Pebble avvia una nuova campagna Kickstarter esplosiva: Pebble2, Time 2 e il nuovo Pebble Core

pebble-time-2-05

Forse nessuno se lo sarebbe aspettato: Pebble rilancia sul suo terreno avviando la terza campagna KickStarter, decisamente la più ricca, per lanciare tre nuovi dispositivi. Pebble2, Time2 e il nuovissimo Pebble Core dagli utilizzi molteplici. L’obiettivo è il milione di dollari, e ormai è questione di minuti! [UPDATE: non ho fatto a tempo a finire l’articolo…]

Questa volta mirano davvero a far breccia nel cuore delle persone, sono tante e tali le novità contenute in questa campagna KickStarter che si fa davvero fatica a metterle tutte in fila, ma andiamo con ordine. Con un unico annuncio Pebble mette sul piatto tre diversi dispositivi, due sono le evoluzioni degli attuali Classic e Time mentre il terzo è un dispositivo totalmente nuovo, Pebble Core. Il Classic primo ormai raggiunge con onore l’età della pensione, considerato che ha debuttato nella prima storica campagna di raccolta fondi nell’ormai lontano 2012. Time ha superato l’abbondante anno di vita e dalla sua forse non è mai stato troppo amato, complice quelle grandi cornici che a molti hanno fatto storcere il naso. Partiamo allora dalle novità di Pebble2.

Pebble2, sull’onda dello storico Classic

pebble-2-02

Non è un’eredità da poco quella che si trova, il primo e più innovativo esemplare di Pebble, con il suo display sempre acceso, la grande resistenza all’acqua e più di una settimana di autonomia. Pebble2 raccoglie la sfida non snaturando l’estetica del suo predecessore, rimangono valide le linee stilistiche come simile rimane il display, sempre a toni di grigio. In più troviamo a bordo l’utilissimo microfono che consente di gestire le risposte vocali ai messaggi e tanto altro ancora mentre sulla parte sottostante, vicino ai classici contatti magnetici della ricarica, troviamo (novità assoluta) anche il sensore ottico per la lettura dei battiti cardiaci. 30 metri di resistenza all’immersione, fino a 7 giorni di batteria e 99$ per accaparrarsene uno se arrivate in tempo all’Early Bird.

Pebble Time2, dove c’erano cornici adesso c’è display

pebble-time-2-03

Ho sempre ritenuto e ritengo ancora adesso Pebble Time un ottimo prodotto. La sua linea ha fatto però discutere molto al debutto e forse le sue cornici così pronunciate non lo hanno fatto amare così come avrebbe meritato. Validissimo sotto tutti gli aspetti è stato frenato nella sua corsa da quest’ultima caratteristica non felicissima. Time2 fa tesoro di questo e aumenta di ben il 53% la superficie del suo display semplicemente facendo sparire le cornici! Diventa bellissimo (lo ammetto, sono di parte) mantenendo un valore dello spessore davvero incredibile (circa 7 mm.). La struttura dei pulsanti rimane invariata, tre a destra e uno a sinistra che replicano esattamente le stessa funzionalità. Come su Pebble2 troviamo il lettore battiti nella parte a contatto con la pelle, sensore la cui integrazione sarà massima nel sistema Healt che tanto Pebble sta facendo evolvere e che già rappresenta il valore aggiunto di questo modello. I 10 giorni di batteria completano un quadro di per se già molto interessante che avremo modo di approfondire in un secondo tempo.

Pebble Core, lascerete a casa il telefono

Pebble Core

Pebble Core è indubbiamente l’uovo di Colombo. Si tratta di un dispositivo dalle dimensioni ridottissime che ospita al suo interno un hardware completissimo dal punto di vista della connettività. GPS, 3G, WiFi che vi permetteranno di lasciare a casa lo smartphone. Si perché al suo interno a governare il tutto troviamo un completo Android che potrà essere configurato per ricevere notifiche, avvisi, tracciare percorsi, eseguire Spotify (ha il jack cuffie da 3,5mm.) e tanto tanto altro ancora. E logicamente gestirà il Pebble che avrete allacciato al polso recapitandogli tutti gli avvisi e le notifiche. Oltre a tutto questo avrà anche un pulsante programmabile per qualsivoglia azione e un ambiente di sviluppo SDK che consentirà agli sviluppatori di creare app per gli usi più disparati.

pebble-time-2-02

Tantissimi sono gli aspetti da affrontare e da esaminare per capire bene tutta la sostanza di questa esplosiva campagna KickStarter che mentre vi scrivo sta polverizzando ogni record. I dettagli seguiranno ma aspetto i vostri commenti qui e sui nostri social! Cosa ne dite della seconda generazione di Pebble?

Vota questo post
Pebble avvia una nuova campagna Kickstarter esplosiva: Pebble2, Time 2 e il nuovo Pebble Core ultima modifica: 2016-05-24T18:06:45+00:00 da Stefano Ratto

4 Responses to Pebble avvia una nuova campagna Kickstarter esplosiva: Pebble2, Time 2 e il nuovo Pebble Core

  1. Francesco scrive:

    Un anno fa avrebbe sicuramente sfondato, ma oggi il sensore del battito cardiaco io ce l’ho nel braccialetto mi fit da 15 euro che funziona benissimo. L’hardware del nuovo Pebble 2 poi è lo stesso del Time per cui non vale la pena il passaggio. Il Time 2 è sicuramente più interessante soprattutto grazie al grande schermo ma con le spese di trasporto e il dazio (che ci sarà sicuramente) si arrivano a spendere 250 euro, un po’ troppo per un Pebble.

  2. paolo scrive:

    Sono amate di pebble che ho sin dalla prima campagna!
    soddisfattissimo! anche se ha alcune limitazioni stupide incomprensibili come ad esempio (funzione che appare e scompare in base all’aggiornamento) di poter iniziare una conversazione whatsapp ad esempio (piattaforma che ormai è uno standard!)
    Ovviamente ho aderito alla nuova campagna per il Time 2.
    Ma sono perplesso sul CORE, del quale non ne ho compreso le funzionalita! ovvero sarebbe si l’uovo di colombo se il core avesse in microfono e un alloggiamento sim! e il pebble fungesse da monitor! allora si!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutti i diritti riservati - www.thelongrun.it -