanto da mostrare nel grafico delle attività anche il rilevamento del sensore cardio.

            HPlus Watch
            Developer: HPlus
            Price: Free

            F69 Swimming Watch: conclusioni

            Mi ha divertito molto indossare questo particolare smartwatch, lo trovo indovinato nelle forme e potrebbe interessare chi vuole avere al polso un orologio smart che davvero possa passare inosservato e che sia nello stesso tempo poco impegnativo. Lo potrete tenere allacciato sotto la doccia, in piscina o al mare senza troppi pensieri e il piccolo display LCD sempre acceso è un discreto valore aggiunto, soprattutto per chi sta molto all’aria aperta. Ha un prezzo invitante e il cinturino intercambiabile gli assicura maggiore versatilità e la possibilità di adattarlo meglio a qualsiasi polso.  Insomma, in linea di massima il mio è un giudizio positivo che potrà migliorare ancora nel caso fosse rilasciato un aggiornamento per sanare le piccole cose che ancora non vanno, soprattutto lato software.

             

            Questo slideshow richiede JavaScript.

             

            Vota questo post
            F69 Swimming Watch, la recensione ultima modifica: 2016-04-07T11:52:26+00:00 da Stefano Ratto

            Lascia un commento

            Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

            Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -